Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il libro dei Baltimore

Il libro dei Baltimore di Joël Dicker

Il libro dei Baltimore è l’ultimo romanzo di Joël Dicker, uscito negli Stati Uniti nel 2015 e  pubblicato in Italia alla fine del 2016 dalla casa editrice La nave di Teseo.

Dopo La verità sul caso Harry Quebert (Bompiani, 2013), Joël Dicker giovane scrittore svizzero, che ha esordito con “Gli ultimi giorni dei nostri padri”(2010), con il quale ha vinto il Prix des Genevois Ecrivains per opere inedite, con “Il libro dei Baltimore” sceglie nuovamente come protagonista il giovane scrittore Marcus Goldman.

Stati Uniti. Marcus, dopo la morte di suo zio Sam, famoso avvocato di Baltimore, decide di far rivivere la storia della sua famiglia, i Goldman, attraverso un romanzo, con lo scopo di fare chiarezza nelle proprie emozioni e nella sua vita. Ma non si tratta di un semplice racconto autobiografico.

Marcus racconta della sua  infanzia condivisa con i suoi cugini Hillel e Woody, figli di zio Sam e zia Anita, professionisti di successo che si erano costruiti un nome e una posizione a Baltimore, disponendo di ingenti risorse economiche. Marcus racconta del suo antico desiderio di essere figlio dei suoi zii che vivevano una vita più lussuosa e felice di quella che i suoi genitori, i “Goldman di Montclair”, come lui li definiva,  potevano permettersi.

Marcus descrive il forte legame che aveva con i cugini: di Hillel, ragazzo gracile e saccente vittima del bullismo scolastico e, di Woody, strappato alla strada e adottato dalla famiglia, una promettente stella del football. E ancora, di Scott, ragazzino affetto da una malattia rara, strenuamente protetto da Hillel e Woody e di Alexandra, che farà battere il cuore a tutti i cugini, compreso Marcus.

Ma “non è tutto oro quello che luccica”: i “Goldman di Baltimore” vivono più di una tragedia: ciò dimostrerà al Marcus ormai adulto  che le cose non sono mai come sembrano e che in tutte le famiglie ci sono segreti intrisi a frasi non dette e fragilità. La stesura del libro sulla sua famiglia, permetterà a Marcus di rincontrare persone del passato e di fare chiarezza su molti eventi, guardandoli da una prospettiva differente.

Il libro dei Baltimore parla di famiglia intesa come comune appartenenza non dettata solo dal legame di sangue

Bellissima la trama de “Il libro dei Baltimore”, scritta con la vera maestria che contraddistingue le opere di Dicker: ricca di digressioni, svela i segreti della famiglia a poco a poco, tenendo il lettore “avvinghiato” alla storia, con sempre nuovi colpi di scena. Il romanzo parla di vera amicizia, quella tra Hillel e Woody che farebbero qualsiasi cosa per proteggersi l’un l’altro ma che, come tutte le relazioni umane, non può sottrarsi a invidie e gelosie.  Si parla di famiglia, non solo come legame di sangue, ma come sentimento di appartenenza in tutte le sue sfaccettature.