Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Attori italiani più famosi

Gli 8 attori italiani più famosi: da Benigni a Castellitto

Gli 8 attori italiani più famosi: scopriamoli.

Nel panorama cinematografico per anni sono stati protagonisti di pellicole italiane davvero celebri in tutto il mondo i seguenti attori: Roberto Benigni, Raoul Bova, Michele Placido, Pierfrancesco Favino, Adriano Giannini, Sergio Castellitto, Carlo Verdone e Claudio Amendola. Grandi interpreti del cinema italiano, sono stati apprezzati sia nel genere comico, tragicomico che nel genere drammatico per la loro maestria nell’immedesimarsi perfettamente nel personaggio da interpretare e per la loro espressività e mimica facciale. Sguardi penetranti nelle scene drammatiche e sorriso aperto ed accattivante nelle scene comiche, questi attori hanno reso giustizia al lavoro svolto dai registi.

Roberto Benigni è uno degli attori più complessi degli ultimi 30 anni. Interpreta ruoli che hanno un forte valore morale. Un attore capace di ribaltare le regole e di provocare choc che emozionano e fanno riflettere non solo nei suoi film, ma anche nei suoi monologhi. Il climax della sua carriera di attore è rappresentato dal film “La vita è bella diretto dallo stesso Roberto Benigni. Egli interpreta l’intenso e drammatico ruolo di Guido di origini ebraiche che insieme alla moglie Dora (Nicoletta Braschi) formano la loro famiglia che culmina con la nascita del figlio Giosué. La storia giunge al 1944, anni teatro della persecuzione razziale contro gli ebrei. Essa viene descritta con drammaticità mista ad una dose di sdrammatizzazione per il figlio Giosué, costretto a vivere anche lui bambino nei campi di concentramento. L’orrore della morte, l’astuzia del padre Guido e l’incredulità del bambino si fondono per tutta la durata del film, creando un capolavoro cinematografico che ha commosso milioni di spettatori del grande schermo. Roberto Benigni ha vinto 3 premi Oscar: migliore attore protagonista, miglior film straniero e miglior colonna sonora.

Raoul Bova, attore famoso da oltre 20 anni, nel 2003 viene scelto dal regista Ferzan Ozpetek nella Finestra di fronte, un film drammatico sentimentale che Raoul Bova ha interpretato con grande profondità. Nel 2004 recita nel film di fantascienza Alien vs Predator. Successivamente si dedica ad interpretare il ruolo protagonista di “Scusa ma ti chiamo amoreeScusa ma ti voglio sposare, due commedie romantiche. Raoul Bova, attore molto versatile, si alterna tra scene di calibro profondo e scene allegre e leggere. Non bisogna dimenticare il film Io, l’altro (2007), del quale è anche produttore e che racconta l’incontro-scontro fra un siciliano ed un esiliato tunisino e Sbirri (2009), un film drammatico d’azione che racconta il difficile rapporto tra giovani e droga, incrociando elementi reali alla finzione cinematografica. Nel 2015 Raoul Bova lavora con il regista Michele Placido nel film drammatico “La Scelta“.

Michele Placido, attore e regista da oltre 30 anni, ha debuttato con “Pummarò” un film drammatico sul problema degli extra-comunitari presentato al Festival di Cannes. Ha diretto la regia del film “Le amiche del cuore” (1992) ed il film “Un eroe borghese” (1995) il cui tema principale è la storia reale dell’avvocato Giorgio Ambrosoli. Questo film ha permesso a Michele Placido di vincere un David speciale come miglior produttore. Attore e regista di spicco, dai suoi lavori cinematografici emerge un interesse per le problematiche sociali che Michele Placido recita o dirige con grande sensibilità. Nel 2006, apprezzato in tutta Europa, è il film Romanzo Criminale, in cui la sua qualità di regista gli permette di dare il meglio nel dirigere la storia della banda della Magliana ambientato a Roma.

Interprete di Romanzo Criminale diretto da Michele Placido è l’attore PierFrancesco Favino che è stato premiato con il David di Donatello per miglior attore non protagonista.
Ha recitato nel film drammatico “La Sconosciuta” (2006) del regista Giuseppe Tornatore e nella commedia fantastica “Una notte al Museo” (2007).  Uno dei film drammatici più importanti a cui ha preso parte è “Saturno Contro“, di Ferzan Ozpetek che l’ha consacrato come migliore attore protagonista durante il Festival del Cinema di Venezia nel 2007.

Adriano Giannini, figlio dell’attore Giancarlo Giannini, doppiatore ed attore, ha interpretato un documentario importante sulla città di Napoli Naples ’44, dove con amara ironia si racconta l’Italia meridionale nel periodo del secondo dopoguerra. Giannini ha interpretato con grande delicatezza e profondità il film drammatico-psicologico di Silvio Soldini nel 2018 “Il colore nascosto delle cose” in partnership con l’attrice-regista Valeria Golino. The Italian Jobs: Paramount Pictures e l’Italia un documentario sul rapporto che lega Paramount Pictures alla nostra nazione italiana vanta tra gli attori del cast proprio Adriano Giannini. In Treatment- L’ appuntamento, film drammatico diretto da Saverio Costanzo, recita il ruolo del paziente che si reca dallo psicologo Sergio Castellitto.

Sergio Castellitto, attore e regista, famoso da oltre 30 anni, possiede una personalità ed espressività intensa, che ben si adatta a ruoli di spessore. Non è una casualità che ha recitato il ruolo dello psicologo in partnership con Adriano Giannini nel film In Treatment-L’appuntamento nel 2013. Nel 2004 ha diretto ed interpretato il film drammatico record di incassi “Non ti muovere“, presentato al 57° Festival di Cannes (2004) nella sezione “Un certain regard”, ricevendo numerosi premi e il David di Donatello conferito sia a lui come miglior attore protagonista e sia all’attrice protagonista Penélope Cruz. Nel 2012 ha diretto ed interpretato il film “Venuto al mondo” ed è stato regista del film drammatico sul tema dell’anoressia “Nessuno si salva da solo“.

Carlo Verdone, attore e regista romano definito erede del grande attore Alberto Sordi con il quale ha lavorato nella realizzazione del film “In viaggio con papà“. Eccellente omaggio proprio in memoria di Alberto Sordi, nel 2013 interpreta il ruolo di protagonista nel documentario “Alberto il Grande“. Famoso il suo film “Grande grosso e verdone” dove mette in scena 3 personaggi totalmente differenti; il Candido, il Logorroico ed il Volgare. Questo film sottolinea le qualità attoriali di Carlo Verdone e la sua estrema versatilità nel recitare molteplici ruoli in un unico film. Interpreta un ruolo di rilievo nella tragi-commedia “La grande bellezza” del regista Paolo Sorrentino, storia di un critico di teatro che osserva e denuncia con ironia la superficialità degli eventi mondani di una Roma contemporanea. Premiata come miglior film straniero nel 2013, Carlo Verdone nel ruolo di Romano, vince il Nastro d’Argento al miglior attore non protagonista.

Attore dallo spiccato accento romano è Claudio Amendola che nel 1995 ha interpretato un ruolo in partnership con Michele Placido nella pellicola drammatica “I Poliziotti“. Nel 2007 recita nel film “Viaggio in Italia – Una favola vera del regista Paolo Genovese. La comicità di Claudio Amendola è travolgente come si riscontra nelle commedie “Noi e la Giulia” e “Hotel Gagarin“che tratta il tema della rinascita e la ricerca della felicità.

Gli 8 attori italiani più famosi: Conclusione

Con questo excursus sugli 8 attori italiani più famosi, abbiamo percorso insieme un sentiero della cinematografia italiana che dura da oltre 30 anni e che vanta una tradizione di film di successo apprezzati in tutto il mondo. È piacevole soffermarsi ed aprire gli occhi sui talenti Made in Italy che contribuiscono a generare arte e cultura nella nostra nazione e che riescono ad esportarla all’estero.

Fonte immagine: Roberto Benigni/teleclubitalia.it

Print Friendly, PDF & Email

Commenta