Il Giardino delle Zucche – Pumpkin Patch, un’oasi arancione a Pignataro Maggiore

Sabato 25 settembre ha aperto al pubblico il primo e più grande “pumpkin patch” d’Europa, Il Giardino delle Zucche di Pignataro Maggiore. Ma cos’è un “pumpkin patch”? Come suggerisce il nome è un campo in cui, da tradizione, le famiglie statunitensi si recano, in vista di Halloween, per scegliere la loro zucca preferita. Ed è proprio sul modello made in USA che si è scelto di strutturare questo piccolo angolo di paradiso country in quel di Pignataro. Ogni visita è, infatti, un piccolo viaggio negli Strati Uniti: a partire dall’ingresso, un ranch con il fienile rosso dove, circondati da pannocchie di mais e splendidi girasoli, si potrà scegliere la propria zucca, coglierla, decorarla e intagliarla. Ma le attrazioni a disposizione non finiscono qui. Oltre le 30 mila zucche per tutto il mese di ottobre i visitatori, grandi e piccoli, de Il giardino delle zucche potranno trascorrere una giornata in allegria con gli animatori dei laboratori didattici, con gli animali nella fattoria o perdersi nel labirinto di mais. Per i food lovers, invece, è presente un’area con deliziose bontà a base di zucca (tutte vegetariane) tra cui: il pumpkin bread, dolce di zucca e spezie; il pumpkin spice latte, il cappuccino realizzato con sciroppo alla zucca; le pumpkin donuts, ciambelle fritte alla zucca; il pumpkin butter, burro/marmellata ideale sia per fare colazione, che da utilizzare con i formaggi; pumpkin ice cream, gelato soft servito con topping alla zucca; gnocchi, polpette, pizza alla zucca; mais dolce, pannocchia morbida servita con sale e burro, patate rosse americane, pop corn.

Il Giardino delle Zucche – Il concept 

Il giardino di zucche nasce cinque anni fa dall’idea di Emily Turino e dalla sua famiglia: originari del Connecticut, in autunno, come da tradizione sceglievano le zucche con il quale decorare il proprio giardino con centinaia di bellissime zucche. Il campo di Pignataro Maggiore è conosciuto in tutta Europa, adatta ad accogliere famiglie con bambini piccoli, coppie, gruppi di amici per mostrare il proprio viaggio in America. Un’ulteriore particolarità del Pumpkin Patch  è il labirinto di mais colorato “glass gem corn” ampio 15 mila metri quadri. Il glass gem corn è una particolare varietà di mais seminata anticamente dai nativi americani. A riprenderne la coltivazione è stato Carl Barnes, per metà nativo americano, che ha cominciato a piantare diverse varietà di mais ormai scomparse dopo la disgregazione delle vecchie tribù in Oklahoma dal 1800 in poi, per portare avanti l’eredità lasciatagli dai suoi antenati. Così facendo, ha iniziato uno scambio di semi che ha coinvolto tutto il Paese, cercando nel frattempo di selezionare, salvare e piantare semi da cui nascevano pannocchie dai colori particolari. Questo ha portato alla nascita di questo mais così particolare.

Il giardino delle zucche di Pignataro Maggiore sarà aperto fino al 31 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *