Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Ring108

Magie e illusioni della Ring108 illumina Napoli

Lo spettacolo, organizzato da Ring108, “Magie e illusioni” ha colorato il Teatro Salvo D’Acquisto.

Nella notte del 31 gennaio le stelle sono scese da cielo per un attimo ed hanno portato la loro magia dietro il sipario del teatro napoletano, coinvolgendo il pubblico in una serie di incredibili esibizioni.

Tante le personalità e i campioni (di contest anche europei) nel mondo dell’illusionismo che si sono alternate nel corso della serata. Ma andiamo con ordine. Saykon e Giuliana hanno fatto del loro meglio per presentare con verve i differenti artisti in sala e, tra uno scherzo e un occhiolino agli spettatori, hanno fatto in modo di dare risalto ai diversi numeri di magia. A catturare l’attenzione e lo stupore dei presenti: Dario Adiletta, Francesco Della Bona, Francesco Meraviglia, Franky Mattew, Gabriele D’Angiò, Luca Costa, Luca Lombardo, Marco Critelli e Riccardo Emma.

“Magie e illusioni” di Ring108 con le performance più emozionanti

Tra le esibizioni che sono state più apprezzate dal pubblico, la “magia” di Luca Costa. Dopo svariati giochi di prese e scomparse di carte che fluivano da una mano all’altra come un rivolo d’acqua, il prestigiatore ha liberato le colombe. O meglio. Ha trasformato in colombe le carte che maneggiava, suscitando il clamore generale. Un numero degno di nota che celava i trucchi del mestiere e non permetteva agli occhi inesperti dello spettatore di scovare il trucco. Con Dario Adiletta, invece, protagonista è stata una sorta di magia dell’acqua. Una serie di movimenti dai rimandi tribali (come anche il costume di scena) ha dato vita ad un gioco di controllo dell’acqua. Una piccola fontana in sala funzionava secondo il volere dell’illusionista, in grado anche di rilasciare acqua dalle mani e di controllare (apparentemente) a distanza un oggetto inanimato. Una danza in blu, apprezzata in special modo dai più piccoli. Con Francesco Meraviglia, invece, si è fatti un salto nel passato. Entra in scena in completo, lui, con note di pianoforte che lo accompagnano e un racconto nostalgico sulle labbra. Si porta in scena una storia che sa di sigaretta e di risse da bar, eppure durante il racconto prende vita il trucco del prestigiatore, raccontando così la magia.

Franky Mattew è entrato in scena vestito da pittore. Sul palco delle tele e un macchinario in legno in stile vinciano lo hanno aiutato nella sua performance. Con lui il disegno diventa realtà. Sbuca una colomba da un quadro, una gabbia da un disegno ed uccellini di diversi colori e razze. Non c’è un momento di noia e tante sorprese a catena. In chiusura è salito sul palco Luca Lombardo. Con lui tutto il mondo del teatro è diventato magico e gli spettatori hanno perso la consapevolezza di cosa era reale e cosa fosse trucco, ritrovandosi a seguire i suoi movimenti e le sue storie come se fossero reali. Con un cambio di vestiario di pochi secondi, ha impersonato alcuni dei personaggi più noti alla cultura di massa, da Super Mario allo Spazzacamino e Mery Poppins ad ET. Il clou è arrivato con l’entrata di Peter Pan. Tutta la sala è diventata blu e lo spensierato ragazzo ha portato un po di magia ad ognuno dei presenti. Una chiusura di spettacolo dai toni romantici è stata resa con la storia d’amore tra un uomo e un manichino reso donna dalla sua fantasia.

“Magie e illusioni” della Ring108 ha davvero sorpreso. Ha coinvolto i bambini, ma ancora di più gli adulti, spesso attenti alla ricerca del trucco è più difficili da ammaliare. Eppure nella sera del 30 gennaio, un po’ di magia ha illuminato un angolo di Napoli.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply