Booktok, quando i social incontrano la cultura

Booktok

Tiktok è il social del momento, non tutti però conoscono la sua sezione libri: booktok.

Su tiktok giovani e adulti si divertono tra balli, lip sync di canzoni famose e trend in voga. Molte persone criticano questo social, lo reputano inutile e promotore solo di comportamenti sbagliati, questa teoria però viene smentita dalla nascita del booktok.

Che cos’è il booktok?

La parola stessa è l’unione tra book (libro) e tok (la parte finale dalla parola “tiktok“) e comprende un gruppo di persone appassionate di lettura che portano dei contenuti in cui parlano delle loro letture correnti, le loro letture future, consigliano i loro libri preferiti e talvolta fanno anche delle “live lettura” dove le persone possono leggere insieme anche a distanza.

Questo fenomeno ha fatto si che determinati libri scalassero le classifiche dopo anni dalla loro uscita, un esempio è “La canzone di Achille“, uscito in Italia nel 2013, che ha avuto molta fama soprattutto nel 2021 proprio grazie al booktok, caso analogo con “Una vita come tante“, uscito in Italia nel 2016, diventato molto conosciuto nel 2021 sempre grazie al booktok.

Inoltre, il libro più venduto del 2022, “Fabbricante di lacrime” ha avuto molto successo grazie al passaparola sul social. Addirittura molti classici hanno avuto bisogno di una ristampa in seguito alla loro “riscoperta”, questo ci fa capire come all’interno di questa sottocommunity ci sia spazio per vari generi, dai romanzi rosa ai classici, dai romanzi gialli a quelli horror.

Molte case editrici hanno approfittato di questo fenomeno per incrementare le loro vendite, quindi non capita raramente che inviino le nuove uscite ai booktoker per farli pubblicizzare, dal momento che un video con l’hashtag booktok può raggiungere migliaia di visualizzazioni, anche le librerie più famose sono in sintonia con questo fenomeno e hanno dedicato al social dei veri e propri reparti.

Le origini del booktok risalgono al 2020, mentre la pandemia da Covid ci teneva chiusi in casa. Forse è stato proprio questo che ha aiutato le persone a riscoprire la passione per la lettura. Molti hanno dichiarato di essersi avvicinati per la prima volta, o riavvicinati dopo tanti anni, ai libri proprio grazie a questo fenomeno social.

Con il booktok è possibile notare come la cultura e i social possano incontrarsi, facendo nascere anche fenomeni costruttivi, come ad esempio il riavvicinamento dei più giovani alla lettura.

Immagine in evidenza: Pexels

A proposito di Sarà Lucia Caccavale

Vedi tutti gli articoli di Sarà Lucia Caccavale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *