Ricette vegane per Pasqua: tante idee green

Ricette vegane per Pasqua: tante idee "green"

Le ricette vegane per Pasqua a dispetto di quanto si possa pensare, sono tante e anche molto saporite; tendenzialmente in questo giorno festivo si è soliti mangiare carne e derivati, ma ovviamente esistono molte ricette vegane per chi non mangia nulla di tutto ciò.

Pasqua vegana: tante ricette alla portata di tutti

Un’idea originale e saporita al tempo stesso sono le torte salate, sempre diverse e con le quali si può “lavorare di immaginazione”. Elemento base di queste torte sono le verdure, dagli agretti alla cicoria, dagli spinaci al tarassaco.

Raccogliere le diverse verdure o le erbette sarà un modo per trascorrere del tempo a contatto con la natura, passeggiando all’aperto, magari in compagnia.
Ricordiamo che la Pasqua è una festività dalle radici antiche visto che in origine la Pasqua ebraica ricordava la liberazione degli ebrei dalla schiavitù degli egiziani. Successivamente, con l’avvento del cristianesimo, assunse un significato ancora più profondo diventando la ricorrenza che celebra la rinascita a nuova vita.

Realizzare la torta salata con tarassaco è molto semplice e la si potrà arricchire con olive verdi o nere ma anche aggiungendo spezie varie (la noce moscata è molto indicata in questo caso). Dopo aver preparato la base per la torta, friabile e croccante al tempo stesso, bisognerà riempirla. Tra i vari ingredienti si possono utilizzare: tarassaco, erbette e olive. Una ricetta che lascerà tutti a bocca aperta per il suo sapore rustico, in cui il leggero amaro del tarassaco è perfettamente bilanciato dalle dolcissime erbette.

La torta può essere un’ottima alternativa alla cosiddetta “fellata”, ossia i taglieri tipici di Pasqua e Pasquetta ricchi di salumi, formaggi ed uova, diffusi soprattutto in Campania. Per evitare alimenti confezionati vegani, surrogati della carne e dei derivati, si possono preparare ricette gustose con pochi e semplici ingredienti.

Un ottimo antipasto per il pranzo di Pasqua, sono le polpettine a base di ceci o lenticchie; si possono realizzare senza uova e formaggio e risulteranno ugualmente gustose e croccanti.
Realizzarle è facilissimo, basterà unire tutti gli ingredienti, aggiungere qualche spezia a piacimento, del pane ammorbidito o semplicemente con dell’acqua oppure con latte vegetale, mescolare tutto e cuocerle.
Gustosissime sia fritte che cotte al forno, sono un ottimo antipasto che tutti sapranno apprezzare.

Tra gli antipasti vegan più deliziosi si possono realizzare dei piccoli strudel salati ripieni di carote e formaggio vegan. Si tratta di un antipasto molto goloso che si realizza in pochissimo tempo. Basta infatti tagliare le carote lavate e pulite molto sottili e farle cuocere con della salsa di soia. Aprire la pasta fillo, tagliare dei rettangoli e farcire con le carote e il formaggio vegano.
Tra le ricette vegane, se non si ha molto tempo a disposizione, si possono prediligere alimenti confezionati, facilmente reperibili nei supermercati.
Una “ricetta” simpatica sono i “sacchettini di prosciutto” (vegano ovviamente) ripieni di formaggio. Basterà comprare degli affettati vegani a proprio piacimento e spalmare al centro di ogni fettina uno spesso strato di formaggio vegano, magari aromatizzato. Li si chiuderà poi a mo’ di sacchetto, e il gioco sarà fatto.

Asparagi, carciofi, le prime fave e i primi piselli: sono tante le possibilità per preparare un risotto che accontenti tutti. Bisogna solo ricordarsi di usare l’olio al posto del burro e mantecare con del lievito alimentare in scaglie o del formaggio veg.

Per gli amanti della cucina speziata e orientale, suggeriamo il classico Cous cous alle verdure con curcuma e zenzero. Per prepararlo bastano del cous cous precotto, fave bianche secche, zucchine, asparagi verdi, radice di zenzero, curcuma in polvere, brodo vegetale, olio extra vergine d’oliva, sale e semi di sesamo nero.

Ricette vegane per Pasqua: la bontà delle Lasagne vegane

Uno dei piatti più conosciuti della cucina pasquale sono le Lasagne, che naturalmente si possono preparare anche in versione vegana senza l’aggiunta di carne o derivati. Qui davvero ci si può divertire e nel frattempo stupire amici e parenti portando in tavola ricette fantasiose, che si allontanano da quelle tradizionali e sfruttano materia prima di stagione: carciofi, verdure, funghi. Dalle lasagne con zucca o zucchine a quelle al ragù di seitan, sapranno deliziare i palati di tutti.
Il ragù di seitan si prepara allo stesso modo del ragù di carne; il seitan, andrà dunque soffritto con cipolla, costina di prezzemolo, cipolla, carote, prezzemolo e quant’altro vogliate aggiungere. A questo punto si aggiunge la passata di pomodoro, facendo poi cuocere a fuoco basso e mescolando frequentemente per evitare che il seitan diventi una poltiglia.
La besciamella si può realizzare con latte vegetale, secondo la ricetta tradizionale, sostituendo il burro con l’olio extravergine d’oliva o con uno yogurt alla soia.
La ricetta per il resto è invariata, tranne che per l’utilizzo delle uova, che naturalmente non s’inseriscono.

Il veganismo è una scelta non solo alimentare, ma un vero e proprio stile di vita, applicabile nella vita di tutti i giorni. Pur essendo difficile “applicarlo” quotidianamente, soprattutto durante le festività, il veganismo, specialmente dal punto di vista culinario, si arricchisce di numerose ricette molto saporite e alla portata di tutti.

Per quanto riguarda i secondi e dunque i cosiddetti arrosti di carne, tipici del giorno di Pasqua, i vegani sanno bene che gli alimenti di origine animale possono essere sostituiti con moltissime altre cose. Dalle insalate agli spiedini di frutta, quest’ultimi sono un’ottima alternativa anche al dolce.

Ricette vegane di Pasqua: i dolci della tradizione 

Come si può rinunciare alle uova di cioccolato e alla pastiera? La risposta è semplice, si possono preparare in versione vegana con ricette ugualmente golose.

Nel caso della Pastiera, sostituire tutti gli ingredienti della ricetta tradizionale senza perdere gusto e consistenza è possibile. Ricordiamo infatti, che il sapore dolce è dato dagli aromi che ovviamente si possono utilizzare anche nella versione vegana.
Seguendo la ricetta tradizionale, basterà sostituire la ricotta con del tofu, oppure acquistare una ricotta vegetale. Proseguendo con gli ingredienti da sostituire troviamo le uova; si può realizzare un composto a base di yogurt di soia e due cucchiai di fecola di patate.
Naturalmente, come molti sapranno, la ricetta della pastiera napoletana prevede l’utilizzo dello strutto per realizzare la frolla; l’ingrediente di origine animale può essere sostituito con dell’olio o del burro vegetale.
Realizzati tutti i passaggi sostituendo gli ingredienti con alternative vegane, il dolce tipico di Pasqua può considerarsi concluso, e non resterà altro da fare che gustarlo.

Con piccoli ma deliziosi consigli, anche chi sceglie una cucina vegana potrà trascorrere una Pasqua all’insegna del buon cibo.
Sembrerà scontato affermarlo ma anche i vegani festeggiano la Pasqua e grazie ad una serie di ricette senza alimenti di origine animale, hanno a disposizione tante cose da mangiare. Sono in realtà tante le ricette vegan interessanti.

 

Immagine in evidenza: Pixabay

A proposito di Gerardina Di massa

Vedi tutti gli articoli di Gerardina Di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.