Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Gallerie d'arte moderna: le più belle in Italia

Gallerie d’arte moderna: le più belle in Italia

L’Italia è famosa in tutto il mondo per il suo eccezionale patrimonio artistico. Ogni giorni, infatti, i nostri musei accolgono milioni di turisti da ogni parte del mondo. Per visitare i musei e le gallerie d’arte moderna in Italia c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Tuttavia proponiamo di seguito una lista delle cinque gallerie italiane più belle e importanti che ospitano delle collezioni permanenti di arte moderna e contemporanea.

Gallerie d’arte moderna in Italia: al primo posto la Galleria Nazionale di Roma

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, aperta a Roma nel 1883, custodisce la più ampia collezione d’arte moderna e contemporanea in Italia. Essa accoglie circa 20.000 opere tra dipinti, disegni, sculture e installazioni che testimoniano le principali correnti artistiche dall’Ottocento ai nostri giorni. Questa galleria è l’unico museo nazionale dedicato interamente all’arte moderna.

Nasce nel 1883, pochi anni dopo la costituzione del giovane stato italiano. La prima sede della Galleria fu il palazzo delle Esposizioni di via Nazionale. Ben presto questo si rivelò insufficiente ad accogliere il grande numero di opere sempre in aumento. L’Esposizione internazionale di Roma del 1911 fu l’occasione per costruire a Valle Giulia l’edificio attuale – progettato da Cesare Bazzani – come sede stabile della Galleria. L’attuale sede del museo è stata progressivamente ampliata per accogliere il crescente numero di opere d’arte che vi affluiva.

Tra le mostre più importanti ospitate dalla Galleria Nazionale ricordiamo quella del 1953 su Picasso, del 1956 su Mondrian, del 1958 su Pollock, e l’esposizione nel 1959 del grande sacco di Burri. In quest’opera di innovazione culturale la sovrintendente Palma Bucarelli ebbe al suo fianco i critici e storici dell’arte Giulio Carlo Argan e Cesare Brandi.

Nell’ottobre 2016 viene inaugurato il nuovo allestimento della galleria, basato su un progetto originale che, riducendo il numero delle opere in esposizione, introduce la chiave di lettura “Time is out of joint.”: un tempo sospeso che si sostituisce alla tradizionale lettura cronologica.

Tra le numerose opere spiccano quelle degli italiani Canova, Hayez, Fattori, Medardo Rosso, dei grandi maestri francesi Courbet, Rodin, Degas, Van Gogh, Monet, Duchampdi esponenti dell’espressionismo astratto americano come Pollock, e ancora di Burri, Fontana, Arnaldo Pomodoro, Schifano e così via.

Galleria civica d’arte moderna e contemporanea di Torino (GAM Torino)

Tra le gallerie d’arte moderna più importanti d’Italia c’è senza dubbio la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino (anche conosciuta come GAM Torino) ubicata in via Magenta 31.

La galleria fu fondata attorno al 1891-95. Ospita collezioni artistiche permanenti dell’Ottocento e del Novecento.

Si può dire che questo museo abbia fatto la storia dell’arte moderna in Italia. Torino è stata infatti la prima città in Italia a promuovere una raccolta pubblica di arte moderna. Infatti la collezione di Arte Moderna da parte di questa città ebbe inizio fin dalla fondazione del Museo Civico nel 1863. Tale collezione aveva sede in un edificio presso la Mole Antonelliana. Dal 1895 al 1942 fu esposta in un padiglione in Corso Siccardi (ora Corso Galileo Ferraris). Quando questo padiglione rimase distrutto durante i bombardamenti della II Guerra Mondiale, nello stesso luogo venne costruito un edificio progettato da Carlo Bassi e Goffredo Boschetti, inaugurato nel 1959.

Il patrimonio della galleria si compone di oltre 45.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e disegni dei più importanti artisti italiani e internazionali, fino a ricerche più contemporanee dedicate ai giovani. Nei sotterranei inoltre sono ospitati importanti rassegne ed è disponibile una ricchissima videoteca.

La collezione, che inizialmente seguiva uno sviluppo in chiave cronologico, è stata riorganizzata nel 2009 in percorsi tematici: Veduta, Genere, Infanzia e Specularità. In seguito alla nuova riorganizzazione del 2013, in occasione del 150º anniversario delle collezioni GAM, sono stati istituiti i percorsi Infinito, Velocità, Etica e Natura.

Questa galleria è molto apprezzata per i suoi progetti, conferenze, incontri e collaborazioni con i musei più importanti al mondo.

Galleria d’arte moderna del comune di Bologna (MAMBo)

MAMbo è il Museo di Arte Moderna di Bologna, situato nel cuore del cosiddetto distretto culturale della Manifattura delle Arti della città, al centro di numerose gallerie d’arte, della Cineteca di Bologna e di diversi dipartimenti universitari. Si trova in via Don Minzoni 12.

La galleria venne fondata nel 1926 ed ebbe come prima sede Villa delle Rose, un edificio donato al Comune di Bologna dalla contessa Nerina Armandi Avogli. Presto, grazie a numerose acquisizioni e donazioni, la collezione si ingrandì e per problemi di spazio il Comune decise di trasferire delle opere progressivamente in nuovi edifici. Nel 2007 è stata inaugurata una nuova sede in via Don Minzoni che, oltre ad essere uno dei musei italiani più importanti dedicati al contemporaneo, ospita eventi musicali, spettacoli, film e incontri con gli artisti.

Ai piani superiori è conservata la collezione permanente del museo, incentrata sull’arte dal secondo dopoguerra ad oggi. Le opere esposte permettono di indagare i movimenti del realismo italiano, dell’arte concettuale, dell’arte povera e di molte altre correnti che si sono succedute in Italia e nel mondo in quel periodo storico. Ai piani inferiori vengono allestite periodicamente le mostre temporanee.

Il MaMbo di Bologna ha un patrimonio di oltre 3.500 opere d’arte moderna e contemporanea, il che rende questa una delle gallerie d’arte moderna più famose in Italia. Comprende opere di artisti come Francesco Hayez, Salvatore Garau, Arnaldo Pomodoro, Alfredo Savini e molti altri. In particolare segnaliamo un’importante esposizione dedicata a Giorgio Morandi, artista bolognese.

Galleria internazionale d’arte moderna di Venezia

La Galleria Internazionale d’Arte Moderna si trova al’interno di Ca’ Pesaro, un palazzo ubicato nel sestiere di Santa Croce. Nello stesso palazzo ha sede anche il Museo d’arte orientale, ospitato all’ultimo piano, mentre il secondo piano è destinato alle mostre temporanee.

Il prestigioso palazzo sorge per volontà della famiglia Pesaro nel XVII secolo ed è un capolavoro dell’architettura civile barocca veneziana. Il palazzo venne donato da Felicita Bevilacqua La Masa alla città affinché divenisse un centro dedicato all’arte moderna. Nel 1902 divenne la sede della collezione municipale d’arte moderna, nata con la donazione di Alberto Giovanelli nel 1897, in occasione della seconda Biennale.

La collezione offre una panoramica interessantissima delle principali correnti dell’arte moderna e contemporanea europea: Rodin, Bonnard, Burri, Afro, Fontana, Munch, Ensor, Klee, Kandinskij,Martini, Medardo Rosso. Tra le tele e i disegni spiccano Giuditta II di Klimt; il Nudo allo specchio di Bonnard; il Rabbino di Chagall; tra le sculture una versione del Pensatore e dei Borghesi di Calais di Rodin. Sicuramente questa è una delle gallerie d’arte moderna più frequentate in Italia.

Galleria d’arte moderna di Milano

La Galleria d’Arte Moderna di Milano (detta anche GAM) è la più importante collezione lombarda di opere dell’Ottocento. Si trova nella Villa Reale, in via Palestro 16 a Milano.

L’edificio che ospita la galleria è la Villa Belgiojoso, uno dei capolavori del Neoclassicismo di Milano, progettata dall’architetto austriaco Leopoldo Pollack, collaboratore del massimo rappresentante del Neoclassicismo lombardo, Giuseppe Piermarini. Questo edificio, che fu la residenza milanese di Napoleone Bonaparte, fu trasformato nel 1921 in sede delle raccolte milanesi d’arte moderna.

Il pregio delle opere esposte rende internazionalmente nota la Galleria d’arte moderna di Milano. Nelle sue sale si possono ammirare capolavori provenienti da tre principali collezioni: la “Collezione dell’Ottocento” dello scultore Pompeo Marchesi, la “collezione Grassi” di Carlo Grassi e la “Collezione Vismara” di Giuseppe Vismara.
Hayez,  Segantini, Canova, Cézanne, Van Gogh,  Manet,  Balla, Gauguin, Picasso, Modigliani, Boccioni sono solo alcuni dei protagonisti della storia dell’arte italiana ed europea le cui opere si trovano in questa galleria.

Nell’attesa di poter visitare tutte queste gallerie d’arte moderna, proponiamo anche un elenco delle 10 mostre in corso in Italia da non perdere assolutamente.