Seguici e condividi:

Eroica Fenice

adolescenza e letture per comprenderla

L’adolescenza e la lettura per comprenderla

L’adolescenza è un momento cruciale nella formazione dell’individuo. Si esplora la propria interiorità cercando una consapevolezza che non derivi da indottrinamenti esterni e che non può (ancora) nascere dall’esperienza. Ci si immerge appena nel mondo degli adulti svelandone le contraddizioni. Si scoprono nuovi comportamenti e nuove regole sociali che rendono gli amici di sempre un po’ meno “familiari” e i nuovi conoscenti dei rebus da decifrare. In tutto questo folle processo conoscitivo, l’adolescente è fragile come ferita viva a tutte le sollecitazioni emotive del mondo esterno. Ed è proprio in questa fase di vita che la lettura assume un ruolo fondamentale:, diventando una guida alla comprensione dell’universo umano e delle regole sociali, morali, interiori ed emotive che lo regolano. Un modo per stimolare la critica e la riflessione, pur lasciando intatta la libertà di pensiero individuale. Il libro aiuta, assiste, supporta e in alcuni casi fa sentire più forte l’appartenenza al genere umano e meno il senso di solitudine che lo attraversa.

Ma quali sono i libri da consigliare durante l’adolescenza? Testi che spaziano da tematiche più profonde a letture più leggere, da spunti e picchi di riflessione a una sana lettura di svago. Ecco quelli pensati per voi.

Letture per l’adolescenza

“La Meccanica del cuore” di Mathias Malzieu racconta il sentimento amoroso nella sua complessità. In cima alla collina più alta di Edimburgo, una fredda notte nasce un bimbo col cuore di ghiaccio. La levatrice riuscirà a farlo sopravvivere applicando un orologio a cucù al suo cuoricino per farlo battere. Eppure il meccanismo è molto fragile e sentimenti impetuosi come l’amore potrebbero distruggerlo. Ma all’amore non c’è anima che sfugge e il giorno del suo decimo compleanno il giovane si innamora di una piccola cantante andalusa dalla voce ammaliante. Il romanzo segue le vicissitudini del giovane che lascerà tutto per trovare il suo amore.

“Io sono nessuno” di Jenny Valentine è stato selezionato per il Premio Andersen 2016. Si segue la vita di Chap, un giovane che ha perso la famiglia in seguito ad un incidente. Il ragazzo, desideroso di entrare finalmente a far parte di una vera famiglia, si approfitterà di due sposi che lo hanno scambiato per il figlio scomparso anni prima. Chap finge di essere Cassiel ma la storia di infittisce quando scopre il mistero che si cela dietro la sparizione di Cassiel.

“Parole Fuori”, casa editrice “Il Castoro”, è un libro – evento che vuole diventare un punto di riferimento per gli adolescenti. Riunisce dodici storie di diversi autori che si concentrano su un’ampia gamma di sentimenti attraverso le trame più disparate ricche di parole e immagini. Viene data voce alle emozioni e indagata la loro natura. Gli autori sono Pierdomenico Baccalario, Paola Zannoner, Silvana Gandolfi, Sara Colaone, Beatrice Masini, Lodovica Cima, Guido Sgardoli, Alessandro Baronciani, Antonio Ferrara, Luisa Mattia, Fabrizio Silei, Antonella Ossorio.

“Sette minuti dopo la mezzanotte” di Patrick Ness è invece stato selezionato per il Premio Andersen 2012. Racconta la storia di Conor e di un mostro, che ogni notte gli fa visita in un periodo molto difficile per il ragazzo, a causa del tumore che sta prosciugando la vita della madre. Il mostro è in realtà un grande tasso che racconta al piccolo umano tre storie. Ognuna ha la peculiarità di cambiare totalmente prospettiva e significato così che ciò che sembrava all’inizio della narrazione, non lo è più giungendo alla fine. “La quarta storia”, dice il mostro, “la racconterà Conor e sarà la sua verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *