Seguici e condividi:

Eroica Fenice

BCT: Festival del Cinema e della Televisione di Benevento alla sua III edizione

BCT: III edizione del Festival del Cinema e della Televisione di Benevento

BCT, Festival Nazionale del Cinema e della Televisione di Benevento | Anticipazioni

Il BCT, annuale Festival Nazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, giunge alla sua III edizione e, dal 9 al 14 luglio, ospiterà l’universo dei media in tutte le sue dinamiche: il grande cinema ed il meglio della stagione televisiva.

Il BCT – Festival Nazionale del Cinema e della Televisione è il primo ed unico evento in Italia ad unire, all’interno della stessa manifestazione, il mondo cinematografico e televisivo.

Ricchissimo il programma del Festival 2019: incontri, anteprime tv e cinematografiche, concorsi ed eventi, proiezioni, masterclass, spettacoli, concerti, interviste e dibattiti aperti al pubblico e agli spettatori animeranno la città sannita in una settimana entusiasmante e carica di stimoli, che prevederà la presenza di ospiti, anche internazionali, e di iniziative, organizzate insieme a prestigiosi partner che hanno sposato con entusiasmo la logica del BCT, fondato e diretto da Antonio Frascadore.

Un Festival che ha anticipato i tempi rispetto alle tradizionali manifestazioni cinematografiche, unendo due settori in passato tenuti rigorosamente distinti ma che oggi, più che mai, risulta opportuno collegare ed il BCT, in questo contesto, ha avvertito le aspettative e le esigenze che il nuovo mercato audiovisivo richiede al pari del pubblico e ha tessuto su di esse una rassegna straordinaria, realizzando un Festival che unisce tre universi paralleli: la città di Benevento, il Cinema e la Televisione.

Ad ogni angolo il suo spettacolo

In ognuno dei luoghi più rappresentativi della città, a partire da piazza Roma fino all’Hortus Conclusus-Arena Gaveli, da piazza Santa Sofia a piazza Federico Torre, dai giardini di Santa Sofia al Museo del Sannio, giungeranno star del piccolo e del grande schermo. Tra gli altri, Paola Cortellesi e Riccardo Milani, Elena Santarelli, Ivan Cotroneo, Marco Bocci, Giulia Michelini, Pietro Valsecchi, I Soldispicci, Luisa Ranieri, Massimo Boldi, Jerry Calà, Luca Argentero. E ancora Greta Scarano, Margherita Buy, Elena Sofia Ricci, Franca Leosini, Claudia Gerini, Sarah Felberbaum, Frank Matano, Carlo Freccero. Ospite di grande richiamo internazionale sarà Liam Cunningham, amato protagonista della serie evento ‘Game of Thrones‘, a Benevento per l’anteprima nazionale di The Hot Zone (di cui saranno proiettate due puntate), in onda da settembre su National Geographic. Cunningham dialogherà il 12 luglio con la giornalista Martina Riva, mentre il 13 sarà protagonista della masterclass “Il mestiere dell’attore da ‘Il Trono di Spade’ alla realtà”.

Inaugurerà il BCT il 9 luglio la proiezione dell’ultimo successo di Riccardo Milani “Ma cosa ci dice il cervello”, alla presenza del regista e di Paola Cortellesi in piazza Roma e di Paola Minaccioni all’Hortus Conclusus-Arena Gaveli.

Sempre il 9 luglio, il regista Ivan Cotroneo parteciperà al BCT per raccontare “La Compagnia del Cigno”, serie tv campione di ascolti su Rai Uno nella stagione appena conclusa.

Il 10 luglio arriverà al BCT uno dei successi della stagione, “Non ci resta che il crimine”, diretto da Massimiliano Bruno, con la protagonista femminile Ilenia Pastorelli quale ospite.

Altre proiezioni previste saranno quella de “La Paranza dei Bambini”, con il regista Claudio Giovannesi che dialogherà con lo storico e critico cinematografico Valerio Caprara, l’11 luglio, all’Hortus Conclusus-Arena Gaveli, e quella di “Bentornato Presidente”, il 13 luglio, con Sarah Felberbaum, Paolo Calabresi, Giuseppe G. Stasi e Giancarlo Fontana. Il 14 luglio, sarà presentata l’anteprima nazionale di “Vita Segreta di Maria Capasso” con Luisa Ranieri e il regista Salvatore Piscicelli.

Questi sono solo alcuni degli appuntamenti della settimana, che si preannuncia ricca ed entusiasmante.

Grandi le partnership di quest’anno. Il Festival si avvarrà della partecipazione e della collaborazione di alcune delle figure più importanti nel mondo cinematografico e televisivo. Presidente di giuria dei concorsi, dal 2018 Direttore Onorario del Festival, sarà Nicola Giuliano, produttore cinematografico e fondatore della Indigo Film, vincitore del premio Oscar per il film di Paolo Sorrentino “La Grande Bellezza”, ricevuto dopo aver prodotto lungometraggi quali “Il Divo” con Toni Servillo e “This Must be the Place” con Sean Penn.
La Indigo Film e la Italian International Film- Lucisano Media Group, di Fulvio e Federica Lucisano, affiancheranno e sosterranno il Festival insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema, la Regione Campania e la Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo, l’Istituto Luce, la Siae, l’Università degli Studi del Sannio, la Camera di Commercio di Benevento e il Comune di Benevento. Il Festival annovera tra i Media Partner la Rai con Rai Movie, il gruppo internazionale Discovery attraverso Discovery Italia, la Fox Networks Group Italy, a cui si deve la presenza di Liam Cunningham, Vision Distribution e Ambrosini MediaGroup Srl.

Un premio per la leggenda di Benevento

Il premio finale, consegnato ai vincitori delle varie categorie in concorso nell’ambito del Festival, sarà “Il Noce d’Oro”, che richiama alla mente uno dei maggiori motivi per cui Benevento è celebre, ossia le streghe, ed il punto della città presso cui si riunivano.

Cinque sono le sezioni competitive di questo BCT, con oltre mille opere inviate da Regno Unito, Spagna, Brasile, Italia, Colombia, India, Romania, Argentina, Olanda, Stati Uniti, Svizzera, Germania, Francia, Iran, Corea del Sud, Messico, Cile, Regno Unito, Turchia, Ecuador, Grecia, Nepal.

In totale 200 sono i lavori selezionati per partecipare alla kermesse.

Sentieri” è la sezione di concorso prevista per i lungometraggi, opere prime e seconde, purché riconosciute “film di interesse culturale” dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema.

Greatest Indipendent Film” mette, invece, in gara lungometraggi italiani e internazionali, prodotti da società indipendenti. I film potranno anche essere autoprodotti dal regista o coprodotti da privati, da alcuni degli attori o da istituzioni locali (come le Film Commission).

La sezione “Short Film” si sviluppa in una doppia sezione.

Spazio Short Film” è destinata ai cortometraggi nazionali e stranieri, della durata massima di 15 minuti, realizzati da giovani registi con meno di 35 anni. Non è previsto un tema specifico, in quanto il concorso consente ai registi di esprimersi liberamente con un tema da loro selezionato.

School Action”, dal titolo “Io Esisto”, invece, è rivolta a tutte le scuole primarie e secondarie sul territorio nazionale. L’obiettivo che si vuol raggiungere con questa sezione concorsuale è di permettere la valorizzazione del lavoro creativo, organizzativo e di collaborazione all’interno degli istituti scolastici, che stimoli i giovani studenti, consentendo loro di avvicinarsi al mondo della comunicazione e del cinema, utilizzando la formula della creazione di un cortometraggio. Per l’edizione 2019 il BCT ha scelto come titolo del concorso “Generazione Z”. Il tema mira ad indagare la visione della cosiddetta Generazione Z, che coinvolge tutti i ragazzi nati dopo la diffusione di internet e delle tecnologie ad esso connesse, in particolare i social media.

Laboratorio Format”, in collaborazione con la Siae, propone agli under 35 l’elaborazione di un’idea originale per un nuovo format o programma destinato al mercato televisivo. Il progetto dovrà essere composto da “paper format” (descrizione cartacea del programma), una presentazione in power point e una descrizione video (teaser) della durata massima di 3 minuti. Le categorie di format a cui gli autori potranno fare riferimento sono “reality show, factual, infotainment, varietà, talent show e game show”. Il format vincitore verrà valutato e presentato alle maggiori società di produzione televisive italiane durante la kermesse, quando anche le opere selezionate dalla giuria per ciascun concorso verranno proiettate e alle vincitrici verrà assegnato il Noce D’Oro.

Ultimo competizione prevista è “Fantasmagorie”, sezione parallela e autonoma del BCT, interamente dedicata al cortometraggio di animazione, indetta da Ambrosini MediaGroup Srl, in collaborazione con BCT – Festival Nazionale del Cinema e della Televisione.

Una chiusura d’eccellenza per il BCT: Ezio Bosso e l’OFB

Il 19 luglio, alle 21:30, infine, nella splendida cornice suggestiva del Teatro Romano, il Maestro Ezio Bosso dirigerà l’Orchestra Filarmonica di Benevento (OFB) che, per il terzo anno consecutivo, continua la sua collaborazione con il BCT. Direttore d’orchestra e compositore, solo a partire dal 2015, quando ha ripreso la sua attività di direttore d’orchestra, il Maestro Bosso ha portato oltre 100.000 spettatori nei migliori teatri con il suo recital per solo pianoforte, considerata la tournée di musica classica più importante della storia italiana.  Negli ultimi anni i concerti di Bosso sono sempre stati sold out, ottenendo ottimi consensi di critica. La serata di chiusura della kermesse è affidata, dunque, ad uno dei musicisti italiani più importanti al mondo.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/beneventocinemaetelevisione/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *