Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Filippo Giardina presenta Formiche a Napoli

Filippo Giardina presenta Formiche a Napoli

Filippo Giardina si esibisce nel Chiostro di San Domenico Maggiore a Napoli il 28 luglio.

Filippo Giardina si scatena ancora, e stavolta il palco è quello allestito nel Chiostro di San Domenico Maggiore, il 28 luglio. Disinibito, irrispettoso, scorretto, ma ha anche dei difetti. Presentato da The Comedy Club, agenzia partenopea di management, produzione e comunicazione specializzata nella satira e stand up comedy, e da Stand up Comedy Napoli, Formiche si rivela essere una boccata d’aria fresca in un stanza calda di ansie e preoccupazioni.

Chi conosce il movimento di stand up comedy italiano, non può non conoscere Filippo Giardina, e chi invece è estraneo a tale circolo, non può che iniziare proprio dal comico romano. Punto di riferimento per l’intera comunità di Comedians in Italia, fondatore del collettivo Satiriasi nel 2009, vanta partecipazioni tv al cast di “Stand Up Comedy” su Comedy Central IT, “Sbandati” su Rai2 e “Nemico Pubblico” su Rai3. Ben nove gli spettacoli (più e più volte portati in scena), alcuni disponibili al pubblico anche sul suo canale youtube (ecco qui il precedente spettacolo, Lo Ha Già Detto Gesù, forse uno dei lavori migliori dell’artista)
Ed è proprio il palcoscenico l’habitat naturale di Filippo Giardina, e lo si è visto (ancora una volta) a Napoli il 28 luglio. E diciamolo, iniziare davanti ad una Chiesa, è già il miglior assist che si possa fare a qualcuno che fa satira.

La serata in compagnia di Giardina e delle sue “Formiche”

Dopo un’ottima apertura di Vincenzo Comunale, giovane talento partenopeo, ecco arrivare il protagonista della serata.
Nel suo Formiche, Giardina veste i panni di una gigantesca gru, pronta a demolire qualsiasi convinzione e certezza dell’uomo medio. Spettacolo completo, nel senso che il comico romano non risparmia proprio nessuno. Tante sono infatti le tematiche che riesce a legare al filo del suo microfono.

Si parte dall’analisi irriverente e dissacrante delle singole minoranze, allo sbeffeggiare la banalità di certe maggioranze, a grandi (e alquanto improbabili) rivoluzioni sociali. Ma non staremo parlando di Filippo Giardina se non facessimo almeno menzione alle sue grandi abilità di provocatore. E allora ecco il “revisionismo storico Giardiniano”, e le sue personalissime ma convincenti (a modo loro) visioni di De Andrè, Andreotti, Ilaria Cucchi e molti altri.

Bene impostato, coinvolgente (il rapporto e il dialogo con il pubblico è ormai caratteristica nota) ma soprattutto: stimolante. La personalissima morale di Giardina, non solo invita alla riflessione, seppur utilizzando lo strumento dell’assurdo, ma presenta una particolare caratteristica: non può lasciare indifferenti. Quasi due ore di esilaranti paradossi, eccentriche teorie e pungenti osservazioni.

La satira quindi, ma più in generale lo spettacolo dal vivo, persiste e resiste, anche con le situazioni oggettivamente complesse che hanno segnato questo 2020, che consentono un plauso in più non solo all’artista, ma a tutta la grande macchina organizzativa che vi è dietro questo, e altri spettacoli (pensiamo a quello tenuto il 21 luglio al Lanificio 25)

In conclusione, segnaliamo le future date estive di Formiche:
29/07 Taranto- Jentu Beach
30/07 Bari- Malto’s Beer
31/07 Fisciano (SA)- Periferica Konnection
10/09 Roma- Le Terrazze Eur
11/09 Roma- Le Terrazze Eur

Fonte immagine: https://www.facebook.com/filippogiardinaofficial

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply