Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Premio Cartagine

Premio Cartagine 2018: fra i vincitori Luciano Ruotolo

Il Premio Cartagine, istituito nel 2001, è un premio rivolto a personalità che, in diverse declinazioni della cultura e del sapere, si sono distinte – in Italia e all’Estero, indistintamente  – per le loro attività divulgative e intellettuali.

Il Premio Internazionale Cartagine conferito a Luciano Ruotolo

Il 19 ottobre scorso si è tenuta, presso la Sala Protomoteca in Piazza Campidoglio, a Roma, la cerimonia di premiazione del Premio Internazionale Cartagine 2.0 2018; alla cerimonia ha preso parte anche Luciano Ruotolo, maestro di pianoforte e direttore artistico (e curatore di interessanti manifestazioni ed eventi musicali fra cui il Mimas Music Festival, svoltosi a Procida dal 21 al 31 agosto scorsi) nonché cofondatore dell’Associazione Mousikè e dell’Accademia Musicale Europeaun circuito musicale basato sull’eccellenza e sulla valorizzazione di giovani musicisti, rendendoli protagonisti all’interno dello scenario nazionale ed internazionale attraverso l’ideazione di rassegne, laboratori, masterclass, corsi ordinari di alta formazione musicale ed è impegnata nella divulgazione della musica considerata come un mezzo necessario alla crescita ed alla formazione sociale», aveva lui stesso affermato in una piacevolissima ed interessante intervista pubblicata qualche mese fa, sempre qui, per Eroica Fenice).

Luciano Ruotolo si è formato artisticamente presso il Conservatorio San Pietro a Majella, di Napoli, e presso l’Accademia del Teatro alla Scala, di Milano, e come si ricordava, affianca alla carriera pianistica, quella di Direttore Artistico rivestendo prestigiosi incarichi in ambito musicale.

Luciano Ruotolo e il Premio Cartagine

Ho avuto modo di conoscere Luciano al Palazzo Venezia di Napoli, dove il maestro tiene un corso di pianoforte; lì, in quella cornice storica ed artistica – e colma di pace e tranquillità, un locus amoenus in cui il fascino delle note del pianoforte fra il vento e lo stormire delle chiome degli alberi rievoca suggestioni profonde – Luciano si dedica alle sue lezioni di pianoforte con amore e dedizione, lì tiene concerti-saggio con i suoi allievi di pianoforte e concerti (fra cui una suggestiva serata fra il suo pianoforte e la voce del soprano Romina Casucci) e da lì sono partiti molti dei progetti e delle idee che hanno avuto risonanza internazionale. Da qui, da questo spirito internazionale della sua arte musicale, la motivazione del Premio Cartagine conferito a Luciano Ruotolo: “[…] La sua Arte Pianistica, viene acclamata in tour in Europa e negli USA. Ideatore di prestigiosi Festival a centri di Alta Formazione è impegnato nella divulgazione della Musica […] in virtù dei meriti acquisiti rappresenta uno dei massimi e più noti esponenti in Italia e all’Estero del Panorama Musicale […]”.

Cosa significa per Luciano Ruotolo questo premio?

«Il Premio rappresenta per me prima di tutto un’enorme sorpresa: è arrivato come un fulmine a ciel sereno; è un riconoscimento davvero importante considerando l’albo d’onore precedente ed il respiro internazionale. Mi ha molto emozionato, come primo impatto, alimentando la consapevolezza che il solco tracciato, con tanta passione,  è quello giusto. Viviamo in una società velocissima, a tratti cinica, dove l’Arte e la sua Bellezza vengono spesso piegate per logiche di mercato: noi proviamo, e parlo al plurale perché ho la fortuna di condividere con una squadra di persone eccezionali, a mantenere in vita la Musica perché rappresenta sicuramente ossigeno per la nostra umanità», ci ha confidato.

Fra i prossimi progetti a cui si sta dedicando il maestro Luciano Ruotolo, inoltre, figura la competizione internazionale di pianoforte, International Piano Competition. The Neapolitan Master, che si terrà a Napoli (nel Conservatorio di San Pietro a Majella) dal 5 dicembre al 9 dello stesso mese; nell’intervista (già citata fra le prime righe di questo articolo), Luciano Ruotolo aveva avuto modo di offrire una panoramica d’anticipazione su quello che sarà la International Piano Competition. The Neapolitan Master  ed ora aggiunge: «il Concorso si terrà dal 5 al 9 dicembre 2018 presso lo storico Consevatorio di Napoli che ha sostenuto la nostra idea aprendoci le porte grazie alla guida dell’attuale Direttore M° Carmine Santaniello. Stiamo registrando moltissimi pianisti  di altissimo livello provenienti da tutte le parti del Mondo. Questo segnale ci dà tanto entusiasmo perché Napoli deve riprendere il posto che merita nel mondo Musicale; proprio su questa direzione abbiamo organizzato con lo stesso format un concorso Lirico che si terrà ad Aprile 2019 nello stupendo Teatro Bellini di Napoli,  finale dei vincitori, con l’Orchestra Corallium.»

Le attività in campo musicale del Maestro Ruotolo proseguono e il Premio Cartagine risulta uno dei traguardi (che altro non è che la partenza di ogni nuovo inizio) che lo stesso maestro ha raggiunto con dedizione e amorevole passione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *