Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Francesco De Carlo live 2019

Francesco de Carlo live 2019. Recensione dello spettacolo

Una serata di puro divertimento si è consumata domenica al Kesté di Napoli con lo spettacolo di stand up comedy Francesco de Carlo live 2019, prima tappa del tour primaverile/estivo del comico romano che abbiamo anche avuto modo di intervistare alcuni giorni fa.

Resoconto dello spettacolo del Francesco de Carlo live 2019

Ad aprire la serata è stato Adriano Sacchettini, comico locale già noto nell’ambiente del Kesté che si è lanciato in una profonda riflessione su un problema che lo affligge: «il pene moscio» e la relativa operazione a cui si è sottoposto nel tentativo di risolverlo. Oltre a narrare la sua storia dai risvolti esilaranti Adriano ha ironicamente commentato il suo ruolo di opener dello spettacolo, dicendo «lo so già che quando lo spettacolo di de Carlo sarà finito e saremo saliti sopra voi farete gli applausi soltanto a lui!».

E dopo questo simpatico antipasto ecco giungere la portata principale: Francesco de Carlo. Il monologo di un’ora si apre con una riflessione sui 40 anni, un’età in cui «Non riesci più a farti ‘na bevuta» e diventi anche «più cinico e anaffettivo».Il comico si lancia così in un discorso lungo e profondo, in cui non fa sconti a nessuno: la crisi della sinistra e la critica ai “nuovi” fascisti, l’odio verso i «vecchi di merda» e i bambini nei luoghi pubblici, gli appuntamenti al buio a 40 anni e, naturalmente, le esperienze come comico nell’Inghilterra della Brexit (narrate, come saprà chi lo segue, nel programma Rai Tutta colpa della Brexit). Il tutto accompagnato dal tipico accento romanesco e da una forte componente fisica e caricaturale, con cui il comico ha enfatizzato gli eventi e i personaggi descritti tramite balletti e imitazioni vocali a tratti cartooneschi.

Francesco de Carlo costruisce con la sua comicità un personaggio divertente e irresistibile, ma allo stesso tempo cinico e scorretto. Un esempio lampante di quanto appena descritto all’interno del suo spettacolo è rappresentato dal suo interloquire continuamente con il pubblico, fingendo di “filtrare” con una ragazza seduta in prima fila o interrompendo lo spettacolo per farsi portare una birra da bere. Ma il perno centrale del monologo di Francesco de Carlo è stato senza dubbio il populismo, analizzato e schernito in ogni sua sfumatura: dai novax ai terrapiattisti, fino alla sfiducia che il popolo nutre nei confronti delle istituzioni.

Le altre tappe del tour

Dopo Napoli il Francesco de Carlo live 2019 toccherà le città di Pisa, Padova, Venezia, Conegliano e Cagliari. Un lungo tour che, ricordiamo, servirà per promuovere Cose di questo mondo, lo special di stand up comedy presto disponibile su Netflix. Ma invitiamo caldamente chi può ad andare ad assistere dal vivo allo spettacolo del comico romano, narratore di una storia personale che è anche la nostra, con tutte le dovute paranoie e ossessioni che la caratterizzano pronte ad essere esorcizzate da una sana risata.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi