23 agosto: giornata contro la tratta degli schiavi

23 agosto: giornata internazionale della commemorazione e del commercio degli schiavi e della sua abolizione

Il 23 agosto si celebra la giornata internazionale della commemorazione e del commercio degli schiavi e della sua abolizione.

Origini ed introduzione dell’evento commemorativo

La giornata internazionale della commemorazione e del commercio degli schiavi e della sua abolizione è stata istituita dall’UNESCO nel 1998 con lo scopo di commemorare il commercio degli schiavi e, appunto, la sua abolizione.
Essa è celebrata il 23 agosto nel giorno dell’anniversario della Rivolta di San Domingo nel 1791, la quale diede avvio alla serie di battaglie che permisero agli schiavi di ottenere la tanto meritata e agognata libertà.

La storia della Tratta degli schiavi

L’espressione Tratta degli schiavi fa riferimento al commercio di schiavi originari dell’Africa venduti per mare fra il XVI e il XIX secolo.
Gli Stati africani vendevano gli schiavi ai mercanti dell’Europa Occidentale, in seguito quest’ultimi li deportavano soprattutto nel continente americano nel quale erano sfruttati per coltivare le piantagioni e impiegati come servi domestici.
La tratta schiavistica e gli eventi ad essa conseguente portarono alla morte di circa quattro milioni di schiavi.
La tragicità degli accadimenti legati al commercio degli schiavi hanno portato molti africani ed afroamericani a riferirsi a questo periodo storico come a quello del black holocaust e a definire la tratta con il termine maafa “disastro”.
La tratta degli schiavi neri è effettivamente stato un disastro per la storia umana. Spesso tendiamo a non renderci conto della portata e dell’assurdità di quanto successo al popolo africano e delle conseguenze che ancora oggi ricadono su di esso.
Gli eventi commemorativi sono un monito alla nostra umanità e dovrebbero spingerci a riflettere con spirito critico sulla realtà e su quanto sia importante mettere in discussione noi stessi e il mondo che ci circonda.
Questa giornata ci ricorda che bisogna combattere sempre ogni giorno ogni forma di schiavitù sia reale che di pensiero.

A proposito di Rita Silvestri

Sono nata a Napoli il 06/02/1997. Ho frequentato il liceo classico. La cultura classica ha alimentato il mio amore per la letteratura e mi ha insegnato l'importanza della consapevolezza di sé e del mondo circostante. Nel novembre del 2021,spinta dall'amore per gli studi letterari, mi sono laureata in Filologia Moderna. Tra i miei interessi, oltre la letteratura e la scrittura, ci sono l'arte, il cinema, il teatro e gli animali.

Vedi tutti gli articoli di Rita Silvestri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.