Seguici e condividi:

Eroica Fenice

https://fazieditore.it/catalogo-libri/fuga-di-morte/

Fuga di morte: la poesia della ribellione

Sheng Keyi, autrice del libro Fuga di morte pubblicato da Fazi Editore, regala ai suoi lettori una carrellata di immagini piene di un’emotività esplosiva: senso di libertà, importanza della conoscenza della verità, commozione di fronte all’arte, l’amore come motore primo e ultimo dell’azione dell’uomo.

La voce della scrittrice è senza dubbio una delle più interessanti nel panorama della letteratura contemporanea. Oltre ad avere un linguaggio schietto e crudo, la forza delle sue parole risiede soprattutto nella tangibilità delle immagini, forse anche uno dei motivi per il quale il romanzo è stato rifiutato in Cina considerando il suo contenuto controverso.

Fuga di morte, la storia

La storia inizia con Yuan Mengliu, un giovane ragazzo nato negli anni Sessanta che vive e studia a Beiping, capitale dello stato di Dayang.

Di fronte a sé ha un futuro da illustre poeta, e quando tutto sembra fluire naturalmente verso quella direzione, ecco che qualcosa succede dirottando completamente il corso degli eventi.

In un giorno qualunque compare dal nulla sulla piazza principale di Beiping un enorme escremento a forma di pagoda. Lo Stato cerca di sminuire la questione fomentando invece ancora di più la voglia di sapere dei cittadini, soprattutto dei giovani, anelanti di conoscere la verità. Le tensioni aumentano, nasce un movimento di protesta contro l’organo centrale guidato dagli intellettuali e i poeti.

Yuan Mengliu cerca di dare il suo contributo al movimento, senza però stare tra le prime linee, assopendo mano a mano la sua voce di poeta fino a perderla del tutto quando le proteste vengono violentemente represse e null’altro rimane se non corpi esanimi, persone scomparse e voltagabbana.

Da quel momento in poi Yuan sceglie di non scrivere più poesie, portando avanti una piccola e tacita rivoluzione interiore.

Egli cambia completamente vita, diventa medico e, così facendo, annienta la sua identità di poeta nella speranza che anche il mondo se ne dimentichi.

Ma per quanto una persona si voglia chiudere nel silenzio e nell’oblio dopo aver vissuto eventi così tragici, il ricordo dell’amore diventa il suo nuovo canto poetico e il motore primario delle azioni di Yuan Mengliu, il quale dieci anni dopo la repressione delle proteste dei suoi compagni poeti, andrà alla ricerca della sua amata e scomparsa Qi Zi. Nel mentre del suo viaggio, Yuan si ritrova catapultato in un mondo utopico ma dispotico, la Valle dei Cigni, in cui non esistono povertà e malattia ma la libertà delle persone è veicolata da un tacito senso di timore nei confronti del capo spirituale.

La narrazione diventa un continuo parallelismo tra passato e presente, vestito da futuro lontano.

La Valle dei Cigni diventa metafora dei sogni e i vaneggiamenti di un mondo migliore, corrotti però dalla fragilità dell’essere umano che non può non cadere in qualche modo in errore. La perfezione di questo nuovo mondo è retta dall’illusione, dall’appiattimento delle emozioni, dalla religiosa fiducia nei confronti di Alien, il capo spirituale della Valle. Nessuno vuole chiedersi quale sia la realtà, nessuno vuole combattere per la verità perché ciò ha portato in passato sofferenza, violenza e morte.

La fuga di morte a cui la storia del romanzo si riferisce può fare capo a due tipi di morte diversi nella loro essenza ma simili nel carnefice: quella dell’estraniazione della propria persona dettata alla forte repressione da parte della Stato e la morte vera e propria delle persone che hanno cercato di ribellarsi tramite il proprio intelletto alla coercizione del pensiero libero.

La Storia ha sepolto i nomi delle vittime in una tomba dimenticata ed il presente si nutre di questo oblio, reggendosi in un equilibrio menzognero e precario.

Tuttavia Sheng Keyi conclude il romanzo con una nota speranzosa che non è altro che la fiducia del ricordo. La bellezza in un mondo imbruttito dalle barbarie può essere ancora trovata e riscoperta nei gesti, le parole ed opere di queste persone dimenticate e la possibilità di ricostruire una realtà veritiera è sempre possibile e presente.

Sicuramente difficile, ma presente.

È possibile acquistare il libro anche online su Amazon.

Fonte immagine: fazieditore.it

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply