Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Francesco Arienzo live al Lanificio 25: un ragazzo sensibile

Francesco Arienzo live al Lanificio 25: un ragazzo sensibile

In un caldissimo 25 agosto, il Lanificio 25 apre le porte a Francesco Arienzo e alla sua Stand Up Comedy

Francesco Arienzo: il timido introverso

Tra mascherine e distanziamento, la suggestiva location del Lanificio 25 ospita Francesco Arienzo in quel che è il secondo appuntamento del tuor estivo organizzato da The Comedy Club.
In un momento non facile per gli show dal vivo, tra norme da rispettare e ansie più che lecite, lo spettacolo di Francesco Arienzo si presenta come una piacevolissima parentesi in cui è possibile tirare un sospiro di sollievo e sentirsi leggeri per un’ora e più. Dopo l’apertura di un sempre in forma Davide DDL, ecco arrivare il protagonista della serata.

Il monologhista napoletano classe ’81 si esibisce in un doppio spettacolo (20:30 prima; 22:00 poi), riuscendo a trasportare tutti i presenti nel suo particolare universo di timidezza che cela però una straripante schiettezza e simpatia.
Impossibile non sentirsi almeno per un attimo nei panni del comico nato a Casalnuovo di Napoli, nonostante (o forse proprio per) le sue mille contraddizioni e le sue difficoltà a trovare posto in un mondo che lo fa sentire sempre inadatto. Ed ecco quindi un’antologia di un’ora e mezza di situazioni capovolte: i pregi della quarantena, il disagio di essere “timidi introversi” in un mondo di “estroversi espansivi con braccia lunghissime!” e  tristi ricordi adolescenziali.

Un “ragazzo molto sensibile”, come si definisce Francesco durante lo spettacolo, che fornisce la sua personalissima visione della vita grazie a squarci narrativi che fanno da finestre sulla sua comicità.
Tutto è assurdo, tutto è al contrario. Un esempio? L’invidia è una colpa degli invidiati. Sono loro a chiederti come stai, ma solo perché sanno che “stai peggio di loro”.

«Nel mondo siamo 7/8 miliardi di persone…perché dovete venire tutti da me a vantarvi delle vostre fortune?»”

Nella girandola di disavventure e sorrisi, non si può non sottolineare la presenza dell’amico/collega di Arienzo, Frank Matano, che per primo ha puntato sul ragazzo ai tempi di Italia’s Got Talent nel 2017.
Matano, ufficialmente in veste da spettatore, è stato estremamente partecipe allo spettacolo, salendo anche sul palco in chiusura e regalando un quarto d’ora di risate grazie a sketch improvvisati proprio con Arienzo.

Quello di Francesco è senza dubbio un appuntamento riuscito, che centra il suo obiettivo primario: portare un po’ di spensieratezza in un momento così teso (del resto lui è un ragazzo molto sensibile). Il tutto ovviamente, nella splendida cornice del Lanificio, che si conferma ancora porto sicuro per stand up comedy, buona musica e sano divertimento.
Il tour di Arienzo continua a:

Taranto 26/08
Bari 27/08
Lecce 28/08

 

Fonte Immagine: https://www.facebook.com/grazieassai

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply