Seguici e condividi:

Eroica Fenice

I 10 alberi più antichi al mondo

I 10 alberi più antichi al mondo

Quali sono gli alberi più antichi al mondo?

Di sicuro le specie viventi più longeve in assoluto sono gli alberi centenari e millenari che da un tempo lunghissimo assistono alla nostra vita sulla Terra. Maestosi esemplari che hanno visto il trascorrere di epoche e si sono arricchiti anno dopo anno, secolo dopo secolo, di rughe e segni del tempo, senza però soccombergli. Per questo motivo gli alberi sono una fonte incredibile di informazioni sul nostro pianeta: conoscendo l’età di un albero possiamo ricavare notizie riguardo il clima terrestre nella nostra storia.

Come calcolare l’età di un albero

Definire l’età di un albero non è compito semplice, né universalmente riconosciuto perché esistono diverse tecniche parallele usate in diverse nazioni. Il metodo più conosciuto conta gli anelli presenti nella sezione del tronco: ogni anello equivale ad un anno di vita.

Si tratta della cosiddetta dendrocronologia, il processo di datazione mediante l’uso di anelli degli alberi. I tronchi della maggior parte degli alberi hanno anelli che si riscontrano ogni anno, e il conteggio di questi anelli fornisce agli scienziati informazioni sull’età stimata dell’albero. Gli anelli si formano perché il legno che la pianta produce in primavera è chiaro mentre quello che produce in inverno è più scuro. I cerchi hanno anche diverse forme, dalle quali si deduce se la pianta era in buona salute o meno.

Chiaramente questo metodo può essere utilizzato se è possibile ricavare la sezione dell’albero tagliandolo. In alternativa, se l’albero è in vita, di solito si misura la circonferenza del tronco, e si divide il numero per 2,5 per ottenere un’età approssimativa.

Quali sono i 10 alberi ancora viventi più antichi al mondo?

  • Oliveira De Santa Iria De Azòira è un albero di ben 2850 anni! Si trova a Loures, in Portogallo, ed è un esemplare di ulivo europeo dal grande effetto suggestivo. Non si tratta di una specie che si sviluppa in altezza ma, piuttosto, la maestosità del suo tronco ne indica l’età. Del resto, fin dalle Sacre Scritture, l’ulivo è indicato come un simbolo di fede e longevità e da sempre quest’albero rappresenta operosità e saggezza.
  • Il Patriarca della Foresta: si tratta di un esemplare della specie di Cariniana, pianta legnosa che vive nelle zone tropicali di Brasile, Venezuela e Madagascar. Per la sua composizione naturale, questa specie viene sfruttata per ricavare materiale legnoso molto resistente. A causa della deforestazione è sempre più raro trovarne esemplari longevi. In particolare, il Patriarca della Foresta, con circa 3000 anni di età, si trova a Santa Rita do Passa Quatro, un comune del Brasile nello Stato di San Paolo.
  • Castagno dei Cento Cavalli. I castagni sono tra le specie più antiche al mondo e tra i suoi esemplari troviamo un illustre millenario in Italia, precisamente a Sant’Alfio in provincia di Catania. Il Castagno dei Cento Cavalli vive da circa 3000 anni. Il suo nome ha origine da una leggenda secondo cui la regina Giovanna la Pazza, di passaggio per il paese, si riparò da un temporale sotto le sue fronde insieme al suo esercito di cento cavalieri
  • S’ozzastru: anche l’Italia vanta il suo primato. In Sardegna, nella provincia di Sassari, si trova questo olivo selvatico che supera i 3000 anni di età! È il patriarca degli olivi millenari in Europa e detiene anche il record di albero più antico d’Italia. Il nome in dialetto sardo significa “Olivastro”. Nel 1991 è stato dichiarato monumento naturale. Nei suoi dintorni ci sono altri alberi millenari, sebbene più giovani.
  • Il Senatore, in Florida, è il più grande cipresso degli Stati Uniti, il più antico della sua specie. Ha 3500 anni e sappiamo che costituiva un punto di riferimento per gli indiani. La sua dimensione impressionante gli ha permesso di sconfiggere gli uragani che spesso però ne hanno ridotto l’altezza.
  • Gran Abuelo è un albero antichissimo della specie di cipressi autoctoni che nascono sulle montagne delle Ande. Si tratta di alberi di per sé molto longevi: il più antico esemplare vivente ha 3640 anni. Questo cipresso è custodito all’interno del Parco Nazionale Alerce Costero. Possiede una circonferenza di 5 metri ma è la su altezza a stabilire un vero e proprio record, toccando i 70 metri. Appartiene alla famiglia dei cipressi della Patagonia, e cioè della specie più grande del Sud America.
  • Llangernyw Yew è un tasso di circa 4000 anni e con una circonferenza di 10,75 metri. Si trova in un sagrato in una chiesa nel Galles del Nord, nel villaggio da cui prende il nome. Si tratta di uno dei 50 alberi più importanti della Gran Bretagna. La sua fama è anche legata ad una leggenda secondo cui, nella notte di Halloween, uno spirito vaga nei suoi pressi annunciando i nomi degli abitanti che moriranno entro l’anno.
  • Sarv-e Abarqu è un cipresso nella provincia di Yazd in Iran che conserva oltre 4000 anni. Con la sua altezza di 25 metri e circonferenza di 11,5 metri, questo speciale cipresso è considerato un monumento nazionale iraniano. Le favorevoli condizioni naturali della sua posizione sono state accreditate come la ragione principale della longevità dell’albero. Secondo una leggenda, l’albero fu piantato dall’antico profeta iraniano Zoroastro.
  • Matusalemme: è questo il nome del Pino Bristlecone a lungo creduto il più antico albero vivente al mondo. Questo maestoso pino vive nelle White Mountains in California da millenni, per esattezza da 4841 anni. La sua posizione esatta è tenuta segreta per proteggerlo dal pubblico. L’albero porta il nome di Matusalemme, il noto profeta biblico deceduto a 969 anni. Ha detenuto il titolo di primo tra gli alberi più antichi al mondo fino al 2012, quando si è scoperto un pino con una storia ancora più antecedente.
  • Il Great Basin Bristlecone Pine si trova ad una quota di circa 3000 metri di altezza sulle montagne della California. Non è un caso che gli alberi più antichi al mondo siano della stessa specie, che si dimostra quindi la più longeva. Come una sorta di fratello maggiore di Matusalemme, il Great Basin vive nelle White Mountains californiane da ben 5066 anni.

Fonte immagine: Pixabay

Print Friendly, PDF & Email

Commenta