Memento audere semper: ricorda di osare sempre

Memento audere semper: ricorda di osare sempre

Memento audere semper è una locuzione latina coniata dal poeta italiano Gabriele D’Annunzio.

Le origini e il significato dell’espressione latina

Memento audere semper è un’espressione latina che può essere tradotta con la frase “ricorda di osare sempre”.
Tale locuzione è stata coniata dal celebre poeta italiano Gabriele D’Annunzio per rendere omaggio al MAS, acronimo di Motoscafo Armato Silurante.
Il MAS era un’imbarcazione da guerra utilizzata come mezzo d’assalto veloce durante la Prima e la Seconda guerra mondiale.
L’espressione latina creata dal poeta italiano è legata quindi alla concezione dannunziana della vita, la quale secondo l’artista doveva essere vissuta pienamente con energia e vitalismo rendendola simile ad un’opera d’arte.
La locuzione è stata incisa sull’abitazione del poeta situata nel Vittoriale degli Italiani, il complesso di edifici e giardini commissionato da Gabriele D’Annunzio all’architetto Giancarlo Maroni, nel quale l’artista è stato sepolto.

L’importanza di osare

Al di là delle origini della locuzione latina, il suo significato risulta molto attuale.
Sembra banale sottolinearlo, ma nella vita è spesso necessario osare per ottenere ciò che si vuole, per fare in modo che le cose cambino e per ritagliarsi il proprio spazio nel mondo.
Le grandi conquiste e scoperte dell’uomo come la scoperta del fuoco, l’elettricità, il diritto di voto per le donne, l’atterraggio sulla luna, il riconoscimento dei diritti per la comunità LGBT- l’elenco potrebbe continuare a lungo- sono nate dal coraggio di osare di uomini e donne che hanno sfidato con fierezza le leggi e le convenzioni, che hanno saputo guardare al di là degli schemi di pensiero ordinari ed hanno affrontato le incertezze e l’ignoto.
Osare è, quindi, fondamentale. Le possibilità nella vita ci sono, bisogna solo osare per coglierle al momento opportuno.
Gli antichi greci sostenevano che l’uomo saggio dovesse essere in grado di cogliere il καιρός «il momento opportuno». Esso era rappresentato come un giovane con le ali ai piedi, sempre in movimento, con un ciuffo di capelli in fronte e la nuca rasata. Tale ciuffo che rappresentava l’opportunità propizia era così difficile da afferrare. Per farlo era necessario osare, non tirarsi indietro qualora la situazione lo richiedesse.
Quando, quindi, la vita ci sembra difficile e ci troviamo di fronte alla paura di affrontare l’ignoto, piuttosto che rimanere fermi, è necessario che osiamo e afferriamo le opportunità che ci si presentano.
Se rimaniamo fermi tutto rimane immutato, se osiamo andiamo incontro all’ignoto, tuttavia bisogna osare e correre dei rischi per scoprire cose nuove, per diventare le persone che vorremmo essere e per vivere intensamente ogni giorno.
Quando la paura ci blocca dovremmo, quindi, far risuonare nella testa questa locuzione latina memento audere semper e passare con coraggio all’azione.

A proposito di Rita Silvestri

Sono nata a Napoli il 06/02/1997. Ho frequentato il liceo classico. La cultura classica ha alimentato il mio amore per la letteratura e mi ha insegnato l'importanza della consapevolezza di sé e del mondo circostante. Nel novembre del 2021,spinta dall'amore per gli studi letterari, mi sono laureata in Filologia Moderna. Tra i miei interessi, oltre la letteratura e la scrittura, ci sono l'arte, il cinema, il teatro e gli animali.

Vedi tutti gli articoli di Rita Silvestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *