Strategie di marketing: le aziende continuano a investire nelle campagne di comunicazione offline

La pubblicità tradizionale sembrerebbe essere in grado di colpire la sfera emotiva del consumatore e verrebbe quindi ricordata più a lungo.

In un mondo progressivamente digitalizzato, sono tante le aziende che decidono di non rinunciare a investire nelle campagne di comunicazione tradizionali.

Infatti, sebbene sia fondamentale continuare a curare il proprio sito web, la comunicazione sui social o le campagne di e-mail marketing, sono sempre di più le imprese piccole o grandi che stanno riscoprendo i vantaggi della comunicazione di marketing tradizionale.
I consumatori sembrerebbero apprezzare ancora oggi la sensazione che si prova quando si sfoglia un catalogo cartaceo o si riceve in omaggio ad esempio dei cappellini personalizzati con il logo del brand a cui si è affezionati.

In questo articolo vedremo quali sono le possibilità offerte dalle strategie di promozione tradizionale e quali vantaggi possono comportare per le aziende.

 

Marketing offline: i vantaggi delle strategie “vecchio stile” sembrano convincere le aziende

Un piano marketing può dare i risultati sperati soltanto se al suo interno vengono sapientemente incluse strategie di marketing offline e online: se da una parte, infatti, un gran numero di attività viene costantemente spostato sul web, è ancora grande l’impatto che la pubblicità tradizionale può avere sui consumatori.

Le aziende sembrano rendersi conto sempre di più questa necessità e stanno diventando consapevoli dell’importanza di non abbandonare i canali offline. La pubblicità tradizionale continua ad avere un’altissima considerazione da parte dei clienti e si sta rivelando in grado di accrescere la percezione positiva che i consumatori hanno nei confronti di un brand. Inoltre, la promozione “vecchio stile” è in grado di stimolare l’interesse di chi la vede che, incuriosito ad esempio da un breve spot televisivo, potrebbe andare a cercare su Internet ulteriori informazioni sull’azienda, trasformando l’interesse offline in traffico digitale.

Supponiamo, ad esempio, di vedere un manifesto pubblicitario che colpisce la nostra attenzione mentre guidiamo per andare a lavorare: a quanto pare ci sarebbe una svendita di scarpe in un negozio della zona, di cui però non abbiamo mai sentito parlare. Probabilmente se il cartellone ha suscitato il nostro interesse andremo a cercare maggiori informazioni sul sito web dell’azienda in questione, spostando l’attenzione dalla campagna più tradizionale al canale digitale.

Un altro vantaggio che la pubblicità offline può offrire alle imprese è quello di colpire diverse categorie di pubblico. La promozione digitale può infatti senza dubbio raggiungere una fetta anche molto grande di utenti, tuttavia, quella analogica è in grado di arrivare a ogni tipo di clientela possibile. Per fare un esempio pratico, lo stesso cartellone che annunciava la svendita di scarpe nel negozio della zona può raggiungere i ragazzi che vanno a scuola, il businessman che si reca a lavoro o l’anziano che va alle poste passando di lì.

Secondo quanto condiviso dall’Istat, inoltre, sarebbero oltre 6 milioni le famiglie in Italia che non utilizzano Internet, rendendo necessario per le aziende programmare anche attività di comunicazione tradizionale per essere in grado di raggiungere coloro che non appartengono alla popolazione digitale.

Se da una parte, quindi, non esistono dubbi sull’importanza delle strategie di comunicazione web, in realtà quelle tradizionali continuano a rimanere fondamentali per una campagna di marketing efficace.

 

Le aziende che raggiungono i consumatori con strategie di marketing tradizionale vengono generalmente ricordate più a lungo.

Le strategie di promozione di un’azienda sui canali offline possono essere di diverso tipo. Pensiamo alla differenza che esiste ad esempio tra uno spot pubblicitario alla televisione e l’annuncio alla radio dello stesso brand: il contenuto del messaggio proposto sarà certamente diverso per rispondere meglio alle richieste dei consumatori su un canale, piuttosto che sull’altro.

La promozione offline dovrebbe includere quindi varie strategie, impiegando i diversi mezzi a disposizione che offre. Tra questi troviamo:

  • Gli spot televisivi o radiofonici;
  • Gli annunci su giornali e riviste;
  • La pubblicità outdoor (come quella fatta alle fiere o sui volantini).

Seppure di diverso tipo, queste categorie sono però in grado di ottenere alcuni importanti vantaggi comuni. Si tratta infatti di metodi che vengono percepiti dai consumatori come più concreti rispetto a quelli digitali e sono in grado di aumentare la considerazione positiva che si ha dell’azienda.

Per comprendere meglio questo aspetto possiamo ad esempio considerare una pubblicità sul web: quando si uscirà dal sito che si sta visitando, scomparirà anche il banner promozionale. Se invece pensiamo ad un volantino o al gadget personalizzato ricevuto da un’azienda, stiamo invece parlando di oggetti concreti e tangibili, che rimarranno con il cliente per un periodo generalmente più duraturo.

Le campagne offline, se utilizzate sapientemente, sono inoltre in grado di colpire la sfera emotiva del consumatore. Pensiamo ad esempio a un manifesto divertente visto per strada o al telo mare del brand a cui siamo affezionati e che portiamo sempre in vacanza con noi: entrambi rappresentano strategie utili per fare in modo che l’azienda venga ricordata in maniera positiva dal cliente, rendendo più probabile che continui a sceglierla o che lo faccia in futuro.

 

La comunicazione multicanale sembra essere la strada per ottenere risultati aziendali migliori

Nonostante le possibilità offerte dai canali di comunicazione digitale, sembrerebbe quindi che la strategia tradizionale non sia comunque da sottovalutare. Si tratta infatti di un canale di promozione tutt’altro che superato e che permette di raggiungere anche coloro che non sono presenti online.

Stampare un catalogo cartaceo che il cliente potrà sfogliare è generalmente visto in maniera positiva dai consumatori, mentre il regalo di un piccolo gadget diventerà un dono gradito che il cliente continuerà a ricordare con piacere.

Integrare la dimensione digitale con quella offline si rivela quindi utile e necessario per il raggiungimento dei risultati aziendali, permettendo alle imprese di tutte le dimensioni di raggiungere i propri obiettivi.

A proposito di Mirko Garofalo

Vedi tutti gli articoli di Mirko Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.