Chi è Snowman: Il cavallo che sconfisse il destino

Chi è Snowman: Il cavallo che sconfisse il destino

 Quella di Snowman il cavallo grigio è una storia intensa, che parte dal 1948

In un paesino della Pennsylvania, un puledro era destinato, per volere del padrone, a tirare l’aratro (cosa che farà per otto lunghi anni) non senza piaghe, sofferenza e trascuratezza. Al compimento dell’ottavo anno, il proprietario di Snowman decise di sbarazzarsene per fare posto ad un esemplare più giovane, così lo espose all’asta del paese per venderlo.

Purtroppo il cavallo grigio non suscitò l’interesse dei compratori; il suo destino, dunque, stava prendendo una brutta piega, in quanto i cavalli invenduti all’asta sono destinati al macello. Mentre il cavallo stava per essere caricato sul camion che lo avrebbe portato al mattatoio, fu notato dal sig. Harry deLeyer, istruttore di equitazione di New York, che cercava un cavallo a basso costo per la sua scuola di equitazione. Riuscì, così, ad acquistarlo per soli 80 dollari.

Snowman: un nuovo inizio sotto la neve

Il cavallo arrivò dal sig. deLeyer in un giorno molto nevoso e, così, i figli del cavaliere lo chiamarono Snowman non appena lo videro. Snowman, da allora, fu trattato come ogni essere vivente dovrebbe essere trattato: venne accudito, nutrito e coccolato dai bambini della scuola di equitazione. Lui sembrava ricambiare tutto quell’affetto, mostrandosi docile e mansueto con tutti, tanto che il vicino di Harry volle acquistarlo per il doppio della cifra spesa il giorno dell’asta.

Il cavallo, però, non fu contento del trasferimento, ed appena ne aveva l’occasione saltava la recinzione che lo divideva dal suo salvatore e ritornava in quella che lui considerava la sua casa. Per questo l’istruttore lo ricomprò, avviandolo all’attività del salto ostacoli, visto che saltava qualsiasi recinzione con estrema facilità. Il cavallo dimostrava giorno per giorno la sua grande attitudine al salto, mostrando agilità e coraggio e fidandosi sempre più della guida del suo cavaliere, fino a quando divennero un binomio imbattibile capace di affrontare qualsiasi difficoltà che potessero incontrare in campo gara, sia su terreno erboso che sabbioso. 

Trionfi e Sfide: La Straordinaria Carriera di Snowman

All’età di dieci anni Snowman, sfidando lo scetticismo di chi non credeva che un vecchio cavallo da tiro potesse diventare un saltatore, partecipò alla sua prima gara salendo sul gradino più alto del podio. Quella fu la prima di una lunga serie di vittorie e, nell’anno successivo, fu nominato cavallo dell’anno per gli straordinari successi ottenuti. Non mancarono le cospicue offerte per acquistarlo, alcune addirittura di 100.000 dollari ma, ormai, quel bistrattato grigione aveva conquistato il cuore di Henry, il suo proprietario, che nel plus del suo successo decise di ritirarlo dall’attività agonistica per dargli il giusto riposo da campione. Snowman trascorse sereno i successivi anni fino a quando, all’età di 26 anni morì, ma amato e rispettato da tutti quelli che avevano condiviso la sua vita e la sua storia e, soprattutto, dal suo salvatore, Harry de Leyer.

Fonte immagine dell’articolo: Wikipedia

A proposito di Santos Ramon Morra

Vedi tutti gli articoli di Santos Ramon Morra

Commenta