Lettura ad alta voce ai bambini: come farlo nel modo giusto

Lettura ad alta voce ai bambini: come farlo nel modo giusto

La lettura ad alta voce delle storie ai bambini è un’attività che consolida il rapporto umano e affettivo tra genitori e figli e predispone a una comunicazione aperta e sincera in futuro. Oltre che a costituire un caro ricordo dell’infanzia, leggere ad alta voce può apportare numerosi benefici e favorire il processo di crescita dell’individuo.

Quali sono i benefici della lettura ad alta voce ai bambini?

La lettura ad alta voce contribuisce allo sviluppo del linguaggio fin dai primi anni di età. Leggere ad alta voce aiuta i bambini a ragionare sul linguaggio in termini di struttura della frase e della sintassi nonché prendere coscienza delle strutture marcate. Viene attivato un ragionamento che, seppur inconscio, predispone il bambino alla comprensione della logica insita nella concatenazione delle frasi complesse e subordinate. Inoltre, ascoltare parole e frasi nuove aiuta i bambini ad arricchire il proprio vocabolario, a comprendere le parole in contesto e, in generale, a esprimersi meglio.

È importante tenere a mente che l’apporto qualitativo nello sviluppo cognitivo della lettura ad alta voce ai bambini è considerevole: essi in questo modo implementano il pensiero critico, la memoria e la concentrazione. In effetti, gli ascoltatori imparano a seguire una storia non scritta e a fantasticare sui personaggi e sulle scene che si vanno susseguendo, creando scenari nella loro mente. Quest’attività, quindi, migliora l’abilità di pensiero visivo e incanala la naturale predisposizione dei bambini alla fantasia in un processo di apprendimento divertente.

La lettura ad alta voce ai bambini è uno strumento utile anche a lavorare sull’empatia e sulle altre emozioni. Essendo le storie dotate di un fine didattico atto anche a istruire alla comprensione dei propri sentimenti, i bambini hanno l’opportunità di immedesimarsi empaticamente nei personaggi della storia.

Come leggere in modo efficace?

Anzitutto è fondamentale scegliere il libro giusto, adatto sia agli interessi del bambino che alla sua età. Una lettura troppo difficile potrebbe generare frustrazione e condurre a cali di motivazione e interesse. Anche l’ambiente di lettura è di fondamentale importanza: come per l’apprendimento, leggere in un’atmosfera serena è indispensabile e bisogna prestare attenzione, oltre all’ambiente fisico vero e proprio, a garantire la tranquillità anche con un tono di voce non aggressivo.

Leggere ad alta voce accompagnandosi con espressioni e modulazioni del tono e del ritmo della voce permette di catturare l’attenzione del bambino e di mantenere vivo l’interesse. Anche coinvolgerlo nella lettura è fondamentale: domande quali “cosa pensi che succede dopo?” e “che cosa significa questa parola?” stimolano il pensiero critico e predispongono alla comprensione del testo, che può essere aiutata simulando con la voce e le espressioni le emozioni legate alle parole. Come per gli adulti, una buona lettura ad alta voce cadenzata da pause permette di elaborare tutte le informazioni ricavate dalla comprensione: questa tecnica può servire anche per creare suspense per ciò che accadrà dopo. Importante, dopo aver letto la storia, è chiedere dei feedback: questo momento può essere favorevole per esternare il proprio punto di vista e creare un senso di indipendenza e autoconsapevolezza nel bambino.

Gli studi scientifici

Ci sono diversi studi scientifici che dimostrano l’importanza della lettura ad alta voce ai bambini e gli effetti positivi che può avere sul loro sviluppo cognitivo, emotivo e linguistico. Alcuni ricercatori scientifici hanno esaminato gli effetti della lettura ad alta voce sulla connessione cerebrale in bambini di età compresa tra 3 e 5 anni. I risultati hanno dimostrato che la lettura ad alta voce può aumentare la connessione cerebrale nelle regioni coinvolte nella comprensione del linguaggio e nella lettura. Altri studi, invece, hanno dimostrato che la lettura ad alta voce può aumentare la quantità e la qualità della comunicazione genitore-bambino, promuovendo una relazione positiva tra genitore e figlio. Ancora, è stato dimostrato che i bambini che sono stati esposti alla lettura ad alta voce fin dall’infanzia hanno avuto una migliore preparazione scolastica rispetto a quelli che non lo sono stati.

Fonte immagine: Pixabay

Print Friendly, PDF & Email

A proposito di Carolina Raimo

Studentessa dell'università degli studi di Napoli "L'Orientale" del corso di laurea magistrale in Lingue e letterature europee e americane che non vuole smettere mai di imparare. La mia passione è la traduzione è la scrittura, il mio sogno è farne una professione.

Vedi tutti gli articoli di Carolina Raimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *