Seguici e condividi:

Eroica Fenice

A Brave Introduction to Electronica: Jamie XX

Sono Brave.

Indossa le cuffie: oggi sarà una puntata speciale. Ti farò attraversare cinque brani scelti di un artista che ha inventato un’estetica con cui è cresciuta un’intera generazione.

Pronta/o? Cominciamo.

P.S. Questo mese inauguriamo la playlist con cinque brani tratti da ognuno dei dischi/artisti che ti ho consigliato nella mia rubrica, in continuo aggiornamento. Buon viaggio.

https://open.spotify.com/playlist/3EPCXkLM9rjY2LUO6JQHwJ?si=yPWEs94iRhCPDI1Ri_C0Dg

 

Brano n. 1: Loud Places

https://open.spotify.com/track/1jy7SkRcmBCTcv4ZMtwz29?si=HdspTpVPRfi44wYQcXOUYg

https://www.youtube.com/watch?v=TP9luRtEqjc&ab_channel=Jamiexx

Se l’arte è in grado di comunicare emozioni universali, quale emozione più universale della delusione d’amore? Il tema usato (e abusato) da migliaia di generazioni di poeti pittori scultori e musicisti non ha esaurito, nel XXI secolo, possibilità inedite di configurazione. La musica elettronica lo rielabora a modo suo, e il Nostro non fa eccezione: atmosfera da club londinese, lei che va in chissà quali nuovi luoghi con chissà chi altro, lui invece nei vecchi posti incasinati ma senza di lei. Alzi la mano chi non c’è passato.

 

Brano n. 2: Gosh

https://open.spotify.com/track/79Jl8KMvmnXedTjjW6pJan?si=MPW6QjKdQGGetN_nOKbzFg

https://www.youtube.com/watch?v=WjNssEVlB6M&ab_channel=Jamiexx

Questo guardalo su YouTube. Jamie XX ne ha fatto due video, uno più assurdo dell’altro (io preferisco il primo, quello che ti ho linkato). In questo brano c’è tutto quello di cui hai bisogno per mettere su il tuo rituale iniziatico metropolitano: la ripetizione estatica, i battiti di mani che rievocano i cattivi di Indiana Jones o di Apocalypto, il basso che incorona l’epifania del dio, il synth che ne sancisce l’ascesi. Brividi. Ti auguro una buona esperienza mistica.

 

Brano n. 3: Intro

https://open.spotify.com/track/2usrT8QIbIk9y0NEtQwS4j?si=y0iB6xq5SzGlpl7nspY_fQ

https://www.youtube.com/watch?v=veHqJSC-9Lo&ab_channel=LaurentZen

Per chi non lo avesse capito, Jamie XX si chiama così perché è uno dei tre fondatori della band inglese che ha accompagnato tutti i nati tra il il 1988 e il 1995 nella loro adolescenza. Intro è il brano più rappresentativo dell’estetica degli XX, a metà tra elettronica, ambient e post-rock. Quasi mezzo miliardo di ascolti su Spotify e 50 milioni su YouTube rendono bene l’idea ai neofiti della band l’impatto che il loro suono ha avuto sulle nostre vite. Provaci a camminare mentre indossi le cuffie. Poi mi dici.

 

Brano n. 4: Jamie xx’s track IDs

https://open.spotify.com/playlist/37i9dQZF1DXcIJGgaOURNE?si=Zbo1eAXxTQG7R60owbTfVw

Questo non è un brano, ma la playlist ufficiale curata da Jamie XX. Forse è uno dei pochi casi in cui è difficile scegliere se sia un migliore producer o un migliore DJ. In rete non si risparmiano i dj set di Jamie XX, dai Boiler Room ai mixtape per BBC. C’è l’imbarazzo della scelta. Buona festa.

 

Brano n. 5: Idontknow

https://open.spotify.com/track/55YMj9pA2x7CkC3NmDtBkl?si=3zqL0CV6TzW1NsDqYZGjsw

https://www.youtube.com/watch?v=rcaf9pBdhrw&ab_channel=Jamiexx

Chiudiamo con una profezia di Brave: se usciremo vivi dall’era delle pandemie, questa sarà la musica del futuro. E qua devi alzare il volume. Addio tentativi di ordine e tassonomie, addio monopolio statale della forza, addio equilibri geopolitici, addio etichette di buoncostume. Benvenute/i nella giungla postmoderna del terzo millennio. Sei pronta? Sei pronto? Sono pronto? Siamo pronti?

Buon ascolto. Poi mi racconti.

Brave

P.S. Piccolo presente:

https://open.spotify.com/track/6n8Ypn9YvoHBzCGRUo9uCu?si=fuUP42_fRue-O7xU3Hfs2A

https://www.youtube.com/watch?v=4t1SuBjg5Vs&ab_channel=somefamiliarstranger

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta