Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Professor Watchlist

Professor Watchlist scheda i professori di sinistra negli USA

Apparso a novembre 2016, il sito Professor Watchlist elenca i professori universitari statunitensi accusati di “fare propaganda di sinistra in aula e discriminare gli studenti conservatori” ed è gestito dall’associazione conservatrice Turning Point USA.

L’elenco include circa 200 professori, le affermazioni che hanno fatto per essere giudicati “di sinistra” e le fonti di tali affermazioni: quasi un maccartismo 2.0. C’è persino la possibilità di “segnalare” i professori sfuggiti alla lista e le loro affermazioni.

Professor Watchlist: schedario dei professori di sinistra

Alla Turning Point USA sostengono che il sito Professor Watchlist si limiti ad aggregare informazioni già esistenti e che anzi sia, addirittura, “un esempio di libertà di parola” poiché i professori sono liberi di dire ciò che vogliono e loro di schedarli. Inoltre affermano che il sito consenta agli studenti di sapere ciò che accade nelle loro università e di essere pronti a discutere.

In realtà lo scopo sembra essere più quello di intimidire i professori e contrastare la libertà di parola: iniziative del genere danno l’idea che sia normale che le idee conservatrici non possano essere discusse e che chi va contro quelle idee debba essere identificato e schedato. Per i professori essere inclusi nella lista può essere oltre che una seccatura anche un ostacolo alla carriera e alcuni di loro hanno ricevuto mail/telefonate di odio e minacce dopo essere stati inclusi nella lista.

Le reazioni alla creazione di Professor Watchlist sono state varie e giustamente critiche. Si va da chi sostiene di dover tener in considerazione la faccenda pur senza esagerare a chi l’ha presa con il senso dell’umorismo. Ad esempio, dopo aver saputo di essere stato aggiunto alla lista, il professor Dale Maharidge della Columbia University ha commentato ironicamente che ci è riuscito grazie al lavaggio del cervello degli studenti effettuato tramite caffè radicali fatti con semi coltivati dai comunisti in Guatemala. Altri hanno usato il modulo per segnalare i professori come Albus Silente del film Harry Potter, poiché «supporta il welfare e incoraggia gli orfani ad andare a scuola». Resta però il timore espresso dallo stesso Maharidge che la lista possa essere usata per prendere di mira i professori e che quindi non vada sottovalutata.

Francesco Di Nucci