Le case danzanti a Praga (Ginger e Fred): storia dell’edificio

Case danzanti Praga

Le case danzanti a Praga rappresentano il simbolo per antonomasia dell’architettura moderna praghese. Tra i palazzi antichi, i suggestivi scorci si staglia un edificio strabiliante, che ospita la Sede degli Uffici Nazionali Olandesi, soprannominato la Casa Danzante e Ginger e Fred, in quanto la forma atipica ricorda i due ballerini Ginger Rogers e Fred Astair.

Le origini dell’edificio “Ginger e Fred”:

All’angolo fra Rasinovo Nabrezi e via Resslova, lungo l’argine del fiume Moldava, sorgeva una casa che fu distrutta durante il bombardamento aereo americano ai danni dei praghesi il 14 febbraio 1945. Questo luogo fu acquistato nel 1992 dalla compagnia di assicurazioni olandese Nationale Nederlanden e per la costruzione dell’edificio fu scelto il progetto dell’architetto Vlado Milunic e come suo collaboratore fu scelto l’architetto Frank O. Gehry.

L’architettura:

La costruzione architettonica delle cosiddette case danzanti a Praga fonde l’estro surrealista a quello decostruttivo, realizzando una struttura dal sapore futuristico. Si tratta di un modello di edificio che idealizza delle forme concrete e, in questi caso, rimanda alla visione di una coppia bigenere nell’atto di danzare, tenendosi strette le mani. Il ballerino viene rappresentato dalla torre di pietra, che indica forza e stabilità, mentre la sua partner viene rappresentata dalla torre di vetro, simbolo di eleganza e fragilità. In cima alla torre maschile vi è una cupola avvolta da una chioma di capelli immaginari. I due architetti mantennero di fondo la visione di Milunic di due strutture che riprendessero il concetto dello Yin e dello Yang, ossia stabilità e dinamicità, che si presta ad un ulteriore livello di lettura: la transizione della Cecoslovacchia da regime comunista a democrazia parlamentare.

La struttura è formata da 99 pannelli di cemento di forme e dimensioni diverse; le cornici intorno alle finestre vogliono dare un  senso di tridimensionalità, ciò vale altrettanto per le linee sinuose delle facciate che tendono a confondere e a diminuire il netto contrasto con gli edifici adiacenti. Le case danzanti ospitano sui 9 piani a disposizione uffici, una galleria d’arte e un hotel di lusso, oltre che un glass bar e un ristorante dal nome “Ginger & Fred Restaurant“. Il consiglio per i turisti è di non fermarsi semplicemente a fotografare la facciata esterna dell’edificio, ma di entrarvi e approfittare del glass bar, aperto tutti i giorni dalle 9 a mezzanotte per godere di una splendida vista sulla città, grazie alla cupola di vetro, che mostra uno scorcio del fiume Moldava e del Castello davvero sensazionali. Infine, raggiungere le Case Danzanti è semplice con un  qualsiasi mezzo di trasporto pubblico e la fermata della metro più vicina è Karlovo Nàmesti, sulla linea B.

Fonte immagine di copertina: Pixabay.

A proposito di Carmen Giandomenico

Vedi tutti gli articoli di Carmen Giandomenico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *