Seguici e condividi:

Eroica Fenice

"Squalificati" di Luciano Melchionna al Sannazaro - L'umanità in scena

“Squalificati” di Luciano Melchionna al Sannazaro – L’umanità in scena

Dal 16 al 18 novembre, il Teatro Sannazaro ospita “Squalificati” di Pere Riera, qui tradotto da Inés Rodriguez e Joan Negrié e adattato da David Campora.
La regia e ideazione scenica sono di Luciano Melchionna, che dirige in scena Stefania Rocca, Andrea de Goyzueta e Fabrizio Vona.
Lo spettacolo è prodotto da  Ente Teatro Cronaca – Vesuvioteatro in collaborazione con il Festival Teatrale di Borgio Verezzi 2018.

“Squalificati” di Luciano Melchionna, la sconfitta della vittoria

“[…]la Fortuna è donna; ed è necessario, volendola tener sotto, batterla, ed urtarla[…]”.

Niccolò Machiavelli – Il Principe (Cap.XXV)

Se la vita di qualcuno, di qualcuno di pubblicamente rispettabile, fosse nelle nostre mani, cosa faremmo?
Se questi avesse fatto del bene, ma ci fosse un unica e decisiva macchia su un’intera esistenza, capace di confutare tutto il buono e porre ombra sulla sua vita alla luce del sole, lasceremmo che questo dettaglio cadesse in silenzio o lo renderemo noto a tutti, affinché possano giudicare?
E se nell’osservare con attenzione la pagliuzza nell’occhio di chi infamiamo, fossimo offuscati, ad un certo punto, dalla trave che ci impedisce di vedere la verità?

Il testo di Pere Riera, qui adattato da David Campora, e la regia di Luciano Melchionna non sembrano interessati a concedere risposte univoche e assolute.
Il lavoro duro, quello di interpretazione degli uomini più che del testo, viene tutto svolto dagli attori in scena, i quali si fanno peso della loro umanità e fragilità sommata a quella dei loro personaggi.
Sembrano predisposti al bene, capaci di crederci, eppure non possono, questi personaggi e questi attori, non infangare se stessi, non cadere nel male, poiché è la loro condizione precaria di umani a portarli a tale ripetitivo finale.

Va fatto plauso e meritevole attenzione alle scene di Roberto Crea, capaci di ricreare quel senso di divisione interna, di assoluto non contatto persino tra persone che sono così vicine.
Su binari opposto, rette parallele, essi si muovono e vivono le loro vite, illudendosi di potersi toccare, intersecarsi in un determinati punto x. ma senza mai sfiorarsi veramente.

SQUALIFICATI
di Pere Riera
traduzione Inés Rodríguez e Joan Negrié
adattamento David Campora
regia di Luciano Melchionna
con Stefania Rocca
Andrea de Goyzueta e Fabrizio Vona
scene Roberto Crea
ideazione scenica Luciano Melchionna
costumi Milla
musiche a cura di Riccardo Regoli
produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
in collaborazione con Festival Teatrale di Borgio Verezzi 2018

⏲ ORARI
venerdì 16 e sabato 17 ore 21.00
domenica 18 ore 18.00

✅ ACQUISTA ONLINE
bit.ly/AcquistaSqualificati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *