Tutti pazzi per gli Omega-3: di che cosa si tratta e perché sono importanti per l’organismo

Oggi si sente spesso parlare di superfood e di alimenti in grado di produrre enormi vantaggi per il nostro organismo, grazie alla presenza di alcuni nutrienti fondamentali. Fra questi non potremmo non citare gli Omega 3, quei grassi polinsaturi protagonisti di una serie di benefici, riguardanti ad esempio la vista, le articolazioni e molto altro. Ecco spiegato perché oggi scopriremo insieme di cosa si tratta esattamente, e quali sono tutti i benefici degli Omega 3.

Una panoramica completa sugli Omega 3: benefici e controindicazioni

Gli Omega 3 sono una tipologia di acido grasso polinsaturo che si trova in alcuni alimenti come il pesce azzurro (come il salmone e lo sgombro), la frutta secca e le alghe. Sono presenti in quantità minori anche in alcuni oli di origine vegetale, come l’olio di semi di lino. Gli acidi grassi Omega 3 sono importanti per la nostra salute perché giocano un ruolo vitale nel mantenere il cuore sano, nel migliorare la funzione cognitiva e nel ridurre le infiammazioni.

Numerosi studi hanno dimostrato che gli acidi grassi Omega 3 possono aiutare ad abbassare la pressione sanguigna e i livelli di trigliceridi, e ridurre il rischio di malattie cardiache e ictus. Sono stati anche collegati a un potenziamento della funzione cognitiva e a una riduzione dell’invecchiamento delle cellule del cervello.

Di conseguenza, gli Omega 3 rappresentano una parte fondamentale di una dieta che possa dirsi sana ed equilibrata. Per quel che riguarda le controindicazioni, questi acidi aumentano il tempo necessario per la coagulazione del sangue, dunque non possono essere assunti da persone soggette a terapie farmacologiche a base di anticoagulanti, ad esempio.

 

Un approfondimento sui cibi ricchi di acidi grassi Omega 3

Ora che abbiamo valutato gli effetti degli Omega 3 sull’organismo, è opportuno approfondire quali sono i cibi con il contenuto più ricco di questa sostanza. La buona notizia per gli amanti del sushi è che il salmone è uno degli alimenti più ricchi di Omega-3 e contiene anche selenio e vitamine A e D. In genere si trova sul mercato cotto tramite affumicatura, ma se si predilige il salmone fresco ci sono diversi store online a cui rivolgersi. Ottimo da abbinare con zucchine e patate, ma molto calorico, quindi meglio non eccedere con il consumo.

In generale, possiamo dire che il pesce azzurro è, con tutta probabilità, una delle fonti in assoluto più ricche di Omega 3, per via della dieta di questi pesci a base di alghe. Non a caso, chi desidera assumere questo nutriente spesso opta per pesci come il tonno, il merluzzo, lo sgombro e le aringhe, oltre al salmone. Per quel che riguarda gli altri cibi, non potremmo non citare i semi di chia e di lino, insieme alla soia, alle mandorle, ai pinoli, ai cereali e alle già citate alghe.

Inserire nella propria alimentazione i semi oleosi è piuttosto semplice, basta versarne in piccole quantità all’interno dell’insalata, così da dare anche una nota croccante al piatto. Le alghe sono invece più difficili da reperire nei normali negozi, anche se il reparto di cibi asiatici offre sempre più spesso una gamma variegata di prodotti.

 

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.