Chi porta i regali a Babbo Natale?

Chi porta i regali a Babbo Natale?

Chi porta i regali a Babbo Natale? Una domanda che spesso i bambini rivolgono ai propri genitori e alla quale probabilmente si può dare una risposta quantomeno soddisfacente. Naturalmente, è opportuno tenere conto del fatto che l’immaginazione dei più piccoli non ha limiti e quindi le varie “possibilità” di risposta possono essere considerate tutte valide. 

Nella tradizione natalizia è uso comune ricevere regali da Babbo Natale, ma chi li porta al simpatico omaccione dalla barba bianca? Scopriamolo insieme.

La magia del Natale fa sì che i bimbi ricevano i doni tra il 24 e il 25 dicembre: Babbo Natale, equipaggiato con una slitta magica e otto renne volanti, distribuisce giocattoli ai bambini di tutte le famiglie di tutto il mondo.

San Nicola, il “moderno” Babbo Natale, era portatore di doni, al quale però, secondo la tradizione anche i bambini lasciavano qualcosa in regalo per ringraziarlo.
Una vera e propria tradizione culturale, dal carattere affascinante e suggestivo, che stimola l’immaginazione dei bambini, spesso spingendoli a fare i bravi per timore di non ricevere nulla da Babbo Natale.
Sono tantissime le leggende circa la figura di Babbo Natale che nel tempo si sono diffuse e anche contaminate anche da fattori di tipo religioso e sociale, in base ai diversi Paesi di riferimento.

Chi porta i regali a Babbo Natale? Secondo quanto dettato dall’immaginazione dei bambini, sarebbero gli elfi a portare e confezionare i doni per Babbo Natale, col quale convivono da tantissimo tempo. Tra un saltello, un sorriso, un dispetto e tanta fantasia, i piccoli elfi dalle orecchie appuntite, creano dei pacchettini anche per il tenero Babbo Natale, posizionati sotto ad un enorme e coloratissimo albero di ghiaccio.

In realtà molti bambini, non solo in Italia, ma in diverse parti del mondo, per gentilezza e per ringraziare per i doni ricevuti, lasciano qualche dolcetto e un bicchiere di latte caldo a Babbo Natale. Al mattino, solitamente il 25 dicembre, giorno destinato all’apertura dei regali, le famiglie riunite intorno all’albero, trovano solo briciole e bicchieri vuoti, segno che Babbo Natale ha apprezzato. Quelli lasciati dai piccoli, sono dei semplici pensierini per far sì che l’anziano e goffo uomo dei regali possa rifocillarsi. Essendo grande e grosso, Babbo Natale si presume che ami mangiare e che sia molto goloso, ecco perché ogni piccolo è attento a preparargli una fetta di torta, qualche biscotto, una tazza fumante di cioccolata calda o del latte.

Il Babbo Natale attuale può essere considerato un personaggio nato dall’unione di componenti storiche differenti, anche moderne: il nome anglofono, Santa Claus, sembrerebbe provenire da Sinterklaas, appellativo utilizzato in Olanda e derivato proprio da San Nicola. Con il passare degli anni, poi, la figura tradizionale si è arricchita di nuove vesti, nuove caratteristiche, diventando una vera e propria icona natalizia; e con il trascorrere del tempo anche le domande dei bambini sono aumentate, ecco perché ci si chiede: chi porta i regali a Babbo Natale? Interrogativo importante al quale dare una risposta, soprattutto per non sminuire quell’aurea magica che caratterizza i giorni di festa. 

Per quanto riguarda i regali destinati direttamente a Babbo Natale, quindi quelli definibili “personali”, come detto precedentemente, sarebbero consegnati, anzi per meglio dire, confezionati, dagli elfi, che secondo la tradizione culturale europea, vivono con lui al Polo Nord in un grandissimo e freddissimo villaggio, dove arrivano tutte le letterine dei bambini di ogni parte del mondo.
Una squadra di piccoli omini verdi che aiutano babbo Natale a smistare, elaborare e talvolta anche costruire i regali… tra questi anche quelli per lui.

I regali per Babbo Natale talvolta possono essere scelti direttamente da lui e secondo teorie abbastanza fantasiose, (ma si sa che a Natale tutto diventa magico, quindi perché non crederci?) sarebbero consegnati direttamente Befana, che arriva in Italia, il 6 gennaio. La vecchietta, in sella alla sua scopa, porterebbe i regali a Babbo Natale, direttamente nel villaggio segreto dove vive con i suoi elfi.

Con un’analisi più approfondita sarebbe bello capire quali siano i gusti di Babbo Natale, sempre pronto ad accontentare tutti. Le leggende narrano che i regali dei bambini “cattivi”, il caro Babbo decida di tenerli per sé, donandoli a chi veramente si comporta bene. Infatti, spesso i bimbi non ricevono in dono ciò che chiedono, magari proprio perché sono stati un po’ discoli.

Babbo Natale vive in un villaggio magico, dove non occorre nulla, avvolto dalla magia che lo travolge tutto l’anno. Ogni giorno si diverte a trascorrere del tempo con i suoi elfi, simpatici ma anche dispettosi e nel periodo natalizio, si dedica unicamente alla preparazione dei regali.

Sicuramente uno dei regali che Babbo potrebbe desiderare è che tutti i bimbi del mondo abbiano ciò che vogliono e non si parla esclusivamente di regali.
Chi gli porta i regali? Come fa a sapere cosa desidera? Probabilmente è una magia anche questa, che si aggiunge alla lunga lista di quelle esistenti e che identificano lo spirito natalizio.

I regali per Babbo Natale sono consegnati dalla Befana? Confezionati direttamente dagli elfi che vivendo con lui lo conoscono bene? O sono semplicemente frutto della magia?

Non è dato saperlo con certezza. Babbo Natale è un uomo misterioso, parla poco, legge molto, sorride quando analizza le letterine dei bimbi, ha un cuore enorme e una dolcezza sconfinata.

 

Immagine in evidenza: Pixabay

A proposito di Gerardina Di massa

Vedi tutti gli articoli di Gerardina Di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *