Ricette autunnali vegane: idee per un’alimentazione plant-based

ricette autunnali vegane

Ricette autunnali vegane: idee per un’alimentazione plant-based

Il progressivo abbassamento delle temperature, il foliage dai colori cangianti e l’odore delle spezie manifestano l’arrivo dell’autunno e della sua atmosfera suggestiva.
Nell’immaginario comune, insieme a giochi di luci calde e ombre, sciarpe di lana, tappeti di foglie e zucche intagliate, l’autunno è rappresentato da uno stile di vita lento, dalla riacquisizione delle buone abitudini e dalla ricerca di una migliore qualità di vita.

Una buona pratica può consistere nell’approcciarsi a un’alimentazione meno trasformata possibile, priva di derivati animali, alla ricerca di sapori tipici della stagione e piatti cucinati in casa.
Quale miglior occasione per provare una selezione di ricette autunnali vegane?

Ricette autunnali vegane: dall’antipasto al dolce, una selezione di quattro ricette.

Zucca, funghi, castagne, frutta secca e non solo sono i prodotti tipici dell’autunno e hanno sapori decisi, che si adattano perfettamente alla dieta mediterranea e a un’alimentazione equilibrata.

Hummus di fagioli

Entrato da diversi anni nei menù vegani l’hummus è un piatto delizioso, ma soprattutto di facile preparazione. Questa crema mediorientale è tipicamente preparata con i ceci, ma può essere cucinato con qualsiasi legume, una variante perfetta per l’autunno è l’hummus di fagioli.
Basteranno 300g di fagioli cannelli da frullare con uno spicchio d’aglio, succo di un limone e un cucchiaio di salsa tahina o una manciata di semi di sesamo lievemente abbrustolita. Condito con sale, olio e pepe, può essere gustato come antipasto con dei grissini o carote.

Zuppa ceci, zucca e castagne

Le zuppe sono una delle ricette vegane autunnali più popolari per chi ha un’alimentazione plant-based. Una buona idea è sfruttare prodotti tipici stagionali e insaporirli per creare un piatto  ideale per riscaldarsi nella stagione fredda. Si tratta di una preparazione facile, che non richiede particolari doti culinarie. È necessario preparare un soffritto con olio ed erbe aromatiche insieme a due scalogni e due carote, e unire 300g di zucca, tagliata a cubetti, facendo rosolare per cinque minuti.
Infine, bisognerà aggiungere 360g di ceci, già cotti in precedenza e 240g di castagne lesse e far bollire la zuppa per 15 minuti.

Polpette di funghi

Le polpette sono un’ottima opzione per un secondo vegano e perché non approfittare di un prodotto stagionale come i funghi? Sono una fonte di minerali, essenziale per un’alimentazione vegetale.
Per preparare questa ricetta è necessario bollire due patate piccole. Dopo aver pulito 450gr di funghi champignon, possono essere passati in padella con un giro d’olio, sale e un po’ di prezzemolo all’occorrenza, sfumandoli con il vino bianco dopo che si saranno disidratati. Una volta cotti sarà necessario frullarli (o per chi ama la consistenza tritarli al coltello) e unirli alle patate bollite schiacciate e insaporite con sale e curcuma. Dopo averle ricoperte di pan grattato, possono essere cotte in padella per 8 minuti, con olio extravergine.

Torta di pere al cioccolato

Da settembre comincia la raccolta di alcune varietà di pere, come la Concorde e la Kaiser, perché non approfittarne per preparare un dolce semplice e gustoso?
La torta al cioccolato fondente e pere è facile da preparare, basterà setacciare 300gr di farina con una bustina di lievito per dolci in una ciotola e in seguito unire 100gr di zucchero di canna e amalgamare.
In seguito, bisogna aggiungere 250gr di cioccolato fondente tritato e 250 ml di latte vegetale e 100 ml di olio di mais.
Una volta ottenuto un impasto omogeneo, basta aggiungere 400gr di pere sbucciate e tagliate a pezzi grossolani e versarlo in una teglia unta. La torta sarà pronta dopo averla cotta per 40 minuti a 180°C.

Considerato il grado di difficoltà delle ricette prescelte, risulta chiaro che avere un’alimentazione plant-based al momento non è per nulla complesso. Anzi, integrare ricette vegane autunnali alla dieta, farà bene alla salute e non priverà, chi le mangia, di un piatto succulento.

 

Immagine in evidenza: Pixabay

About Dana Cappiello

Classe 1991, laureata in Lingue e specializzata in Comunicazione. Ho sempre sentito l’esigenza di esprimermi, impiastricciando colori sui fogli. Quando però i pensieri hanno superato le mie maldestre capacità artistiche, ho iniziato a consumare decine di agende. Parlo molto e nel frattempo guardo serie tv e leggo libri.

View all posts by Dana Cappiello →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *