Come si acquistano o si scambiano gli NFT?

Come si acquistano o si scambiano gli NFT?

Come si acquistano o si scambiano gli NFT?

Gli NFT vengono acquistati e scambiati come qualsiasi altra criptovaluta basata su Ethereum, solo che invece di acquistare una certa quantità di token, si acquista un singolo token.

Per farlo, dovreste iniziare a installare Metamask, un’estensione del browser che vi permette di interagire con vari aspetti di Ethereum, come gli scambi e le dApp (applicazioni decentralizzate). MetaMask è anche un portafoglio digitale per Ethereum e tutti i token creati su Ethereum (sia fungibili che non fungibili).

Dopo aver installato l’estensione, è necessario acquistare Ethereum (è possibile farlo direttamente in MetaMask con una carta di debito o con Apple Pay facendo clic su “Aggiungi fondi”). Ma fate molta attenzione ai vostri fondi: conservate la password di MetaMask e la chiave privata del vostro portafoglio in un luogo sicuro. Poi, quando visitate un sito web che vende NFT (come NBA Top Shot) o un mercato dove potete scambiarli (come OpenSea), collegate il vostro portafoglio MetaMask al sito (fatelo solo su siti che sapete essere sicuri) e acquistate il vostro primo NFT.

Potete anche creare o coniare il vostro NFT. OpenSea, ad esempio, offre un modo abbastanza semplice per progettare e creare il proprio NFT e metterlo in vendita.

Perché gli NFT hanno valore?

Naturalmente, prima di acquistare qualcosa, probabilmente vorrete sapere perché è un buon acquisto. Infatti, perché mai qualcuno dovrebbe comprare un NFT e perché mai dovrebbe esserci un acquirente disposto a spendere ancora di più?

Idealmente, il valore degli NFT non deriva solo da un gioco di patata bollente digitale, in cui si acquista qualcosa sperando di poterlo rivendere più avanti (e così via, fino a quando l’intera faccenda non si blocca). Idealmente, l’NFT dovrebbe avere un valore perché… ti piace. Se siete fan dell’NBA, potreste voler avere un NFT ufficiale che rappresenti il vostro giocatore preferito. Oppure, forse c’è un gatto digitale che vi piace molto.

Certo, per certi versi molti NFT sono solo immagini digitali che si possono facilmente salvare con il tasto destro del mouse sul proprio computer. Ma i NFT risiedono anche sulla blockchain, il che rende estremamente difficile copiarli davvero nella loro interezza. La voce della blockchain indica anche in modo trasparente chi ha creato l’NFT. Se un musicista famoso dice: “Sì, questo è il mio indirizzo Ethereum che ha creato l’immagine digitale di un opossum”, ciò può essere verificato sulla blockchain. Per saperne di più, leggete un po’ di nft profit era opinioni.

Alcuni NFT possono avere valore anche in altri modi. Supponiamo, ad esempio, di acquistare un NFT legato a un gioco online. Forse quel NFT vi darà un giorno un prestigio speciale nel gioco, oppure potrebbe essere la base per ottenere qualche altro oggetto difficile da ottenere; qualcosa che solo voi potete avere perché ogni NFT è unico. Se avete mai giocato a World of Warcraft o a un gioco simile, sapete quanto può essere prezioso un pezzo di armatura o un’arma. Ora, con gli NFT, nessuno può portarveli via, nemmeno i proprietari del gioco.

Alcune aziende hanno anche sperimentato il lancio di un NFT che dà al proprietario diritti su qualcos’altro, come ad esempio i ricavi futuri di un altro progetto.

Torniamo per un attimo al gioco della patata bollente digitale. Gli NFT sono uno spazio nascente e ci sono molte isterie e truffe in corso. Potreste vedere un certo NFT venduto per milioni e pensare di poter acquistare qualcosa per pochi dollari e diventare ricchi vendendolo a qualcuno in seguito. Può succedere, ma è raro. E queste cose possono essere manipolate. Ad esempio, una balena delle criptovalute (qualcuno che possiede grandi quantità di criptovalute) può acquistare molti NFT e poi “venderli” a se stesso (il suo altro indirizzo di criptovaluta) per milioni, gonfiando artificialmente il prezzo. Quindi fate attenzione: Solo perché un NFT è stato scambiato per un sacco di soldi, non pensate che questo significhi automaticamente che anche tutti gli altri NFT simili abbiano un valore.

Quali sono gli NFT più costosi?

Agli albori dello spazio, abbiamo visto un gioco blockchain come CryptoKitties vendere gatti virtuali per decine o addirittura centinaia di migliaia di dollari. Il produttore musicale 3LAU ha venduto una collezione di 33 NFT in edizione limitata per oltre 11 milioni di dollari. La musicista Grimes (alias la madre del piccolo X Æ A-Xii) ha addirittura venduto la sua collezione di opere d’arte digitali per 7.500 dollari l’una, per un totale di 6 milioni di dollari di vendite. I CryptoPunk, che sono tra le NFT più ambite in circolazione, vengono regolarmente venduti per milioni di dollari. Anche i NFT di Bored Ape Yacht Club (BAYC) sono valutati milioni, anche dopo il recente crollo delle criptovalute. L’artista digitale Beeple è riuscito a vendere un NFT per 69 milioni di dollari. Sì, questi oggetti possono diventare molto costosi.

Immagine copertina: punto informatico

A proposito di Ciro Gianluigi Barbato

Classe 1991, diploma di liceo classico, laurea triennale in lettere moderne e magistrale in filologia moderna. Ha scritto per "Il Ritaglio" e "La Cooltura" e da cinque anni scrive per "Eroica". Ama la letteratura, il cinema, l'arte, la musica, il teatro, i fumetti e le serie tv in ogni loro forma, accademica e nerd/pop. Si dice che preferisca dire ciò che pensa con la scrittura in luogo della voce, ma non si hanno prove a riguardo.

Vedi tutti gli articoli di Ciro Gianluigi Barbato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *