Nuovi software e modelli, ecco le mosse di Epson per le stampanti

Nuovi software e modelli, ecco le mosse di Epson per le stampanti

La Epson si rimbocca le maniche e riparte con grandi novità nel comparto delle stampanti, soprattutto per uso misto professionale e consumer: arrivano nuovi modelli che ampliano la gamma in commercio, ma anche un software che promette prestazioni di grande rilievo.

Il successo delle stampanti Epson

Negli ultimi anni la società nipponica ha scalato posizioni nella classifica di gradimento degli utenti di tutto il mondo, grazie anche a modelli performanti e convenienti, dal buon rapporto tra qualità e prezzo, così come si rivela quello delle componenti, cartucce di inchiostro su tutte: per aver un quadro più preciso dei costi si possono vedere le schede che il portale Stampante.com dedica ai vari esemplari della famiglia, a cominciare dalla Epson XP 225, una delle stampanti multifunzione più vendute anche nel nostro Paese.

Si amplia la gamma

Dal prossimo mese di aprile la compagnia giapponese ha deciso di estendere le possibilità a disposizione di chi cerca qualcosa di più potente per le proprie attività di stampa, anche in ambito professionale: è previsto infatti tra qualche settimana il lancio ufficiale dei nuovi modelli di stampanti Epson, che mantengono alto il livello di funzionalità ma non disdegnano un design ricercato, in grado di integrarsi integra con l’arredamento e l’ambiente circostante, grazie a dimensioni compatte e a una ricercatezza estetica elegante, a cui si aggiungono ovviamente varie numerose funzioni intuitive e molteplici possibilità di connessione.

Modelli per uso domestico e professionale

In dettaglio, è stato anticipato che le versioni XP-5100 e XP-5105 si caratterizzeranno per offrire alte prestazioni pensate per chi necessita di una macchina che stampi a casa documenti di tutti i giorni, mentre invece le WF-2860DWF e WF-2865DWF sono dispositivi 4-in-1 professionali, adatte per chi lavora in remoto, da casa o in un piccolo ufficio. In comune, questi quattro multifunzione hanno la capacità di integrarsi perfettamente in qualsiasi ambiente, unendo un design compatto ed elegante alla funzionalità del display LCD da 6,1 cm e dell’intuitiva interfaccia utente.

Una scelta strategica

Il Consumer Business Manager di Epson Italia, Renato Salvò, ha commentato la scelta della società spiegando che “sono sempre di più le persone che necessitano di stampanti altamente funzionali da utilizzare a casa o nei piccoli uffici per stampare documenti di tutti i giorni e gestire le attività tipiche di un ufficio”. Per questo, il manager ha definito importante la strategia di “progettare stampanti che uniscano funzionalità, facilità di utilizzo e connettività a un design elegante e compatto capace di integrarsi in qualsiasi ambiente. I nostri nuovi modelli rispettano questa esigenza, offrendo ai clienti ancora più scelta”.

Un nuovo software

Novità in arrivo anche per gli utenti delle stampanti serie SureColor SC-F per il mondo tessile, che da oggi potranno contare su Edge Print, un innovativo software RIP che assicura prestazioni elevate grazie ai core engine PS di Adobe, che consentono l’elaborazione dei dati Post Script per una serie di formati di file, ma anche la possibilità di gestire insieme fino a quattro stampanti e di semplificare la gestione dei documenti, oltre che di controllare colore, screening, stampa in sequenza per tutta la lunghezza del supporto e annidamento.

Mettere a tacere le critiche. Mosse importanti per la Epson, che in questo modo cerca anche di mettersi alle spalle le polemiche che avevano chiuso il 2017, e in particolare le critiche provenienti dalla Francia, dove un’associazione di consumatori (Hop, Halte à l’Obsolescence Programmée) ha accusato il colosso giapponese di favorire la cosiddetta “obsolescenza programmata“, ovvero la riduzione (secondo l’associazione francese, deliberata) della durata di funzionamento di un prodotto al fine di aumentarne il tasso di sostituzione.

3 Comments on “Nuovi software e modelli, ecco le mosse di Epson per le stampanti”

  1. sono tutte belle cose e belle novita’,su questo nulla da dira ma il problema rimane sempre.io ho dovuto cambiare una stampante ancora buona e funzionante solo perche si e bloccata,ho controllato il cassetto dei tamponi e non era sporco nemmeno tutto ma molto poco.se le persone come me che usiamo la stampante per qualche foto e non la usiamo tantissimo non e giusto venire bloccati da quelli della epson,noi consumatori dovremmo avere il diritto di usare la nostra stampante fino alle fine del suo ciclo vitale.sarebbe come dovere buttare una macchina dopo un tot di kilometraggio.e quelli di epson sono i primi della lòista,sarebbe ora di farli smettere a calci….la gente e stufa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. saranno cose tutte belle queste novita ma il problema rimane.io ho dovuto buttare una stampante ancora funzionante perche’ sono stata bloccata da quelli della epson,e controllando i tamponi ho visto che non erano sporchi nemmeno la meta’,noi consumatori dovremmo avere il diritto di usare la nostra stampante fino alla fine dfel suo ciclo vitale,sarebbe come rottamare una automobile ancora funzionante e con pochi kilometri,specialmente per chi non stampa moltissimo come me e altre persone.anche perche se vai in un centro epson per fartela sbloccare il costo e alto quanto una stampante nuova.ho visto anche su internet che c’era un proggramma per sbloccare le stampanti epson ma non viene aggiornato da molto tempo,poi ce un’altro proggramma ma devi comprare la chiave per sbloccarla e io non posso farlo dato che non ho ne paypal ne altro,sarebbe ora che facciano un nuovo programma gratuito per i loro clienti,ho tengano aggiornato quello che cera prima.perche la gente si e davvero rotta le scatole!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. sono tutte cose belle che ci sono scritte qui.ma il problema rimane sempre,io ho dovuto scartare una stampante ancora funzionante e i tamponi non erano sporchi nemmeno la meta.i consumatori dovrebbero avere dei diritti,di usare la loro stampante fino alla fine o almeno non buttarla prima del tempo,sarebbe come rottamare una automobile dopo un tot dfi kilometri.io ho tentato di sbloccarla ma non ci sono riuscita,e se vai in un centro epson ti chiedono una cifra troppo alta per sbloccarla e cosi ti conviene cambiarla,la cosa assurda e che e tutto un gioco di tasti segreti,quindi chiederti 70 euro pre schiacciare qualche tasto e da ladri.su internet ci sono due proggrammi per sbloccare le epson,quello gratuito non viene aggiornato da un po’ di tempo,poi ce un’altro programma dove devbi comunque comprare pagando la chiave di sbloccaggio.dovrebbero fare un programma gratuito utilizzabile solo dai clienti epson per poterla sbloccare,o aggiornare l’altro.perche la gente si e rotta veramente le scatole e ora di finira di bloccarci le stampanti!!!!! io l’altra non l’ho ancora buttatta via perche essendo ancora bella vorrei sbloccarla,adesso ho compreto ancora una espon ecotank,ma questa e l’ultima occassione che io do a quelli della epson dopo 35 anni che sono loro cliente,o ci danno un modo per sbloccarla gratuitamente oppure le esson ha chiuso con me e con tutti quelli del mio gruppo e siamo in molti.perche’ adesso ci siamo davvero rotti i cosiddetti…..basta!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *