Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Mezzi pubblici, biglietti a bordo per combattere l’evasione

Napoli, città viva e pulsante, è purtroppo notoriamente caratterizzata dai disagi che riguardano i mezzi pubblici. Precarie condizioni dei veicoli, ritardi e servizio insufficiente hanno spesso posto i riflettori, in maniera negativa, sui trasporti partenopei. In tale ambito ha fatto molto discutere la sconcertante notizia della falsificazione di abbonamenti per i mezzi pubblici. La scoperta, avvenuta grazie al lavoro congiunto della Guardia di Finanza e dei controllori di Unico Campania ed Anm, ha dato rilievo alle istanze di coloro che da anni auspicano una riforma del sistema dei trasporti, capace di contrastare questi fenomeni criminosi.

Gli abbonamenti fasulli, del tutto simili a quelli originali, si contraddistinguono per i colori leggermente più chiari, un’erronea sfumatura del colore nella parte superiore del biglietto e per una peggiore qualità del logo della Regione Campania.

Evasione e biglietto a bordo dei mezzi pubblici

Il fenomeno dell’evasione sui mezzi pubblici, nelle sue varie forme, ha raggiunto livelli preoccupanti, e ciò costa alle società dei trasporti milioni di euro ogni anno. Per contrastare questa rovinosa tendenza sono state previste una serie di misure volte ad intensificare i controlli e ad agevolare la possibilità per i passeggeri di munirsi dell’adeguato titolo di viaggio. Tra le novità più rilevanti vi è sicuramente l’iniziativa dell’ANM di reinserire, così come era previsto in passato, la possibilità di acquistare il biglietto sull’autobus. Il progetto, in fase di elaborazione, dovrebbe portare entro alcuni mesi alla sperimentazione di questo nuovo servizio su alcune linee di prova.

Secondo Alberto Ramaglia, amministratore unico ANM, la possibilità di acquistare il titolo di viaggio direttamente a bordo dei mezzi pubblici sarà capace di smorzare enormemente l’evasione.

Ulteriore innovazione, prevista a partire da settembre, sarà il ritorno della Polizia Municipale a bordo degli autobus. Gli agenti, il cui compito primario è quello di garantire la sicurezza di conducenti e passeggeri, avranno anche la funzione di controllare il possesso e la validità del biglietto di viaggio.

Le varie iniziative, predisposte per combattere il fenomeno dei viaggiatori senza biglietto, si pongono come necessari strumenti per arginare comportamenti opportunistici che vanno a danno dell’intera collettività. L’auspicio è che tali innovazioni, idonee ad incrementare le risorse delle aziende dei trasporti, siano accompagnate da progetti volti a migliorare il servizio, adeguando il sistema dei mezzi pubblici napoletani agli standard già da tempo assicurati nelle altre grandi città italiane.

Print Friendly, PDF & Email