Seguici e condividi:

Eroica Fenice

la soia aiuterebbe a combattere il cancro all’intestino grazie a Isoflavoni e sfingadiene

Isoflavoni e sfingadiene: la soia è valido alleato contro il cancro?

Secondo uno studio del Children`s Hospital & Research Center di Oakland (California, Stati Uniti), prossimamente pubblicato sulla rivista specialistica medica Cancer Research, la soia aiuterebbe a combattere il cancro all’intestino.

Tra le componenti della soia, i ricercatori hanno rilevato la presenza dello sfingadiene, una molecola in grado di innescare la morte delle cellule tumorali, rivelandosi un’arma letale per il cancro al colon.

Le catene di molecole di lipidi naturali presenti in questo legume, sono state dunque identificate dai ricercatori come una nuova classe di agenti terapeutici: grazie alla presenza di isoflavoni, la soia aiuta a ridurre anche il tumore al seno e alla prostata.

Germogli di soia contro il cancro grazie agli Isoflavoni 

Gli effetti benefici dei germogli di soia sull’organismo umano sono da tempo oggetto di studi da parte dei ricercatori impegnati nell’ambito della trofoterapia, ossia di quella cura che mira a ripristinare l’equilibrio biologico del nostro corpo attraverso il cibo. Condurre una dieta sana ed equilibrata, infatti, risulta uno dei modi migliori in assoluto per prevenire il rischio di tumori:la dieta mediterranea è quella più indicata, famosa per gli effetti positivi sulle malattie cardiovascolari e degenerative tumorali. La Cancer Cure Foundation, una delle più note organizzazioni per la lotta contro il cancro al mondo, ha stilato una lista di alimenti che aiutano la prevenzione e, tra questi, un posto d’onore è occupato proprio dalla soia.

La soia: un legume prezioso

La soia è un legume di origini asiatiche, oggi divenuto uno dei prodotti alimentari più coltivati al mondo, presente principalmente nell’alimentazione dell’uomo e degli animali d’allevamento. Come sappiamo, i legumi sono la miglior fonte di proteine presente nel mondo vegetale, un tempo sostituti della carne e molto validi ancora oggi, anzi fondamentali, in quanto ricchi di principi antinutrizionali (come i fitati e gli inibitori delle proteasi) dall’inedita azione anticancro.

Anche se molto spesso alcuni alimenti di per sé non dannosi, lo diventano, poiché contaminati da sostanze tossiche e cancerogene (come le aflatossine), studi epidemiologici hanno dimostrato che un’alimentazione ricca di grassi e proteine animali favorisce la comparsa della malattia. Dunque, è preferibile assumere alimenti ricchi di fibre, vitamine e oligoelementi, come cereali integrali, legumi e verdure, che sembrano avere un effetto protettivo. Non dimentichiamoci che la cucina tradizionale di molti paesi orientali si basa proprio sulla presenza esclusiva di cereali e legumi, per questo in grado di sopperire al fabbisogno calorico e proteico, limitando al tempo stesso l’apporto di grassi presenti nei cibi con proteine animali.

Come preparare uno spezzatino di soia al curry, leggero e gustoso

Che siano hamburger, insalate, polpette, salse o spaghetti, gli alimenti a base di soia hanno proprietà dimagranti, sono molto diuretici e quindi indicati per le persone che devono seguire un regime alimentare particolarmente sano. Inoltre, i germogli  crudi sono perfetti per diete ipocaloriche. Nelle donne, gli isoflavoni riequilibrano gli estrogeni riducendo i disturbi pre-mestruali e della menopausa.

Per di più, il basso indice glicemico della soia e la capacità di fornire energia in modo lento, senza causare così un calo di zucchero repentino, rende questo tipo di legumi adatto ai diabetici e a chi soffre di insulinemia. Una ricerca effettuata da Julie Saba, oncologa, lo conferma: la soia è la scelta migliore per una dieta salutare. Essa può essere consumata sotto forma di latte, farina, tofu, fave, oppure in forma fermentata ottenendo il cosiddetto miso, usato come condimento in sostituzione del sale: tali prodotti, oltre a proteggere l’intestino, aiutano a ridurre il colesterolo e fanno bene al sistema nervoso.

Vi suggeriamo una ricetta con la soia facile, gustosa e dai sapori orientali: lo spezzatino di soia al curry.

Ingredienti:

100 gr di bocconcini di soia disidratati

200 ml di latte di cocco

un cucchiaino di curry in polvere

2 cucchiai di olio evo

5 bacche di cardamomo

5 chiodi di garofano

Una fettina di zenzero fresco

Sale q.b.

Preparazione:

1-      Idratare i bocconcini di soia in un recipiente coprendoli con dell’acqua tiepida.

2-      Attendere 10 minuti, dopodiché strizzare la soia e rosolarla in una padella con olio extravergine d’oliva.

3-      Aggiungere il curry e le altre spezie e lasciare insaporire per qualche minuto.

4-      Regolare di sale e versare nella padella il latte di cocco.

5-      Aggiungere mezzo bicchiere d’acqua e cuocere fino a quando non si formerà una cremina ottima per accompagnare il riso basmati. È consigliabile preparare lo spezzatino qualche ora prima di servirlo, così da lasciare il tempo alle spezie di insaporire il piatto.

Buon appetito!