Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Olivier Ayache-Vidal in Il professore cambia scuola

Olivier Ayache-Vidal in Il professore cambia scuola

Recensione del film Il professore cambia scuola di Olivier Ayache-Vidal

Il film francese Il professore cambia scuola ha come protagonista il professore François (Denis Podalydès). Questo film è proiettato nelle sale cinematografiche dal 7 Febbraio 2019 e ha riscontrato approvazione sia da parte della critica francese  che da parte di numerosi spettatori. Un film sincero, estremamente umano e aperto alla speranza. Con questo prodotto cinematografico il regista Olivier Ayache-Vidal e l’attore Denis Podalydès hanno dato vita a un’indagine accurata sulla scuola pubblica e sul sistema didattico che risulta fragile su svariati aspetti.

Il film di Olivier Ayache-Vidal Il professore cambia scuola – Trama

Il professore, interpretato dall’espressivo e talentuoso attore Denis Podalydès, dopo aver esibito alcune sue teorie sulla didattica a una funzionaria ministeriale per impressionarla,  si ritrova da un giorno all’altro a insegnare nella più dimenticata periferia parigina. Inizialmente scoraggiato dall’inefficacia dei suoi metodi con la nuova e vivace classe multiculturale, François capisce che dovrà adoperare un altro metodo di insegnamento per farsi ascoltare dai suoi ragazzi e farli appassionare alle sue lezioni. Questa emozionante commedia francese di Olivier Ayache-Vidal con l’attore della comédie-française Denis Podalydès e l’attore Abdoulaye Diallo è un film sull’ importanza del ruolo degli insegnanti e sulla possibilità per tutti i ragazzi di credere nelle proprie capacità, trovare la fiducia in se stessi ed inseguire con coraggio le proprie passioni. Il metodo di insegnamento dei docenti dovrebbe fondarsi sull’ascolto attivo, sulla comprensione e sull’ incoraggiamento.

Il punto di vista di Olivier Ayache-Vidal e gli elementi chiave del film

Questo film è stato ritenuto un’opera d’arte del mondo della scuola, delicato, toccante e con una giusta dose di comicità che dona agli spettatori un lato ironico. Indaga con accuratezza il mondo della scuola pubblica, l’insegnamento e i problemi delle periferie che condizionano la condotta degli allievi. Il regista Olivier Ayache-Vidal ha voluto dar vita alla commedia francese Il professore cambia scuola, un film sociale che va alla ricerca dell’autenticità dei sentimenti dei ragazzi che si nasconde dietro atteggiamenti aggressivi e ricchi di paura da parte di adolescenti spaventati.

Il regista ci spiega come è nata questa commedia: «di fronte a una situazione che va oltre le sue previsioni il professore François si rende conto che uno stesso metodo non produce i medesimi effetti ovunque. Questa sensazione spaventosa ed eccitante della necessità di una ricerca perpetua di una pedagogia adatta a ciascun caso è l’ argomento chiave che ha guidato il mio lavoro e che il film cerca di proporre. Esiste una scena significativa quando il professore François lotta per convincere gli alunni poco motivati a leggere un libro, in quel momento cruciale si percepisce che non sono gli alunni a doversi adattare a lui, ma il contrario».  Alla domanda«Conoscere una materia non vuol dire avere le doti pedagogiche adatte per insegnarlail regista Olivier Ayache-Vidal risponde: «È esattamente questa la questione. Sono due aspetti molto diversi che costituiscono l’insegnamento. È come un pilota di F1 che non è detto abbia le capacità per essere un buon insegnante di scuola guida, pur sapendo ovviamente guidare bene». 

Per il protagonista Denis Podalydès come è stato interpretare il ruolo del docente François? Il regista ci svela un retroscena, affermando: «la grande maestria e versatilità del protagonista ha reso questo prodotto cinematografico più completo di quello in partenza, è stato catapultato in un universo diverso, ma essendo una persona molto intelligente ha apportato degli elementi  fantastici al film, come dei momenti di improvvisazione che hanno reso il film migliore».

Un’ottima regia quella di Olivier Ayache-Vidal, garanzia nel mondo del cinema francese, ha voluto raccontare con energia e precisione, lo scontro di due mondi, di due realtà sociali completamente differenti quella del centro città parigino e della periferia. Una forte critica alla cecità dei docenti che non aggiornano il loro metodo di insegnamento, interpretata dalla freschezza dei volti degli attori e dalla sapidità dei sentimenti. Una commedia portatrice di valori genuini a favore degli adolescenti e delle loro problematiche. Denis Podalydes, nel ruolo di François, dimentica di essere un attore teatrale classico per far emergere la naturalezza della recitazione, dà vita ad una commedia francese divertente e leggera che ha saputo conquistare il pubblico del grande schermo.

Conclusioni

Una commedia che ha come focus la prospettiva del docente che si impegna giorno dopo giorno a stimolare lintelligenza e la forte creatività che caratterizza i suoi alunni. Attraverso l’empatia e la comprensione, François riesce a far breccia sui ragazzi e il suo metodo d’insegnamento cambia e migliora seguendo le orme dell’ attore Robin Williams in Attimo Fuggente, divenendo così  il  Capitano, mio capitano del 2019. Tra successi e sconfitte i suoi studenti cambiano, ma anche la vita di François cambia.  Un film non banale sull’importanza dell’insegnamento scolastico che può motivare i giovani a studiare e che può condurli a saper credere in se stessi. 

 

Immagine in evidenza dal web: www.comingsoon.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.