Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Dieta Personalizzata, la parola a Maria Papavasileiou

Intervista a Maria Papavasileiou di Dieta Personalizzata

La dottoressa Maria Papavasileiou ai nostri microfoni –

Maria Papavasileiou, oltre ad essere una stimata dottoressa dal curriculum ineccepibile che ha effettuato e frequentato una miriade di corsi e portato avanti importanti ricerche in ambito scientifico, è anche l’amministratrice della pagina Facebook Dieta Personalizzata. È una sorta di diario, ma piuttosto che noiosi aneddoti, sono riportati utili consigli per colazione, pranzo e cena. Un album fotografico di una corretta alimentazione, varia, equilibrata e più che mai golosa. E sotto ogni sua foto, chiunque può postare una foto del suo spuntino, chiedere consigli, esprimere pareri, fornire ricette. È un ritrovo per chiunque voglia provare a seguire un regime alimentare corretto, senza le forzature di una dieta di brodini, tisane e digiuni, senza rinunciare alla bellezza di un piatto colorato e vario e, soprattutto, senza rinunciare al gusto di mangiare. 

Intervista a Maria Papavasileiou – Dieta Personalizzata

Lei in Italia è la nutrizionista più seguita del web, con più di  800.000 fan facebook. Qual è il suo segreto?
È un segreto abbastanza comune quando si parla di successo in generale: passione per il lavoro, tanta energia e positività. Amo quello che faccio, non potrei stare un minuto senza tutto questo, non smetto mai di lavorare (neanche nei weekend) e sono sempre attiva. Poi ci sono i followers che mi danno la carica. Leggere con quanta passione seguono Dieta personalizzata, condividono, commentano non può far altro che spingere a dare sempre il meglio!

Quando è nato in lei l’interesse per le scienze della nutrizione?
Per questo dobbiamo scavare nel passato: da bambina facevo danza classica e, durante l’adolescenza, è diventata una vera e propria professione: facendo danza 4 ore al giorno, weekend compresi, avevo delle esigenze nutrizionali molto particolari cosi, ho iniziato a leggere ed informarmi su libri di alimentazione. Più leggevo, più mi appassionavo. Al liceo, poi, le mie materie preferite erano biologia e chimica. Da li è nato tutto.

Qual è il suo rapporto di Maria Papavasileiou con la filosofia vegana e vegetariana?
Seguo la posizione ufficiale dell’American Dietetic Association che sostiene che diete a base vegetale, se ben pianificate e non improvvisate, apportano molteplici benefici per la salute riducendo il rischio di contrarre malattie degenerative.

È stata protagonista anche di un programma on line, Mr Kitchen e Miss Diet.
È stata una bellissima esperienza che mi ha permesso di vedere, in diretta, quanto coinvolgimento e passione c’era negli spettatori. Mi piace questo clima amichevole e simpatico in cui si riesce a chiacchierare, chiarire dubbi e trasmettere buoni principi sull’alimentazione.

C’è una massima o una frase che più rappresenta il suo pensiero?
La frase che più mi rappresenta deriva dal medico greco più importante nell’antichità: Ippocrate. “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo”. Penso che racchiuda un principio che, nonostante gli anni, si sta dimostrando sempre più importante. Per questo sostengo l’alimentazione come forma di prevenzione e miglioramento di vari disturbi. Il mio percorso di studi (sempre in evoluzione) mi ha permesso di toccare con mano quanto un corretto apporto di nutrienti possa cambiare, radicalmente, la vita di un paziente.

Lei offre consulenze e supporto anche a chi non ha la possibilità di recarsi al suo studio. Come funziona?
Questo tipo di consulenza è nata, inizialmente, per dare supporto ai pazienti che arrivavano in Studio da ogni parte di Italia, spesso in aereo (es. Sicilia – Sardegna) in modo da poterli seguire anche a distanza. Poi, la richiesta sempre maggiore (spesso anche di Italiani residenti all’estero come a New York, Dubai o Londra) mi ha fatto decidere di introdurlo come un vero e proprio servizio: la consulenza avverrà tramite videochiamata o skype. Il paziente riceve sempre pima della visita l’elenco di esami del sangue e, dopo averli girati insieme alla prescrizione medica (qualora ci siano delle patologie) facciamo insieme una valutazione dello stato nutrizionale, dei gusti e un’analisi per vedere quali sono gli errori da correggere. Segue, poi, un piano alimentare (e per chi le vuole anche delle buonissime ricette) da seguire fino alla data del successivo controllo.

Sul suo sito web affronta anche l’argomento integratori, da alcuni considerati indispensabili in un programma di dieta.
Gli integratori sono necessari solo in caso di carenze alimentari. Un’alimentazione corretta deve fornire al corpo tutte le sostanze di cui abbiamo bisogno, per questo il compito del nutrizionista è insegnare al paziente come nutrirsi in modo corretto per non aver bisogno di alcun tipo di integrazione. Tutto il resto è una grandissima forma di marketing (e spesso, abuso della professione medica. Purtroppo ci sono pochi controlli nel settore perché, altrimenti, ci sarebbero molte meno figure che si improvvisano “nutritonal coach”, “wellness coach” e via dicendo.). Non smetterò mai di ripetermi, in questo: state alla larga da chiunque non abbia una formazione specifica ed una legale abilitazione al lavoro che sta facendo. Non avete idea di quanti danni possano essere causati da errate indicazioni nutrizionali. Poi il concetto si può riassumere in questa semplice frase… vi fareste operare al cuore da chi, fino a 15 giorni fa, faceva (per esempio) l’estetista o l’impiegato? Il concetto è identico.

Ringraziamo Maria Papavasileiou per il suo tempo e le auguriamo un radioso futuro.