Seguici e condividi:

Eroica Fenice

La Tag: lgbt contiene 2 articoli

Culturalmente

Pride: orgogliosi di essere se stessi per #nociaograzie, Maria Francesca Duilio

Giugno è il mese dedicato al pride. Letteralmente significa “orgoglio”. Ma orgoglio di cosa? Di cosa essere orgogliosi? È chiaro che in un mondo in cui si fa spesso fatica ad essere se stessi, esserlo con convinzione può risultare un po’ complicato e quindi esprimersi diventa una piccola forma di orgoglio. Ancora meglio di me, le parole di Maria Francesca Duilio, conosciuta sui social come “nociaograzie”. Attraverso contenuti tra il serio e il faceto Maria Francesca si spende tanto affinché questo senso di fierezza appartenga a tutti. Non è facile ma è sicuramente gratificante. E un po’, oggi, siamo grati noi a lei per il tempo e per la bella intervista che ci ha rilasciato. SE TI DOVESSI PRESENTARE IN UNA MANCIATA DI BATTUTE, COSA DIRESTI? Un uomo entra in un caffè… “Buongiorno”. – Cosa dice un maiale che cade da un palazzo? Niente, i maiali non parlano. – Come si chiama la ballerina spagnola più famosa al mondo? Se è così famosa perché nessuno sa mai rispondere a questa domanda? NEI TUOI VIDEO SI TENTA CON IRONIA DI TRASMETTERE MESSAGGI POSITIVI. È MAI CAPITATO CHE L’IRONIA POTESSE NON ESSERE COMPRESA? COME SI FA POI? Poi si aspetta che qualcun* nei commenti spieghi che è una battuta. Credo che se lo facessi io stessa offenderei l’intelligenza di qualcun*, soprattutto la mia, perché sono convinta che si capisca benissimo che è una battuta, il punto è che non tutte le battute sono gradite. Spesso rivedersi in qualcosa fa soffrire, non tutt* riescono a ridere di se stess*, e fidatevi che non basta dire ‘’è una battuta’’ per evitare che le persone si offendano. I SOCIAL SONO UNO STRUMENTO MOLTO POTENTE PER ARRIVARE ALLE PERSONE. QUALE LAVORO C’E’ DIETRO PER ARRIVARE CON I CONTENUTI GIUSTI? I contenuti “giusti” per i social sono i più semplici. Tra tutti spicca la ‘’relatable comedy’’ seguita immediatamente dai segni zodiacali, capitanati dagli insuperabili balletti. Io personalmente cerco di proporre qualcosa che sia semplice ma con un fondo di spessore, qualcosa di diretto, immediato, rapido, ma pensato. Insomma, utilizzo mezzi e linguaggi pop per parlare di argomenti che pop non sono. Tranquilli, però: spesso i miei contenuti fanno ridere senza far riflettere… al massimo fanno piangere! IN ITALIA IL MOVIMENTO LGBT, GRAZIE ANCHE A PERSONE COME TE, HA FATTO TANTI PASSI AVANTI. MA COSA DIRE ALLE PERSONE CHE ANCORA HANNO TIMORE? Che le paure si affrontano, guardandosi dentro. Omofobia significa ‘’paura di scoprirsi omosessuali’’, ma ci tengo a dire che nessuno avrebbe paura di scoprirsi omosessuale se gli omosessuali non venissero picchiati, uccisi e discriminati ogni giorno in ogni parte del mondo. La paura di quello che c’è dentro è spesso dovuta ad una paura profonda di quello che potrebbero dire fuori. E COSA INVECE DIRE A CHI CREDE CHE IL PRIDE MONTH E IL PRIDE SIANO COSE SUPERATE? Che l’unica cosa ad essere stata superata è il limite di sopportazione delle persone che vogliono essere se stesse e devono dar conto agli altri se lo sono […]

... continua la lettura
Libri

Il posto dei santi, l’emozionante romanzo di Bianca Favale

Il posto dei santi è il romanzo d’esordio di Bianca Favale, edito da ScatoleParlanti per la collana “Voci”. Alma farebbe qualsiasi cosa per nascondere la relazione che porta avanti da sempre con Nina, la sua prima fidanzata, moglie e madre di famiglia. La sua esistenza è intrisa di bugie e accompagnata dalla pigra attesa del momento in cui lei e Nina potranno vivere il loro amore alla luce del sole. La forza di una promessa la costringe a guardare in faccia la realtà e a non aspettare più un istante per alzare il sipario della sua vita. Il posto dei santi, la trama Il romanzo ha un inizio crudo e diretto. La storia di Alma fin da subito sembra risaltare agli occhi del lettore con fervore ed irruenza. I forti contrasti cromatici, e le descrizioni ampie di abbigliamento e gusti, sembrano demarcare la linea dura e precisa di quelli che saranno gli esordi di una strabiliante vita. Le prime pagine de Il posto dei santi focalizzano l’attenzione sugli anni di vita di una protagonista piuttosto giovane. Alma frequenta infatti le scuole elementari e si pone una serie di domande che rendono il susseguirsi dei giorni una continua scoperta. Sarà qui che il concetto di “brutto anatroccolo” tenterà più volte di farsi spazio e prendere forma nella vita della giovane protagonista. Il romanzo della Favale ci racconta una serie di aspetti riguardo l’omosessualità: l’oblio, le domande, l’accettazione, la vergogna e la risoluzione con sé stessi, ma ancora di più ci racconta il concetto di “fase”. Più volte quando si è omosessuali, infatti, si ascolta la tipica frase che l’orientamento sessuale può essere stato viziato e cambiato da qualche cattiva conoscenza o da un lieve turbamento interiore, ma di fatto si tende a pensare che la situazione sia questione di tempo. Anche nel romanzo “il posto dei santi”, l’omosessualità della protagonista vive diversi momenti: la negazione, il mutismo, la curiosità, la sperimentazione, il dubbio, persino i percorsi obbligati, ma nulla di tutto questo sembrerà ostacolare il viaggio interiore che Alma compirà durante tutto il romanzo. Nel romanzo della Favale ci si imbatterà in due tipi di famiglie: una più conservatrice e severa, e l’altra maggiormente inclusiva. Entrambi gli approcci saranno esplicati dall’autrice in maniera esaustiva e completa, in modo da fornire uno specchio globale di tutte le realtà dei giorni nostri. Alma oltre ad essere la protagonista del romanzo, sembra rivestire il ruolo della libertà. Se dapprima, infatti i compromessi e le limitazioni sociali sembrano strapparle la voce, d’altra parte, col tempo, Alma diventerà l’emblema del coraggio e dell’accettazione. Ad accompagnare un grande personaggio come quello della protagonista, è senz’altro quello di Nina, una delle persone più importanti della sua vita. Nina, infatti, pur essendo l’opposto di Alma, troverà la chiave di volta per diventare il fulcro di tutta la sua vita. Il loro rapporto è fresco, intenso e gioviale. Le loro conversazioni saranno sia leggere che profonde. I loro sguardi sembrano attraversare la carta stampata per raggiungere quello del lettore, fino […]

... continua la lettura