Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Open mic

Open mic, anteprima dello spettacolo del 10 marzo

La stand up comedy continua ad essere di casa a Napoli. Domenica 10 marzo infatti si terrà al Kestè di Napoli, sul palco della sala Abbash, un nuovo spettacolo di open mic. Un’altra serata all’insegna della comicità più scorretta e scurrile che ci sia e avara di sconti verso chiunque e qualsiasi cosa.

Open mic del 10 marzo. Il programma della serata

Nelle scorse serate di open mic abbiamo visto i nostri comici locali esibirsi a fianco di colonne portanti del genere per quanto riguarda il nostro paese come Daniele Fabbri, Valerio Lundini e Filippo Giardina. Invece questa domenica si esibiranno talenti napoletani, veri e propri mostri di comicità a cominciare da Gina Luongo e dai suoi monologhi sulle sue (dis)avventure amorose.

A seguire troveremo l’apparente leggerezza con cui Flavio Verdino tratterà argomenti un po’ “delicati” (chi è stato all’open mic del 26 gennaio scorso, ad esempio, si ricorderà del suo scanzonato monologo sulla tossicodipendenza) e ci sarà spazio anche per l’arguta satira politica e sociale di Adriano Sacchettini. Tra gli altri comici che si esibiranno si segnalano Davide Diddielle, Connie Dentice, Dylan Selina e Stefano Viggiani.

Open mic al Kesté. Il palco principale dello stand up partenopeo

Si preannuncia quindi un’altra serata all’insegna del divertimento, della satira scorretta e di risate all’ennesima potenza al Kestè di via San Giovanni Maggiore Pignatelli, il quale si conferma essere una vetrina importante per il mondo dello stand up comedy. Un’alternativa alla stantia di stampo napoletana che, troppo spesso, si regge su stereotipi stanchi, ritriti e noiosi. A tale proposito sulla pagina Facebook di Stand up comedy Napoli l’open mic viene annunciato con il classico stile dissacratorio ed irriverente: «è ricominciato Made in Sud!  Un gruppo di comici terroni sale sul palco per parlare di: pesce moscio, serial killer, froci, ditalini, cazzi grossi e piccini, hitler e salvini, religione, immigrati, negri, ciccione, sedie a rotelle e bocchini… Ah no aspè, quelli so’ i comici di Stand up comedy Napoli».

Se quindi doveste trovarvi da quelle parti entrate e godetevi lo spettacolo di open mic nell’atmosfera informale e sgangherata dell’Abbash/Kestè, ma a vostro rischio e pericolo. Se poi doveste uscire fuori contrariati perché sono state messe alla berlina le vostre credenze e certezze non prendetevela con i poveri comici, semplicemente questo genere di spettacolo non fa per voi. Ma siamo anche convinti che il risultato sarà diverso.

Fonte immagine copertina: https://www.facebook.com/events/394492888047691/

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply