Festival di Sanremo 2022: i Big in gara e le principali novità

Festival di Sanremo 2022: i Big in gara e le principali novità

Il Festival di Sanremo 2022 regalerà anche quest’anno tante emozioni, con ospiti a sorpresa e tanti big della musica italiana.
La settantaduesima edizione si terrà nel comune ligure da martedì 1 a sabato 5 febbraio 2022 con la direzione artistica di Amadeus.
Il Conduttore e direttore artistico per il terzo anno, anche stavolta lo showman rispetterà la propria personale tradizione in fatto di immagine affidandosi allo stilista Gai Mattiolo.
Cornice sarà nuovamente quella del Teatro Ariston.

Quest’anno in gara ci sono 25 cantanti Big, 3 dei quali provengono dalla Sezione Giovani: gli artisti sono stati divisi in due serate.

La settantaduesima edizione del Festival di Saremo secondo quanto si è già intuito, sarà il Festival delle sorprese; già Fiorello ne ha dato prova durante un collegamento nel corso del Tg1.
Nel corso dell’ultima conferenza stampa sono stati svelati e sottolineati alcuni aspetti importanti che contraddistingueranno questa edizione del Festival.
“C’è sempre grande emozione quando si parla di un lavoro che ha accompagnato tutti noi per quasi anno intero. Io sono arrivato a Rai Uno con la pandemia appena iniziata” ha detto di Direttore Stefano Coletta, sottolineando però che l’ossimoro intrattenimento e pandemia ha conferito grande tenacia e che “ha dato la possibilità di gestire già lo scorso anno una situazione drammatica. Il desiderio di questa edizione è quello di consegnare alla platea di telespettatori uno show, in cinque giorni, che possa andare incontro ai bisogni primari: leggerezza, incontrarsi, raccontarsi ed innamorarsi. Cinque serate di evasione. Inoltre grazie alla selezione musicale di Amadeus di quest’anno raggiunge una maturità significativa, questa volta davvero è un festival per tutti”.
Intervenuto anche il direttore artistico Amadeus, che ha dichiarato: “Sono felice di iniziare questa terza avventura. Se mi avessero detto 20 anni fa che Fiorello sarebbe stato per tre volte ad un mio eventuale Festival (che già non avrei mai pensato di fare), non lo avrei mai creduto” e ha aggiunto, “Fino alla settimana scorsa ero sicuro che non sarebbe venuto. Avevo fatto fare una sagoma, invece è stata una grande sorpresa per me”.

Ecco l’elenco completo dei 25 big che si sfideranno al prossimo Sanremo 2022. Ai 22 big si sono aggiunti tre da Sanremo Giovani. Ecco tutti i nomi.

  • Elisa – “O forse sei tu“
    Dargen D’Amico – “Dove si balla”
    Gianni Morandi – “Apri tutte le porte”
    Ditonellapiaga e Donatella Rettore – “Chimica”
    Le Vibrazioni – “Tantissimo”
    Sangiovanni – “Farfalle”
    Noemi – “Ti amo, non lo so dire”
    Massimo Ranieri – “Lettera al di là del mare”
    Ana Mena – “Duecentomila ore”
    La Rappresentante di Lista – “Ciao ciao”
    Highsnob e Hu – “Abbi cura di te”
    Emma – “Ogni volta è così”
    Achille Lauro feat. Harlem Gospel Choir – “Domenica”
    Michele Bravi  – “Inverno dei fiori”
    Fabrizio Moro – “Sei tu”
    Mahmood e Blanco – “Brividi”
    Irama – “Ovunque sarai”
    Giusy Ferreri – “Miele”
    Giovanni Truppi – “Tuo padre, mia madre, Lucia”
    Aka7even – “Perfetta così”
    Rkomi – “Insuperabile”
    Iva Zanicchi – “Voglio amarti”
    Yuman – “Ora e qui”
    Tananai –  “Sesso occasionale”
    Matteo Romano – “Virale”

Complessivamente saranno venticinque i big in gara; dodici si esibiranno durante la prima serata, gli altri tredici nella seconda per poi cantare tutti insieme, giovedì.
Sempre campione d’ascolto, la manifestazione canora si afferma definitivamente come lo spettacolo televisivo più premiato e amato dal pubblico. L’evento canoro più famoso d’Italia possiede una buona fama anche all’estero e viene regolarmente trasmesso da Raiuno in Eurovisione.
Dodici gli artisti direttamente dall’esperienza dell’Eurovision che si contenderanno i tre posti disponibili. A decidere le loro sorti non sarà il televoto bensì lo stesso Amadeus e la commissione musicale che ha selezionato i finalisti, entrambi al 50%.
I dodici artisti che gareggeranno all’Ariston durante il Festival di Sanremo 2022, sono:

  • Esseho
    Littamè
    Martina Beltrami
    Matteo Romano
    Oli?
    Samia
    Senza_Cri
    Tananai
    Vittoria
    Yuman
    Bais

Saranno in gara con un brano inedito e saranno giudicato da una commissione nella quale figurano: Gianmarco Mazzi, Claudio Fasulo, Massimo Martelli e Leonardo De Amicis.
Tra le novità, l’eliminazione della categoria “nuove proposte”, per scelta del Direttore artistico Amadeus che ha dato la sua impronta al Festival.

“Ho tolto la sezione Nuove Proposte perché vedo che questi ragazzi salgono sul palco dell’Ariston ma nessuno se li fila, sembra quasi dar loro la gioia di poter dire che sono andati a Sanremo ma poi non succede niente. Meglio portarli tra i Big”, ha spiegato il conduttore Rai. Dopo la vittoria alla serata Sanremo Giovani Yuman, Matteo Romano e Tananai sono entrati nel cast dei cantanti in gara.
Una decisione analoga era stata presa nel 2019, quando il Direttore artistico Claudio Baglioni aveva preferito unificare le due categorie.
Inoltre, in base al nuovo regolamento di Sanremo Giovani, si abbassa la fascia di età per partecipare: tra i 16 e i 29 anni (alla data del 1° gennaio 2022) e due brani inediti da presentare alla Commissione Selezionatrice, uno per Sanremo Giovani e il secondo nel caso di “qualificazione” al Festival di febbraio
Un’altra importante novità, introdotta quest’anno è l’assenza della giuria dell’Orchestra e quella formata dai giornalisti (150 componenti) si suddivide in carta stampata-tv, Radio e Web. Non ci saranno eliminazioni al termine di ogni serata.

La celebre ed amatissima Iva Zanicchi torna all’Ariston dopo aver vito il Festival per ben tre volte; anche il cantante napoletano Massimo Ranieri, vinse la famosa Kermesse, nel 1988 con Perdere l’amore.  Fabrizio Moro, trionfò nel 2018 con Ermal Meta e il brano Non mi avete fatto niente. Elisa ha vinto ben 21 anni fa, nel 2001, con Luce (Tramonti a nord est). Mahmood ha trionfato nel 2019 con Soldi. Gianni Morandi, nel 1987 lo ha vinto insieme a Umberto Tozzi e Enrico Ruggeri con Si può dare di più. Ma nel 2012 lo ha pure condotto. L’anno in cui ha vinto Emma con Non è l’inferno.

Festival di Sanremo: chi sono le co-conduttrici che affiancheranno Amadeus

Ad affiancare Amadeus durante le serate, oltre a Fiorello, ci saranno cinque diverse conduttrici sulle cui identità inizialmente c’era un alone di mistero, ma che poi il direttore artistico ha svelato. Accanto ad Amadeus ci saranno: Ornella Muti per la prima serata, Lorena Cesarini per la seconda serata, Drusilla Foer per la terza serata, Maria Chiara Giannetta per la quarta serata e Sabrina Ferilli per la finale.
Ornella Muti, affascinante attrice italiana con alle spalle cinquant’anni di cinema, innumerevoli e sensazionali interpretazioni che l’hanno vista protagonista nel corso degli anni, è alla sua prima esperienza al Festival di Sanremo.
“Sono felicissima per tanti motivi: uno di questi è la possibilità di offrire un momento di svago in una fase di grande cupezza. Cerchiamo di non fare un Sanremo pesante, non ne abbiamo bisogno”; felicità condivisa anche dai tanti fan che costantemente la seguono sui social, con messaggi d’affetto e tanta partecipazione. La Muti affiancherà Amadeus durante la prima serata del Festival di Sanremo 2022.

Bellezza e suggestione saranno le costanti della kermesse musicale più famosa ed apprezzata di sempre. Protagonista indiscussa la canzone, che crea emozione e regala momenti di speranza riscuotendo tanto successo.
La risonanza popolare del Festival traspare da un particolare rivelato proprio a Sanremo dal maestro Angelini, che raccontò «Finito il Festival, quando fummo tornati a Torino, venimmo a sapere che un po’ in tutta Italia la gente chiedeva, nei negozi, i dischi delle canzoni ascoltate al Festival, ma a quel punto ci si accorse che nessuno, ma proprio nessuno, aveva pensato ad inciderli. Così la Cetra, che era la casa discografica della Rai, in fretta e furia li preparò e li distribuì nei negozi» .

Il successo dei dischi delle canzoni del primo Festival testimonia ancora una volta la bontà dell’idea di Pier Bussetti, lanciata per la prima volta da Amilcare Rambaldi e realizzata grazie soprattutto all’impegno di Giulio Razzi e dei suoi collaboratori, che avrebbero presto consolidato la fama di Sanremo e consacrato definitivamente la manifestazione a livello nazionale e internazionale.

Nel corso degli anni il Festival si è trasformato in una “competizione musicale” adatta a tutti e non esclusivamente al popolo tradizionale; è credenza comune, quella di pensare che il Festival sia amato soprattutto da persone adulte. In realtà con il trascorrere del tempo, le performance, gli ospiti, gli artisti, i conduttori e le conduttrici, hanno dimostrato che non è assolutamente così.
L’interesse del grande pubblico è aumentato a dismisura, e c’è una vera e propria attesa nei giorni “prima del Festival”,  per l’edizione del 2022.

Un appuntamento per molti imperdibile, tanto da rivelarsi ormai una vera e propria tradizione canora e televisiva: così è stato definito il Festival di Sanremo 2022.
Bellezza e sogno si sovrappongono dando identità alle diverse serate musicali. Proprio a tal proposito, incarnazione di tali caratteristiche è la celebre Sabrina Ferilli, che affiancherà Amadeus durante la serata conclusiva del Festival.
Tra le attrici italiane più apprezzate e conosciute sia del grande che del piccolo schermo, è riuscita a costruire nel corso degli anni una carriera all’insegna del successo, tanto da essere considerata uno dei volti più amati del cinema italiano e aver ottenuto nel corso degli anni diversi riconoscimenti.
Le co-conduttrici di Sanremo sono state accuratamente scelte, ognuna diversa dall’altra, sia esteticamente che dal punto di vista prettamente professionale. Il pubblico in queste ore impazza sul web, alla ricerca di informazioni circa la vita privata delle belle donne che affiancheranno Amadeus.
Nella seconda serata, di mercoledì 2 febbraio, sarà Lorena Cesarini a salire sul palco dell’Ariston. Un’emozione unica per l’attrice di origini senegalesi, diventata nota soprattutto grazie al ruolo di Isabel in Suburra, al fianco di Alessandro Borghi.
Presentatori, cantanti, ospiti, per tacere delle improbabili scenografie, nulla sul palcoscenico dell’Ariston viene risparmiato alla mancanza di senso estetico. Lo sa bene un’altra donna che affiancherà Amadeus, Drusilla Foer la quale ha già dichiarato che sfoggerà abiti di lusso ed estremamente eleganti durante la serata del Festival. Da quanto si apprende, infatti, una sarta fiorentina ha realizzato per la co-conduttrice due degli abiti che sfoggerà sul palco dell’Ariston mercoledì 5 febbraio
Drusilla Foer ha parlato di lei come della “sua sarta di Firenze” che già in precedenti occasioni ha realizzato per lei i suoi abiti.
Si tratterà di outfit che la completeranno, così come lei stessa ha dichiarato e che le permetteranno di mostrarsi per ciò che realmente è, lasciandosi alle spalle le sterili polemiche omofobe che l’hanno vista protagonista durante le scorse settimane.
Ricordiamo che Drusilla Foer è un personaggio interpretato da Gianluca Gori, un uomo che ha fatto dello stile e dei costumi di una donna elegantissima il suo alter ego sulle scene.

Se Drusilla Foer, ed anche (seppur in parte) Sabrina Ferilli ed Ornella Muti hanno già dichiarato più o meno cosa indosseranno durante l’edizione del Festival di Sanremo 2022, non ci sono certezze per l’altra co-conduttrice: Maria Chiara Giannetta; l’attrice torna in tv in una nuova veste, affiancando Amadeus.
L’attrice non ha nascosto l’emozione per il ruolo da co-conduttrice ma neppure la sua apprensione per la scala dell’Ariston, incubo di tutti gli artisti chiamati a calcare uno dei palcoscenici più importanti d’Italia.

Festival di Sanremo 2022: tornano sul palco i Maneskin

A un anno dalla vittoria che ha cambiato il corso della loro carriera i Maneskin tornano a Sanremo 2022. Saranno tra i grandi ospiti della 72esima edizione insieme a: Checco Zalone, Cesare Cremonini, Laura Pausini, Meduza. Vedremo anche gli attori di alcune amate fiction Rai: Luca Argentero, Lino Guanciale, Anna Valle, Raoul Bova, Gaia Girace, Margherita Mazzucco.
Dagli anni Ottanta fino ad oggi il Festival di Sanremo si è sempre confermato per quella incontrastata supremazia che lo caratterizza da sempre.
Le scenografie, che talvolta hanno trasformato il teatro in una vera e propria sala da ballo, altre volte in una discoteca, le diverse conduzioni, le vallette, gli ospiti italiani e stranieri sono stati gli artefici di un Festival che ha saputo negli anni adeguarsi alle esigenze di un pubblico che nel tempo è cresciuto, dimostrando di avere altre necessità ed aspettative.

Durante le prove sul Palco dell’Ariston, Damiano dei Maneskin, amatissimo dal pubblico, ha già incassato i primi consensi indossando una felpa con cinque ‘NO’ scritti a chiare lettere: No homophobia, No transphobia, No sexism, No violence, No abuse of power.

Una trovata particolarmente importante dato il periodo delicato (non solo a causa della pandemia) che il Paese vive. Una provocazione? non c’è la certezza, ma comunque sia, quella del leader dei Maneskin è una “scelta” di grande risonanza.

Per quanto riguarda gli ospiti che presenzieranno sul Palco di Sanremo 2022, ricordiamo che non ci saranno artisti internazionali.  La produzione ha infatti deciso che a causa dell’emergenza Covid-19, gli ospiti internazionali non dovessero esserci. 

Ricordiamo che tra gli ospiti presenti durante la kermesse, come hanno dichiarato gli organizzatori ai vertici del Festival di quest’anno, potrebbero esserci cantanti non vaccinati; da quanto si è appreso nelle ultime ore, è stato deciso per problemi organizzativi, di non chiedere a nessuno degli artisti il Green Pass, nè obbligarli al vaccino.

 

Immagine in evidenza: Adnkronos

A proposito di Gerardina Di massa

Vedi tutti gli articoli di Gerardina Di massa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *