Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il Riff music and drink presenta la sua nuova lista di cocktail

Il Riff music and drink presenta la sua nuova lista di cocktail

Riff music and drink ha presentato la sua nuova carta dei drink e…

Resistere, sapersi reinventare e, perché no?!, continuare a stupire,

Il Riff music and drink ha aperto poco più di un anno e mezzo fa ma di strada, nonostante il lockdown, ne ha fatta davvero tanta.

Ubicato a in Via Giuseppe Martucci 87, in una delle vene del cuore del quartiere Chiaia, questo piccolo bar a tema musicale è nato dalla voglia di riscatto e della visione di una famiglia, che in esso ha riversato idee, creatività e un’incredibile dose di passione. Passione e fiducia, soprattutto, dato che la sua gestione è stata affidata ad Andrea che, a soli 22 anni ne è diventato leader, barman e titolare. La sua spigliatezza, il suo carisma e la sua affabilità sono il benvenuto ideale per ogni cliente che frequenta il Riff e i suoi interni, che tanto ricordano le vecchie fabbriche americane degli anni 50’. Materie prime di qualità sono i diktat sia a colazione, con cornetti di indubbia bontà, sia nel resto della giornata con zingare e ottimi drink accompagnati da stuzzichini e taglieri di salumi e formaggi. A proposito di creatività e bere bene, abbiamo avuto la possibilità in settimana di studiare prima e degustare poi la nuova carta, che ci ha stupito positivamente.

Riff music and drink, i nuovi cocktail

L’idea di base è quella di omaggiare la città di Napoli, i suoi luoghi più caratteristici e amati e i suoi sapori (e quelli di del beneventano), e per questo sono nati:

Partenope: liquore di babà, triple sec e gin

Marechiaro: Gin, Strega, sciroppo di frutto della passione, lime, sour, menta, bitter bianco

Nisida: bitter Luxardo, vodka Zubrowka, triple sec, Angostura, zucchero

Martucci: vodka, rum, gin, Passoa, sour, bitter rosso, sciroppo di frutto della passione

Spaccanapoli: bitter, Campari, vermouh rosso, Strega Angostura, ginger ale

Per quanto concerne i progetti i futuri, invece, la fucina di sogni del Riff music and drink è sempre in movimento.  Avere la possibilità di fruire degli spazi esterni e di ambienti più spaziosi, in primis, ma anche di aprire un secondo locale è nei loro ambiziosi piani. E noi auguriamo ad Andrea e alla sua splendida famiglia, esempio di un’impreditoria giovane e sana, questo ed altro.

Foto di Renato Aiello

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply