Seguici e condividi:

Eroica Fenice

spalato

Cosa vedere a Spalato: non solo mare e “Il Trono di Spade”

spalatoPiccola guida su cosa vedere a Spalato. Ma prima… un po’ di storia!

Ci sono alcuni posti della costa croata che sembrano un mix di città italiane racchiuse in un solo posto. Una di queste, e forse la più suggestiva, è Spalato.

Andateci, se non ci credete. Non bisogna avere una grande conoscenza dell’Italia per notare la somiglianza, basta essere stati almeno una volta a Napoli e a Venezia. Giusto per usare metri di paragone famosi.

Spalato: a metà tra Napoli e Venezia

Entrare nei vicoletti di Spalato è un po’ come girovagare a vuoto tra i vicoli di Venezia. Stretti, labirintici e stracolmi di negozi di lusso e di souvenir. Anche la somiglianza architettonica è strabiliante (ma non ditelo agli spalatini). E non c’è da meravigliarsi: la Serenissima ha dominato per circa quattro secoli sulla regione dalmata. Infatti, sono molte le città costiere che ricordano, per urbanistica e atmosfera, il centro di Venezia. E come Venezia sono stracolme di turisti.

Non è raro trovare ristoranti che mettono tavolini nelle piccole strade a percorrenza pedonale, lasciando pochissimo spazio alle persone per passare. Non vi ricorda un po’ il centro di Napoli? Quante volte siete passati per, giusto per dirne una, Via San Biagio dei Librai e imbattendovi in  turisti che consumavano tranquillamente il loro pasto a pochi centimetri da voi?

Ma la somiglianza più impressionante con Napoli la si trova sul lungomare. Il nostro sguardo viene fermato, in entrambi i casi, da bellissime isole. Per Napoli, sono Capri, Ischia e Procida. Per Spalato ci sono Brač e Solta. E sono anche loro magnifiche. Andate sul lungomare di Spalato e vi sembrerà di stare a casa.

Napoli, Venezia e Spalato hanno anche un’altra cosa in comune: sono tutte patrimoni dell’UNESCO.

Ma a Spalato c’è una cosa che difficilmente riuscirete a trovare da qualsiasi altra parte. Il Palazzo di Diocleziano.

Cosa vedere a Spalato: il Palazzo di Diocleziano

Fu costruito sulla costa per fare da dimora al tetrarca vicino alla pensione, a poca distanza da quella che all’epoca era la provincia romana della Dalmatia, Salona. Il palazzo via via si è progressivamente riempito di abitanti tra il 6° e il 7° secolo: le continue razzie di Avari e Slavi costrinsero gli abitanti di Salona (è ancora possibile vederne le rovine) a fuggire dalle proprie abitazioni, trovando rifugio in quella che già all’epoca era una fortezza, il Palazzo di Diocleziano appunto. Con il passare del tempo, la reggia dell’imperatore si trasformò in cuore pulsante e abitato di Spalato, la quale pian piano divenne la città più importante della Dalmazia. Le trasformazioni che ha subito il Palazzo nel corso dei secoli sono innumerevoli, tanto che a volte risulta difficile distinguere le costruzioni originali da quelle medievali e rinascimentali. Il palazzo è tutt’oggi abitato.

Ora che sapete cosa vedere a Spalato, il nostro consiglio è di andare a visitarla. Immediatamente.

P.S.: Spalato e dintorni ha ospitato anche vari set per la serie Il Trono di Spade!

Print Friendly, PDF & Email