Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Teatro in pillole di Stefania Russo: speciale estate a Villa Domi

Teatro è in pillole nasce da un’idea di Stefania Russo, napoletana doc alla ricerca di luoghi e occasioni di aggregazione che incentivano la vita culturale del capoluogo. Da sempre alla ricerca della convivialità, dell’eleganza, dell’effetto “a bocca aperta”, l’organizzatrice di Teatro in pillole porta i suoi ospiti a Villa Domi in occasione dello Speciale Estate del 20 giugno, una serata all’insegna della musica, di interessanti esibizioni e di gradite degustazioni. Anche in quest’occasione, Eroica Fenice segue da vicino la serata in pillole, riportando impressioni e raccontando eventi.
Il tempo non lascia presagire nulla di buono, un pomeriggio di temporali estivi ed una corsa contro il tempo per cambiare location: ma Stefania Russo dà appuntamento agli spettatori-amici di Teatro in Pillole in un luogo incantevole che sa di coniglio bianco cacciato dal cilindro come il miglior mago dei film americani. Villa Domi è una affascinante tenuta del Settecento, voluta dai Meuricoffre, famiglia svizzera di banchieri e mecenati, uno spazio immerso nel verde che vanta specie vegetali rare e opere d’arte di grande pregio. Passeggiando fra viali alberati e colonnati di rampicanti, non si fatica a figurarsi i fantasmi di matrimoni ed eventi che vi hanno preso vita. Insomma, prendere nota in caso di eventi di sicuro successo.

Teatro in pillole di Stefania Russo: le sirene d’allarme

Sono le 21,30 quando la Cicerone della serata ci invita ad entrare nel sala dell’evento, un ampio spazio bianco illuminato e imbandito: lo Speciale Estate di Teatro in pillole prevede una serata danzante, inframmezzata da alcune pillole d’arte che iniziano al suono di una sirena. Saranno gli ospiti a dover venire incontro ai loro artisti all’interno della sala nella quale avviene la magia.

I tre concorrenti della serata

La prima ad esibirsi è Eleonora Prota, con un’esibizione di danza in stile Bollywood: la giovane vestita di rosso evoca i colori, le musiche, gli occhi dell’India, con uno stile dichiaratamente eclettico che sintetizza diversi stili, dal classico al moderno. Teatro in Pillole continua con Daniela Scodellaro e le sue poesie intime, personali, accorate: uno spaccato di vita, un occhio su Napoli, uno sguardo alla gioventù, in disillusioni che scompaiono col tempo ma che mantengono la tenerezza del ricordo. E ultimo, ma non ultimo, Salvatore Bifani, aspirante cabarettista con un monologo di pirandelliana memoria, che narra di un uomo alle prese col suo incipit di brufolo su un naso prominente.

L’ospite dello speciale di Teatro in Pillole

L’ospite della serata è Diego Sommaripa, attore napoletano, che cattura gli ospiti di Teatro in Pillole con un monologo del giovane Trullo, marinaio con una gamba di legno. Era difficile camminare sulla sabbia con una gamba di legno, ci racconta Trullo, rappresentazione sulla scena delle difficoltà che portiamo con noi nel cammino quotidiano, nella selva confusa dei sentimenti. Trullo cade, si rialza, continua a camminare, cercando di pulire la stiva della nave (o dei ricordi) dalla polvere (o dai fantasmi) del passato. Un monologo, quello di Diego Sommaripa, toccante e semplice, una pillola di riflessione.

I vincitori della serata

La serata continua con l’ospite della serata che decreta la sua classifica personale: avendo apprezzato in egual misura i 3 concorrenti, Diego Sommaripa sceglie di premiarli con ingressi omaggio per una serata di arte e teatro, spiegando come amerebbe, in occasione di uno spettacolo, poterli avere in apertura, intermezzo, chiusura di uno spettacolo. Teatro in pillole si conferma anche in questa serata uno spazio di aggregazione che mescola eleganza, buon cibo, teatro e convivialità, soprattutto grazie alle doti organizzative di Stefania Russo, impareggiabile e solare padrona di casa.

Print Friendly, PDF & Email