Cuori in trappola di Jennifer Hillier | Recensioni

Fazi editore ha da poco pubblicato “Cuori in trappola” (collana Darkside) della scrittrice canadese Jennifer Hillier (titolo originale: Jar of Hearts, tradotto da Giuseppe Marano).  “Cuori in trappola” è un thriller dalla trama avvincente che vede come protagonisti adolescenti statunitensi di Seattle. 

Jennifer Hillier è autrice di otto thriller, tra cui ricordiamo il best seller “Little Secrets”, finalista per il  Los Angeles Times Book Prize  e l’Anthony Award. “Cuori in trappola” ha vinto il Premio “ITW Thriller Award” ed è stato finalista per l’Anthony and Macavity Awards.

“Cuori in trappola” è il primo romanzo dell’autrice canadese tradotto in italiano. 

Cuori in trappola: la sinossi

Siamo a Seattle (USA). Georgina (per gli amici Geo) è una sedicenne come tante, fa parte delle cheerleaders insieme alla sua amica Angela, la ragazza più popolare della scuola; entrambe sono molto amiche di Kaiser, un ragazzo timido e impacciato segretamente innamorato di Georgina. La vita scorre tranquilla finché Geo non conosce Calvin, un ventunenne spiantato, bellissimo ma violento e possessivo che, stranamente, non è interessato ad Angela ma a lei. 

«L’odore fu la prima cosa che percepì: una miscela inebriante di Budweiser, Calvin Klein Eternity e Marlboro. Se ci fosse stato un profumo dal nome “I tuoi genitori lo odieranno”, quella era esattamente la fragranza che avrebbe avuto».

La frequentazione con Calvin non porterà a niente di buono per nessuno di loro. Uno di loro sarà assassinato, uno andrà in carcere e uno indagherà per scoprire la verità.  Intanto, un uomo si aggira in città a strangolare le donne e a farle a pezzi, da qui il soprannome “Strangolatore di Sweetbay”.

«E la donna. Era figlia, nipote, amica. Anche di lei qualcuno sentirà la mancanza. Non era una vagabonda. I denti sono bianchi. Si tingeva i capelli. Le unghie sono coperte da uno strato di gel, un trattamento da estetista. Le donne senza tetto non spendono soldi per la manicure. Eppure qualcuno l’ha profanata tagliandola a pezzi come una scatola di cartone pronta per lo smaltimento. » 

Soltanto un mostro può fare una cosa simile. Kaiser ha conosciuto un mostro simile una volta, gliel’ha presentato la sua vecchia amica Georgina. 

Il romanzo ha una trama molto avvincente e la narrazione si caratterizza per la presenza di continui flashback tra passato e futuro, lasciando il lettore con il fiato sospeso. Solo in alcuni aspetti il romanzo perde di intensità, rendendo il finale un po’ scontato. Nel complesso però “Cuori in trappola” è un thriller ben scritto e molto consigliato per chi ama il genere. 

Fonte immagine: Ufficio Stampa

A proposito di Rita Giordano

Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche e mi occupo di progettazione sociale per il No Profit. Mi definisco curiosa e appassionata verso l’arte in tutte le sue forme: amo scrivere, dipingere ma soprattutto leggere, tanto da andare in astinenza se non leggo per più di un una settimana. Ho collaborato con varie riviste specializzate (Storie, Cevitasumarte, Guerra e Pace, Eco delle città).

Vedi tutti gli articoli di Rita Giordano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.