Seguici e condividi:

Eroica Fenice

I corti sul lettino - Cinema e psicanalisi

I Corti sul Lettino: la X edizione della rassegna

I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi è una rassegna internazionale di cortometraggi che unisce la dottrina psicoanalitica alla prassi cinematografica.

Dal 3 ottobre al 6 dello stesso mese, si terrà a Napoli, presso il PAN (Palazzo delle Arti a Napoli), la X edizione della rassegna internazionale I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi ideata dal direttore artistico Ignazio Senatore, psichiatra, giornalista e critico cinematografico, organizzata dall’Associazione Movies Event e da Pietro Pizzimento, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e con il sostegno della Regione Campania.

I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi: la rassegna e il programma delle giornate

La X edizione della rassegna de I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi, si articolerà in 4 giornate nelle quali saranno proiettati 41 cortometraggi selezionati – fra centinaia di lavori proposti – da una giuria composta dagli attori Marina Confalone (presidentessa di giuria), Nando Paone, Massimiliano Gallo e Shalana Santana e verranno consegnate targhe alla carriera a Cristina Donadio, Adele Pandolfi, Gianfranco Gallo, Franco Iavarone e Gianni Ferreri, interpreti, fra l’altro, di alcuni fra i cortometraggi che verranno proiettati durante la rassegna.

I cortometraggi della prima giornata si incentrano, nell’intenzione, sul rapporto fra psicoanalista e paziente e intendono “inabissarsi” fra le onde dell’inconscio e della psiche; saranno proiettati:

Save di Iván Sáinz-Pardo;
Peggie di Rosario Capozzolo;
Gray umbrella di Mohammad Postindouz;
Because of a little apple di Ksenia Roganova;
Tu non c’eri di Cosimo Damiano Damato con Brenno Placido e Piero Pelù;
Une place di Arthur Bacry;
Triunfadores di Joseba Alfaro;
Pajero di Aitor González Iturbe;
La risa de las mariposas di Regla Peinado Elliott;
In ritardo di Franz Laganà con Cristiana Capotondi e Paolo Rossi;
Happy hour di Fabrizio Benvenuto con Paolo Briguglia;
El lucero di Patricia Galán, Marcos Álvares;
Manicure di Francesco Natale con Adele Pandolfi.

I lavori saranno commentati dallo psichiatra Adolfo Ferraro, dalla psicoanalista Rossana Calvano e da Luigi La Monica, selezionatore dei cortometraggi del Festival del Cinema Europeo di Lecce.

La seconda giornata sarà una retrospettiva dedicata ad alcuni fra i cortometraggi proiettati nelle precedenti edizioni della rassegna; fra questi:

L’amore è un giogo di Andrea Rovetta con Neri Marcorè;
Meglio se stai zitta di Elena Bouryka con Valeria Solarino e Donatella Finocchiaro;
Swing di Maria Guidone con Giuseppe Battiston;
November di Eric Esser;
Un uccello molto serio di Lorenza Indovina con Rolando Ravello e Chiara Caselli;
Maradona Baby di Nino Sabella;
L’ultimo viaggio di Valeria Luchetti con Gigio Alberti, Marina Massironi;
Io non ti conosco di Stefano Accorsi con Stefano Accorsi  e Vittoria Puccini.

Le pellicole saranno commentate dal critico cinematografico Alberto Castellano, dallo storico del cinema Giuseppe Borrone e da Giuseppe Colella, presidente del Coordinamento Festival Cinematografici della Campania.

La terza e la quarta giornata saranno dedicate ai cortometraggi in gara, che concorrono per i premi di: miglior corto, miglior corto straniero, miglior attore, attrice e corto premiato dal pubblico.

Di seguito, in dettaglio, l’articolazione delle giornate del 5 e del 6 ottobre:

5 ottobre:

Waves di Sophie Chamoux;
Waiting di Alexey Rem;
Mazeppa di Jonathan Lago Lago;
Dix minutes pas plus vostit di Antoine De Bujadoux;
Agelasta di Sara Gracia Jiménez;
Verde pistacho di Paco Cavero;
Le défi du rade di François Zaïdi;
Al posto suo di Alessandro Sampaoli;
Still Dance di Alessandro Sampaoli, Andrea Paracchini, Vera Racanelli, Mauro Paglialonga, Giovanni Franzoi con Renato Scarpa;
Per errore di Raffaele Ceriello con Laura Borrelli e Lalla Esposito;
Lei di Roberto Bontà Polito con Yuliya Mayarchuk;
Ragù noir di Alfredo Teja Mazzara con Alessandra Borgia e Laura Borrelli.

6 ottobre:

Deux mains di Michaël Barocas;
Familienurlaub di Fabian Giessler;
Storia triste di un pugile scemo di Paolo Strippoli con Cristina Donadio;
In quel preciso istante di Sarasole Notarbartolo con Cristina Donadio e Franco Iavarone;
Tu m’uccidi, o crudele di Giovanni Calvino con Gianni Ferreri e Franco Iavarone;
La giornata di Pippo Mezzapesa con Arianna Gambaccini;
Sweetheart di Marco Spagnoli con Marco Giallini e Violante Placido;
La gatta mammona di Paolo Cipolletta con Gianfranco Gallo.

La visione dei cortometraggi è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti; per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti contatti: www.cinemaepsicoanalisi.com; 0815491838.