Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Dietro il potere: Doppio binario Alessandro Polidoro Editore

Dietro il potere: Doppio binario di Bruno Larosa (Alessandro Polidoro Editore )

Nel diritto penale, il doppio binario è un sistema che prevede in aggiunta alla pena tradizionale, imposta al colpevole sulla base del reato commesso, una misura di sicurezza giustificata dalla pericolosità sociale del reo (comunque finalizzata al suo reinserimento nella società civile). Edito da Alessandro Polidoro Editore e pubblicato questo ottobre, Doppio binario di Bruno Larosa è la cronaca di un caso tra l’investigativo e l’emozionale che fa onore al suo titolo.

Doppia verità, Doppio binario (Alessandro Polidoro Editore)

Nelle vene di Dario scorre il sangue dell’illustre professore Alfredo Casaluce: il padre che gli ha dato un cognome grande, che chiama rispetto, che apre ogni porta, che al contempo pesa come una condanna sulle spalle di un ragazzo che vuole creare da solo le proprie occasioni. Tra gli studi giuridici a cui era stato avviato dal genitore e le battaglie sociali di chi conosce la fede, la vita di Dario subisce un violento scossone il giorno in cui gli viene data notizia dell’omicidio del padre. Un colpo d’arma da fuoco, probabilmente sparato da due rapinatori, è l’analisi dei momenti successivi alla tragedia. Pochi anni dopo, Dario viene convocato in tribunale per rilasciare una testimonianza funzionale al processo di condanna del rapinatore accusato dell’omicidio del padre. Questa l’occasione in cui incontra l’avvocato Matteo Lionello, la figura che gli aprirà gli occhi sui retroscena della vita ai piani alti del potere, sul palcoscenico degli attori che si muovono dietro le quinte. Decisivo è il ritrovamento dell’agenda su cui il padre appuntava il resoconto delle sue giornate di lavoro: non un’agenda qualunque, ma la base da cui partire per ricostruire un sistema tenuto in piedi da uomini ambiziosi che non raccontano la verità neanche a loro stessi, un sistema che fa vittima chi ha contribuito a tenerlo in piedi.

 “La ruota ha tre elementi fondamentali: un cerchio, un fulcro e poi i raggi che dal centro vanno verso il cerchio da dove a loro volta tornano. Ognuna delle parti è necessaria all’altra, senza una di esse quella ruota non funzionerebbe. (…) Il sistema di potere è analogo a una ruota di bicicletta e tuo padre aveva la funzione di fulcro, al quale i raggi arrivavano, ma dal quale anche ripartono”, sostiene l’avvocato Lionello davanti ad un Dario ingenuo e deluso. Da questo momento, il lettore correrà insieme al giovane protagonista su una pista di cose non dette e purtroppo fatte, per sbrogliare una trama di inganni e scheletri nell’armadio, per parlare senza remore di potere, onestà e giustizia.

Un mondo, questo tessuto di fili attorcigliati e macchinati, che lo scrittore conosce bene. Ogni parola trascina con sé la passione di Larosa per la scrittura e la materia trattata. Sommiamo una narrazione scorrevole ad un punto di vista intimo e attento: otterremo una presa di coscienza, un risultato, una conquista, dalla forma di un romanzo. Una storia bivalente, insomma: non solo il romanzo mai banale né scontato, ma anche la lente attraverso cui guardare il letame prima della rosa.

Print Friendly, PDF & Email