Piante d’appartamento, perché averle e quali sono i benefici

piante

Piante d’appartamento, come, dove e perché circondarsene!

Il verde non è solo il colore della speranza, piccoli o grandi spazi di verde riservati alle piante, di cui ci circondiamo per vivere, che sia in città o campagna, si riconfermano ottimi alleati per la nostra salute psico-fisica. Siamo indissolubilmente legati alla natura, ne facciamo parte e l’ambiente che ci circonda ha influenza sul nostro benessere, abitare vicino al verde ridurrebbe la percezione dello stress e invoglierebbe a una maggiore attività fisica.

Il contatto con la natura riporta l’uomo a uno stato di rilassatezza ed armonia, capace di porre cura a molti stati ansiosi e depressi; terapie dolci come l’ortoterapia sono estremamente efficaci: seguire il ciclo produttivo di frutta e ortaggi ci rimette in connessione con la nostra “madre” naturale. Riappropriarsi di quegli spazi fatti di terra e verde ci riportano alla nostra dimensione originaria. Si sviluppano creatività e manualità, si rilassa il cervello in una serenità tutta nuova ed appagante.

Se non si ha la possibilità di disporre di un piccolo spazio di terra, si può ricorrere alle piante d’appartamento i cui benefici non sono da sottovalutare. Compagne silenziose, esse sono spesso considerate difficili o di breve durata, in realtà non è cosi, molte piante infatti possono vivere per anni. Oltre all’indubbia bellezza, ci sono altri motivi validi per avere in casa fiori e fogliame: è stato accertato scientificamente che le piante, hanno una notevole efficacia contro l’inquinamento provocato da sostanze presenti negli ambienti domestici: dall’anidride solforosa al biossido di azoto, dalla formaldeide a diversi tipi di solventi, fino alle famigerate polveri sottili (pm10) che affliggono le nostre città, soprattutto d’inverno, penetrando negli ambienti domestici, inoltre rendono l’aria meno secca. Alcune specie di piante non vengono danneggiate da queste sostanze nocive, il loro metabolismo è capace di confinarle all’interno di cellule particolari che fungono da deposito isolato dal resto dell’apparato vegetale.

Alcune di queste piante sono:

Pothos: campione di durata in condizioni difficili (poca luce, poca umidità). Basta garantire quel poco serve e ne gioverete per anni.
Zamia: chiede pochissime attenzioni, consigliata anche a chi non ha esperienza, le uniche cose da
non trascurare sono tanta luce e terriccio mai troppo bagnato
Sanseverina: non diventa ingombrante, rimane bella ed elegante anche senza particolari attenzioni, ideale per chi ha poco tempo e pazienza.

I superpoteri: quali sono i benefici delle piante d’appartamento

Favoriscono la concentrazione nello studio e nel lavoro

Lo sapevate che avere delle piante in casa può essere di grande aiuto sia per lo studio che per il lavoro? Il motivo è che sono un grande alleato per ridurre il rumore esterno e interno, assorbono il rumore attenuando il chiasso che proviene dall’esterno ed evitando che sia causa di distrazione, i benefici non si limitano a questo, infatti esse infondono calma e relax. Il risultato è che vi sentirete meglio, sarete più produttivi e meno stressati. Provare per credere.

Riducono l’accumulo di polvere in casa

Se nella vostra abitazione la polvere si forma con molta velocità a causa di determinate circostanze e caratteristiche e questo vi costringe a dover pulire di continuo, tenere delle piante in casa potrebbe essere senz’altro una buona idea. Come già detto, le piante assorbono gli agenti inquinanti che si disperdono nell’aria. In questo modo riducono l’inquinamento e la polvere fino al 20%, un dato da non sottovalutare.

Migliorano l’umore e l’autostima

Quelle che possono sembrare semplici ornamenti per la casa, hanno la capacità di accrescere l’autostima grazie all’effetto visivo che producono. Una casa con piante è molto più piacevole da vedere e più accogliente. Un vero toccasana per lo stato d’animo e l’autostima. Se si soffre di bassa autostima, il consiglio è di prendersi cura di una pianta (controllare che sia in salute e rigogliosa, ad esempio). Occuparci di una pianta ci donerà allegria e ci farà sentire molto meglio. In effetti, in qualche modo ci prendiamo cura di noi stessi.

Benefici estetici

Le piante d’appartamento non solo hanno benefici per la salute, ma possono anche migliorare l’estetica della nostra casa. Possono essere utilizzate per creare un’atmosfera calda e accogliente o per aggiungere un tocco di colore e vitalità all’ambiente. Inoltre, le piante d’appartamento possono essere utilizzate per suddividere gli spazi e creare zone di privacy all’interno della casa.

Dunque le piante non sono semplici suppellettili, c’è in esse molto di più di quello che sappiamo. Nel libro Plant Revolution, il biologo italiano Stefano Mancuso esperto di botanica, ci spiega che le piante sono organismi molto resistenti, rappresentano un connubio perfetto tra solidità e flessibilità, hanno straordinarie capacità di adattamento grazie alle quali possono vivere in ambienti estremi assorbendo l’umidità dell’aria, mimetizzarsi per sfuggire ai predatori e muoversi senza consumare energia. La loro struttura corporea modulare è una fonte di continua ispirazione in architettura. Inoltre producono molecole chimiche di cui si servono per manipolare il comportamento degli animali e degli umani, le piante fanno parte a pieno titolo della comunità dei viventi.

Dove posizionare le piante d’appartamento

Quando si tratta di posizionare le piante d’appartamento, è importante tenere presente che ogni specie ha le proprie esigenze in termini di luce, temperatura e umidità. Per ottenere il massimo dalle nostre piante d’appartamento, dobbiamo posizionarle in modo che possano soddisfare queste esigenze.

In generale, le piante d’appartamento prosperano in ambienti luminosi, ma non direttamente esposti ai raggi solari. Una finestra orientata a sud o a est è una buona scelta per le piante che richiedono molta luce, mentre una finestra orientata a nord o a ovest è più adatta per le specie che tollerano meno luce.

È anche importante considerare la temperatura dell’ambiente in cui posizioniamo le nostre piante. Alcune specie, come le orchidee e le felci, preferiscono temperature più fresche e dovrebbero essere tenute lontane dai radiatori o dai condizionatori. Altre, come i cactus e le piante grasse, tollerano temperature calde e possono essere posizionate vicino a fonti di calore.

Infine, è fondamentale prestare attenzione all’umidità dell’ambiente. Alcune piante, come le felci e le orchidee, richiedono livelli di umidità più elevati, quindi potrebbero essere necessari vaporizzatori o umidificatori per mantenere il terreno umido. Altre specie, come i cactus e le piante grasse, tollerano livelli di umidità più bassi e possono prosperare in ambienti più secchi.

Quali piante d’appartamento comprare

Con così tante specie di piante d’appartamento disponibili, può essere difficile scegliere quelle giuste per la nostra casa. Ecco alcuni fattori da considerare qua momento dell’acquisto:

  1. Facilità di cure: Se sei un principiante nel mondo delle piante d’appartamento o hai poco tempo per prendertene cura, scegli specie che richiedano poche cure. Ad esempio, le piante grasse sono molto resistenti e tollerano lunghi periodi di siccità, mentre le piante d’appartamento a fiore come il geranio o il crisantemo sono facili da coltivare e fioriscono per gran parte dell’anno.

  2. Adattabilità all’ambiente: Scegli piante che si adattino facilmente all’ambiente in cui le metterai. Ad esempio, se vivi in una zona con inverni freddi, opta per piante che tollerino temperature più basse, come il ficus o il dracena. Se invece vivi in una zona calda e secca, scegli specie come il cactus o il succulento che tollerano la siccità.

  3. Dimensioni: Considera lo spazio disponibile nella tua casa e scegli piante d’appartamento di dimensioni adatte. Se hai poco spazio, opta per piante piccole e contenute, come il giardino verticale o il tillandsia. Se invece hai uno spazio più ampio, puoi scegliere piante d’appartamento più grandi, come il ficus o il dracena.

Quali sono le piante da appartamento più resistenti?

Le piante d’appartamento più resistenti sono quelle che tollerano una vasta gamma di condizioni ambientali e hanno bisogno di poche cure. Alcune delle piante d’appartamento (o piante da interno) più resistenti includono:

  1. Ficus elastica (Ficus benjamina)

  2. Dracaena marginata (Dracaena marginata)

  3. Pianta grassa (Cactus e succulente)

  4. Zamioculcas zamiifolia (Zamioculcas)

  5. Sansevieria (Sansevieria)

Quali sono le piante che purificano l’aria in casa?

Ci sono alcune piante d’appartamento che hanno dimostrato di aiutare a purificare l’aria all’interno delle nostre case, rimuovendo sostanze chimiche nocive come il monossido di carbonio, il benzene e il tricloroetilene. Ecco alcune delle piante da interno più efficaci nella purificazione dell’aria:

  1. Ficus elastica (Ficus benjamina)

  2. Dracaena marginata (Dracaena marginata)

  3. Chlorophytum comosum 

  4. Pothos (Epipremnum aureum)

In conclusione, se vogliamo migliorare la nostra vita non possiamo fare a meno di ispirarci al mondo vegetale e di considerarlo un grande alleato per la nostra sopravvivenza.

 

fonte immagine: Pixabay

A proposito di MariaGrazia costagliola

Vedi tutti gli articoli di MariaGrazia costagliola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *