Le sorelle del mare del nord di Anne Prettin I Recensione

le sorelle del mar del Nord

“Le sorelle del mare del nord” della scrittrice Anne Prettin, è la storia di una saga familiare ambientata nel Nord Europa. Edito da Garzanti e tradotto da Monica Manzella, “Le sorelle del mare del nord” è la storia di tre sorelle che devono fare i conti con una scoperta che cambierà la loro vita per sempre.

Anne Prettin  è una scrittrice tedesca che ha vissuto con la famiglia in Nuova Zelanda.  Dopo aver studiato scienze politiche e sociologia, ha lavorato come giornalista freelance per diverse testate.

Le sorelle del mare del Nord- la trama

Siamo nell’isola di Juist, in bassa Sassonia, nel mare del Nord, una bellissima ma piccolissima isola di villeggiatura, vissuta da generazioni dalle stesse famiglie anche perché fu chiusa agli stranieri nel periodo della guerra. La famiglia Kiessling, proprietaria dell’hotel de Tiden, nell’isola, è composta da tre sorelle,  Frauke, Theda e Marijke, dalla troppo accomodante madre Adda, dal padre Eduard dal carattere pomposo ed esuberante, dalla nonna Johanne che ormai ha perso qualche rotella.  Marijke  è una fotografa di successo,  Theda ha dedicato la sua vita alla famiglia mentre Frauke è la madre di Arne ma ancora non ha superato il divorzio ed è perennemente di malumore.  Le tre sorelle che, ormai adulte, hanno preso strade diverse e che non sono mai andate troppo d’accordo, si ritrovano per un evento speciale: il loro padre deve ricevere una medaglia al valore e si aspetta che tutta la famiglia gli stia vicino per ascoltare il discorso che ha preparato, dargli consigli sull’abito da indossare e non pensare ad altro. Ma qualche giorno prima dell’evento, la famiglia riceve la visita inaspettata di una giovane donna, Helen, proveniente dalla Nuova Zelanda e alla ricerca del suo passato. Tale evento metterà in discussione i già precari equilibri familiari. 

“Aveva ancora le membra scosse. Vedere Helen era stato come guardarsi allo specchio della sua giovinezza. Non c’era niente di estraneo, niente che non avesse già visto almeno una volta. Il viso ovale, i lunghi e lucenti capelli scuri, la forma slanciata. Perfino il modo in cui Helen alzava le sopracciglia le era familiare”

“Le sorelle del Mare del Nord” è un romanzo dalla trama coinvolgente, ben scritto e ricco di descrizioni delle spiagge e delle bellezze dell’isola di Juist, nel Mare del Nord. 

“Adda desidera spesso di poter pensare solo ai tempi migliori, come sua madre. Ma non ci riusciva. Per lei, dimenticare era sempre stata un’impresa tremenda, e ormai le mancavano semplicemente le forze per farlo. Sembrava così allettante stendere un velo colorato sui suoi pensieri oscuri, e lei ci provava davvero. Alla fine, però, gli episodi in cui era protagonista di una narrazione che si era costruita da sé erano pochi e lontani tra loro, e risvegliarsi da quella fantasia era ancora peggio”.

Consigliato a chi ama le saghe familiari. 

 

 

Fonte immagine:  sito web Garzanti

A proposito di Rita Giordano

Sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche e mi occupo di progettazione sociale per il No Profit. Mi definisco curiosa e appassionata verso l’arte in tutte le sue forme: amo scrivere, dipingere ma soprattutto leggere, tanto da andare in astinenza se non leggo per più di un una settimana. Ho collaborato con varie riviste specializzate (Storie, Cevitasumarte, Guerra e Pace, Eco delle città).

Vedi tutti gli articoli di Rita Giordano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *