Big Ben: perché si chiama così? Curiosità e storia

Big Ben: perché si chiama così?

Perché si chiama Big Ben? Scopriamolo insieme! 

Il Big Ben è il nome della grande campana all’interno della Torre del Parlamento a Londra, in Inghilterra. Il nome ufficiale della torre è Torre dell’Orologio del Palazzo di Westminster e il nome Big Ben si riferisce specificamente alla campana, che pesa circa 13 tonnellate.
Ci sono diverse leggende riguardo il nome Big Ben. Una di queste afferma che il nome della campana sia stato scelto in onore di Benjamin Caunt, un celebre pugile inglese del 1800. Altre leggende sostengono che il nome sia stato scelto in onore di un altro famoso personaggio, come il famoso scienziato Benjamin Franklin o il cantante Benjamin Britten. Tuttavia, queste leggende non sono supportate da alcuna prova storica e il nome Big Ben rimane legato a Benjamin Hall.

Chi era Benjamin Hall?

Benjamin Hall era un ingegnere e uomo politico britannico. Era conosciuto come “Benjamin Hall, il gigante” per la sua altezza di circa 2,13 metri. Fu Ministro dell’Interno durante il regno di re Guglielmo IV e poi sotto il regno di re Vittorio I. Fu, appunto, il responsabile della costruzione della Big Ben, il famoso orologio della Torre di Westminster.

Curiosità sul Big Ben

Il Big Ben è stato costruito in stile gotico vittoriano e si distingue per la sua imponente struttura in mattoni rossi, le finestre ad arco e le guglie ornate. La campana del Big Ben, che dà il nome alla torre, è una delle più grandi campane del mondo e pesa circa 13 tonnellate.

Il Big Ben è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987 e rappresenta un simbolo importante per il Regno Unito e per il mondo intero.

Le caratteristiche principali del Palazzo di Westminster

Storia: il Palazzo di Westminster è stato costruito nel 1097 come residenza dei sovrani inglesi, diventando poi la sede del Parlamento nel 1547.

Architettura: il Palazzo di Westminster è un esempio di architettura gotica tardiva, con elementi di stile neogotico.

Dimensioni: il Palazzo di Westminster è uno dei più grandi palazzi parlamentari del mondo, con una superficie totale di circa 8 ha.

Saloni: il Palazzo di Westminster ospita numerosi saloni, tra cui la Camera dei Lord, la Camera dei Comuni e il Big Ben.

Stati membri: il Palazzo di Westminster ospita i membri del Parlamento britannico, composto da due camere, la Camera dei Lord e la Camera dei Comuni.

Importanza politica: il Palazzo di Westminster è il luogo dove vengono discusse e votate le leggi del Regno Unito e dove viene eletto il Primo Ministro. È quindi una delle sedi più importanti della politica britannica

La storia del Big Ben

La Torre del Parlamento è stata costruita tra il 1840 e il 1858, e il Big Ben è stato installato nel 1859. La campana è stata progettata da Edward John Dent e il suo suono è stato descritto come “una voce che risuona attraverso il tempo”.

Chi era Edward John Dent, progettista del Big Ben

Edward John Dent era un orologiaio inglese nato nel 1790. Era conosciuto per essere uno dei più abili orologiai del suo tempo e fu incaricato di realizzare l’orologio a pendolo che si trova nella Torre di Big Ben a Londra. Fu anche il primo a creare un orologio con un meccanismo di scappamento a ruota di fuga, che è stato poi utilizzato come base per gli orologi moderni. Dent morì nel 1853, lasciando un’eredità di orologi di alta qualità e una reputazione come uno dei più grandi orologiai di tutti i tempi.

È possibile visitare il Big Ben?

Non è possibile salire sulla Torre del Parlamento o sulla campana Big Ben per motivi di sicurezza. Tuttavia, è possibile visitare il cortile interno della Torre del Parlamento e ammirare la torre dall’esterno. La Torre del Parlamento è aperta al pubblico durante i mesi estivi, generalmente da aprile a ottobre, dalle 9:00 alle 17:00. Durante il resto dell’anno, la torre è aperta solo per visite guidate prenotate in anticipo.

I prezzi e le modalità della visita alla Torre del Parlamento e del Big Ben

I prezzi per le visite alla Torre del Parlamento dipendono dal tipo di visita che si sceglie di fare. Ci sono diverse opzioni disponibili, tra cui visite guidate della Torre, visite ai sotterranei della Torre e visite ai dintorni della Torre. I prezzi per le visite variano anche in base alla stagione. In genere, i prezzi per le visite durante la stagione alta (da aprile a settembre) sono leggermente più alti rispetto a quelli durante la stagione bassa (da ottobre a marzo).

Per prenotare una visita alla Torre del Parlamento, puoi visitare il sito web del Palazzo di Westminster. Sul sito web potrai trovare informazioni dettagliate sui prezzi e sulle opzioni di visita disponibili, nonché il calendario delle visite e il modulo di prenotazione online. È importante prenotare in anticipo, poiché le visite alla Torre del Parlamento sono molto popolari e possono essere prenotate rapidamente.

https://www.parliament.uk/about/living-heritage/building/palace/

Cos’altro visitare a Londra

  1. Torre di Londra: una fortezza medievale situata sulla riva del fiume Tamigi, che ospita la Corona inglese, le gemme della corona e le esposizioni della storia della monarchia.

  2. Buckingham Palace: la residenza ufficiale della regina Elisabetta II, aperta al pubblico durante l’estate.

  3. Tower Bridge: il famoso ponte sulla Tamigi, noto per la sua architettura in stile gotico.

  4. British Museum: uno dei più grandi musei al mondo, che ospita una collezione di arte e artefatti di tutto il mondo, compresi gli antichi tesori egizi e le sculture della Grecia classica.

  5. London Eye: una ruota panoramica che offre una vista spettacolare sulla città.

  6. St. Paul’s Cathedral: la cattedrale di Londra, nota per la sua architettura barocca.

  7. Camden Market: un popolare mercato all’aperto con una vasta gamma di negozi di articoli vintage, street food e musica dal vivo.

  8. Tate Modern: uno dei più importanti musei d’arte contemporanea al mondo, con una collezione di opere di artisti come Warhol, Picasso e Hockney.

  9. London Dungeon: un’attrazione interattiva che ricostruisce eventi storici spaventosi della storia di Londra, come la peste nera e il Great Fire.

Come Spostarsi a Londra

Ci sono diversi modi per spostarsi a Londra, visitare le attrazioni come il Big Ben risulterà molto semplice:

  1. Metro: il sistema di metropolitana di Londra, noto anche come “Tube”, è il modo più veloce per spostarsi in città. È facile da usare, con una mappa chiara e una rete di linee che coprono la maggior parte della città.

  2. Autobus: il sistema di autobus di Londra è un modo conveniente per spostarsi, soprattutto se non si conosce la metropolitana. Gli autobus funzionano con un sistema di pagamento a bordo, quindi è importante avere delle monete o una carta di credito o di debito.

  3. Treno: il sistema ferroviario di Londra, noto come “National Rail”, è un modo rapido per spostarsi fuori dal centro città e raggiungere i sobborghi.

  4. Taxi: i taxi di Londra, noti come “black cabs”, sono disponibili per essere prenotati o fermati per strada. Sono un modo conveniente per spostarsi, ma possono essere più costosi dei mezzi pubblici.

  5. Bicicletta: Londra ha una rete di piste ciclabili che percorre la città, quindi è possibile noleggiare una bicicletta per esplorare la città in modo più verde. Ci sono anche numerosi servizi di biciclette pubbliche, come “Boris Bikes”, che consentono di prendere e lasciare le biciclette in diverse parti della città.

  6. A piedi: Londra è una città molto walkable, quindi può essere un modo piacevole e salutare per esplorare la città a piedi. È anche un modo economico per spostarsi.

Costo della metro e del bus a Londra

Il costo della metro a Londra dipende dal percorso che si desidera fare e dalla modalità di viaggio che si sceglie. Ci sono diverse opzioni per acquistare biglietti e abbonamenti per la metro:

  1. Biglietto singolo: questo biglietto è valido per un solo viaggio sulla metro e non può essere riutilizzato. Il prezzo dipende dalla zona in cui si viaggia e dall’orario del giorno. Ad esempio, un biglietto singolo per un viaggio durante il giorno nella zona 1 costa circa £2,50.

  2. Abbonamento giornaliero: questo abbonamento è valido per un giorno intero di viaggi illimitati sulla metro. Il prezzo dipende dalle zone in cui si viaggia e dall’orario del giorno. Ad esempio, un abbonamento giornaliero per la zona 1 costa circa £12,50 durante il giorno e £8,50 dopo le ore 19.

  3. Abbonamento settimanale: questo abbonamento è valido per una settimana intera di viaggi illimitati sulla metro. Il prezzo dipende dalle zone in cui si viaggia. Ad esempio, un abbonamento settimanale per la zona 1 costa circa £35.

  4. Abbonamento mensile: questo abbonamento è valido per un mese intero di viaggi illimitati sulla metro. Il prezzo dipende dalle zone in cui si viaggia e dall’età del viaggiatore. Ad esempio, un abbonamento mensile per la zona 1 costa circa £130 per gli adulti e £65 per i giovani (età 16-18).

È possibile acquistare biglietti e abbonamenti presso le stazioni della metro, utilizzando le macchine automatiche o presso i punti di vendita autorizzati. Inoltre, è possibile acquistare biglietti e abbonamenti online o tramite l’app della metro di Londra.

I quartieri di Londra

Oltre alle zone, Londra è divisa in diverse aree o quartieri, ognuno dei quali ha il suo carattere e il suo fascino:

  1. City of London: il cuore finanziario della città, con grattacieli e uffici. Qui si trova il Big Ben.

  2. West End: la zona dello shopping e del divertimento, con negozi di lusso, teatri e ristoranti.

  3. Covent Garden: un quartiere pieno di vita, con mercati all’aperto, negozi di arte e artigianato e ristoranti.

  4. Soho: un quartiere trendy con bar, club e ristoranti.

  5. Notting Hill: un quartiere alla moda con mercatini delle pulci, negozi di design e case colorate.

  6. Greenwich: un quartiere storico con il Royal Observatory, il Museo delle Navi e il mercato di Greenwich.

  7. Brick Lane: un quartiere multiculturale con una vivace scena artistica, negozi vintage e ristoranti etnici.

  8. Camden: un quartiere alternativo con un popolare mercato all’aperto, negozi di articoli vintage e musica dal vivo.

  9. Stratford: un quartiere in rapido sviluppo, sede dell’Olympic Park e del Westfield Stratford City, il più grande centro commerciale d’Europa.

Come arrivare a Londra dall’Italia?

Ci sono diverse opzioni per arrivare a Londra dall’Italia:

  1. Aereo: ci sono diverse compagnie aeree che offrono voli diretti da diverse città italiane a Londra, come ad esempio Roma, Milano e Venezia. I voli di solito atterrano all’Aeroporto di Heathrow, che è il più grande aeroporto di Londra. Altri aeroporti importanti sono l’Aeroporto di Gatwick, l’Aeroporto di Stansted e l’Aeroporto di Luton.

  2. Treno: è possibile prendere il treno da diverse città italiane, come Milano e Venezia, fino a Parigi, e quindi prendere il treno Eurostar per Londra. Il treno Eurostar parte dalla Gare du Nord a Parigi e arriva alla Stazione di St Pancras International a Londra.

 

Cosa mangiare a Londra?

Londra è una città multiculturali, quindi c’è una grande varietà di cibi disponibili per soddisfare tutti i gusti. Ecco alcuni dei cibi tipici di Londra che potresti voler provare:

  1. Fish and chips: il piatto nazionale inglese, composto da pesce fritto e patatine fritte, solitamente servito con salsa tartara e insalata.

  2. Roast beef: il roast beef è un piatto tradizionale inglese che consiste in carne arrostita, solitamente manzo, servita con patate arrosto, carote, cavolo e Yorkshire pudding (una specie di soufflé di pastella).

  3. Bangers and mash: un piatto a base di salsicce e purea di patate, solitamente servito con cipolle caramellate e gravy (salsa di carne).

  4. Pie: le torte salate sono una specialità inglese, e a Londra si possono trovare diverse varietà, come la pie di pollo e funghi, la pie di manzo e cipolla e la pie di vitello e ale.

  5. Curry: Londra è anche nota per la sua ampia scelta di cibi indiani, con numerosi ristoranti che servono curry di pollo, agnello, manzo e verdure.

  6. Afternoon tea: l’afternoon tea è una tradizione inglese, che consiste in un tè pomeridiano servito con tramezzini, scones con crema e marmellata e piccole torte.

  7. Street food: a Londra ci sono numerosi mercati all’aperto e bancarelle di street food che offrono una grande varietà di cibi da asporto, come ad esempio tacos, hamburger, kebab e falafel.

  8. Pub food: i pub inglesi sono noti per la loro cucina casalinga, con piatti come il roast beef, il fish and chips e il pie di pollo e funghi, solitamente serviti con birra o vino.

Londra, costo della vita rispetto a Milano

Il costo della vita a Londra è generalmente più alto rispetto a Milano. Tuttavia, il costo può variare in base a diversi fattori, come ad esempio il quartiere in cui si vive, il tipo di alloggio e il tipo di stile di vita. Ecco alcune delle principali differenze nel costo della vita tra Londra e Milano:

  1. Affitto: l’affitto a Londra è generalmente più alto rispetto a Milano. Ad esempio, l’affitto di un appartamento di una camera da letto a Londra può costare circa £1.000 al mese, mentre a Milano può costare circa €700 al mese.

  2. Cibo: il costo del cibo a Londra è generalmente più alto rispetto a Milano. Ad esempio, il prezzo di un pasto al ristorante a Londra può costare circa £20, mentre a Milano può costare circa €15.

  3. Trasporti: il costo dei trasporti a Londra è generalmente più alto rispetto a Milano. Ad esempio, il prezzo di un biglietto per la metro a Londra (per andare, ad esempio, al Big Ben) può costare circa £2,50, mentre a Milano può costare circa €2.

  4. Salari: i salari a Londra sono generalmente più alti rispetto a Milano. Ad esempio, il salario medio per un lavoratore a Londra può essere circa £35.000 all’anno, mentre a Milano può essere circa €30.000 all’anno.

  5. Tasse: le tasse a Londra sono generalmente più alte rispetto a Milano. Ad esempio, l’imposta sul reddito a Londra può essere del 20% per i redditi inferiori a £50.000 e del 40% per i redditi superiori a £50.000, mentre a Milano può essere del 23% per i redditi inferiori a €75.000 e del 43% per i redditi superiori a €75.000.

Foto dell’articolo sul Big Ben: Pixabay

A proposito di Redazione Eroica Fenice

Vedi tutti gli articoli di Redazione Eroica Fenice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *