Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Il rock esplode con il tour dei Negrita al teatro Augusteo

Il rock esplode con il tour dei Negrita al teatro Augusteo

Sono approdati al teatro Augusteo di Napoli i Negrita per i 25 anni di carriera. La band, più in forma che mai, si è esibita in tutti i più grandi successi che ne hanno decretato la notorietà. 25 anni di rock’n’roll che con il 25th Anniversary Tour vengono celebrati per tutto l’anno nei teatri d’Italia, cambiando volto in ogni stagione e regalando scalette e performance sempre nuove e diverse. I Negrita con la profonda voce di Pau (Paolo Bruni), le chitarre di Drigo (Enrico Salvi) e Mac (Cesare Petricich) insieme a Giacomo Rossetti, Guglielmo Gagliano e Cristiano Dalla Pellegrina hanno sostenuto uno show al meglio delle loro possibilità coinvolgendo il pubblico fino a capovolgere i ruoli: la platea a cantare e la band a tenere il ritmo!

Negrita – La teatrale: il tour dei più grandi successi

I Negrita hanno portato il rock italiano sul palco di un teatro tradizionale, tra le ordinate poltroncine sistemate e il solenne silenzio dell’ambiente. È bastato poco per rompere il ghiaccio, perdere la compostezza richiesta dalla location e irrompere con tutta l’energia dei loro brani, trascinando spontaneamente il pubblico sotto al palco per cantare, ridere e ballare insieme a questi eterni ribelli anni 90.

Le canzoni proseguivano come un’onda tra i tanti successi della band. Si navigava da “Rotolando verso sud” a “Gioia infinita”, si ballava e saltava sulle note di “Radio Conga” come di “Mama Maé”, si cantava d’amore con “Greta” e “Magnolia”. Canzoni più riflessive, seppur sempre dalle riconoscibilissime sonorità del gruppo, con “Che rumore fa la felicità” e “Dannato vivere”, la splendida “Ho imparato a sognare” ed “Hemingway”, “Il giorno delle verità” e “La tua canzone”. Una selezione musicale che ha incontrato il favore del pubblico con una prima metà più emotiva e nostalgica ed una seconda parte dello show più esplosiva. Dal palco l’immancabile Drigo ha come sempre scherzato con il suo pubblico in un gioco di ammiccamenti e provocazioni, mentre Pau metteva l’anima nella sua voce e si mescolava nella commozione generale.

Un tour che non è solo una summa degli anni passati, ma anche un grande e sentito abbraccio che i Negrita danno al loro pubblico così vasto ed eterogeneo. Un’occasione per ritrovarsi e celebrare la vita, perché in fondo è questo lo spirito che da sempre ha animato la band: un sorriso sempre luminoso, una consapevolezza che non sfocia mai in angustia, una libertà d’animo e di pensiero e un invito sempre a vivere con coraggio, preservando la propria diversità ed identità.

“Non sappiamo bene perché, ma più divertiamo grandi e meno abbiamo voglia di stare a casa. Vogliamo festeggiare tutto l’anno insieme a voi, quindi mettete in valigia abiti adatti a tutte le stagioni. Per l’autunno vogliamo tenervi ancora un po’ sulle spine, ma fidatevi: sarà un party senza fine!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *