Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Absence. L'altro volto del cielo: il secondo capitolo della saga di Chiara Panzuti

Absence. L’altro volto del cielo: il secondo capitolo della saga di Chiara Panzuti

La Fazi editore (nella collana Lanya) pubblica il secondo episodio della trilogia Absence dal titolo “L’altro volto del cielo”, che fa seguito al  “Il gioco dei quattro”(2017), primo capitolo della saga, già recensito da Eroica Fenice.

La trilogia, scritta da Chiara Panzuti, vede come protagonista Faith, una ragazza di sedici anni, dal carattere forte e volitivo che, da un giorno all’altro, per ragioni misteriose, perde la sua identità. Semplicemente scompare. La sua scomparsa non è però indice di “mancanza”: Faith per il mondo non è mai esistita. E quindi anche per sua madre che sta per dare alla luce la sua sorellina.

Faith scoprirà ben presto di avere dei compagni di sventura, Jared, Christabel e Scott ai quali, come è accaduto a lei, è stato somministrato il siero NH1 che porta alla perdita dell’identità. Si troveranno, loro malgrado, ad essere pedine di un gioco più grande di loro, le cui fila sono tenute da un Uomo in nero che li porta a viaggiare da un lato all’altro del mondo per ragioni misteriose.

In questo nuovo capitolo, Faith, Jared, Christabel e Scott diventeranno una vera famiglia: quest’esperienza li sta cambiando profondamente e forse non sono più così sicuri di voler tornare alla loro vecchia vita; ciononostante continuano a lottare ogni giorno, seguendo le istruzioni di questo strano gioco di cui fanno parte, per poter esistere di nuovo; il siero NH1  ha degli effetti collaterali che li indebolisce nel corpo e nella mente e a farne le spese sarà soprattutto Christabel. Quest’illusionista che ha creato questo gioco, ha voluto sperimentare questo siero su tre gruppi diversi chiamati Alfa, Beta e Gamma (di cui fa parte Faith) che devono fronteggiarsi per tornare a vivere. Niente però è chiaro, le regole di questo gioco crudele non le conosce nessuno.

Absence: la trilogia

Il romanzo è scritto con un linguaggio fluido e leggero e fa parte di un genere che è una via di mezzo tra un thriller psicologico e il genere fantascientifico. Sicuramente la trama rimanda ad una riflessione su una tematica che contraddistingue il mondo contemporaneo e che è appunto, la questione dell’identità. Il mondo virtuale svolge ormai un ruolo rilevante nel nostro quotidiano, a partire dai social, ai giochi di ruolo…ma cosa accadrebbe se, all’improvviso, diventassimo invisibili? E se nessuno si ricordasse più di noi?

La giovane scrittrice Chiara Panzuti scrive proprio di questo. Faith è una ragazza come tante, in piena crisi adolescenziale che di colpo si trova catapultata in una realtà diversa, diventando l'”eroina” di un gioco di ruolo, del quale non conosce le regole né i giocatori. Ma nella vita “reale” non accade proprio questo? Come facciamo a sapere se quello che noi chiamiamo “normalità” non è in realtà anch’esso un mega gioco, del quale di fatto non conosciamo né regole né tantomeno il suo deus ex machina

Attendiamo con curiosità il terzo ed ultimo capitolo della saga.