Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Cosa vedere a Praga in 3 giorni

Cosa vedere a Praga in 3 giorni: la guida

Piccola guida su cosa vedere a Praga in 3 giorni.

Settembre è il periodo dei rientri e dei nuovi inizi, ma è anche il periodo ottimale per chi, reduce dalle vacanze estive, pensa già a quale viaggio invernale potrebbe organizzare. Quale periodo migliore se non quello natalizio, e quale luogo migliore se non Praga?

Gli stereotipi, nella loro banalità, a volte sanno rendere l’idea. C’è un motivo per cui Praga è denominata la Parigi o la Venezia dell’est, ma di certo non perché è una copia meno bella; adatta ai viaggiatori di ogni età, nonché patrimonio dell’UNESCO, Praga è certamente la prima meta obbligatoria, seguita da Budapest, per chi vuole avere un assaggio, anzi una delle parti migliori, della Repubblica Ceca e dell’ Europa dell’Est.

Praga è facilmente raggiungibile dall’Italia grazie alla compagnia aerea Wizzair, che offre a prezzi più che abbordabili voli diretti da Milano, Venezia, Roma, Napoli e Bari.

La moneta ufficiale della Repubblica Ceca è la corona; anche se l’euro è accettato nelle zone turistiche, tuttavia è consigliabile prelevare presso gli sportelli ATM in aeroporto o in città un certo quantitativo di corone, tenendo d’occhio il valore del tasso di cambio euro-corona di quel giorno (in genere 1 euro equivale a 27 corone) e la commissione applicata per il cambio, che si aggira sui 5 euro.

Cosa vedere a Praga in tre giorni, cominciamo dalle basi

Praga è divisa in dieci distretti, ma la zona turistica, nonché la più centrale, è la prima, tagliata in due parti dal fiume Moldava. Praga 1 è divisa a sua volta in quattro quartieri, diversi tra di loro e con molte cose da vedere e da fare:

  1. Hradčany, cioè la zona del Castello;
  2. Mala Strana, la città piccola;
  3. Stare Mesto, la città vecchia, con il famoso quartiere ebraico;
  4. Nove Mesto, la città nuova.

Una volta arrivati lì, è possibile sbizzarrirsi organizzando l’itinerario che più si adatta alle proprie esigenze: coppie giovani e adulte, famiglie e gruppi di amici non rimarranno delusi da quanto la città ha da offrire, partendo dai luoghi da visitare, i posti dove assaggiare i piatti tipici e i locali dove rintanarsi la sera per ripararsi dal freddo pungente.

I mezzi pubblici sono ben organizzati: le linee della metropolitana che collegano tutti i distretti sono tre, ma le fermate che passano per la zona turistica sono poche, ragion per cui non vi sarà necessario utilizzarla; la zona centrale, seppur ricca di cose da visitare, è molto piccola ed è facilmente percorribile a piedi, ragion per cui non è necessario fare un abbonamento, piuttosto si consiglia vivamente di camminare e di perdersi tra le sue meravigliose strade! Un mezzo che potreste invece utilizzare è il tram: la linea tranviaria è molto utilizzata sia dai cittadini che dai turisti, in particolare il tram 22, che attraversa la città passando per uno dei ponti sulla Moldava e arriva fino in cima al castello. Per quanto riguarda il tragitto aeroporto-città è possibile utilizzare il bus 119 o il servizio taxi, che alla vostra partenza potreste far chiamare dall’hotel in cui alloggiate.

Un itinerario ideale per un soggiorno a Praga di tre giorni potrebbe essere questo:

Primo giorno: visita al castello di Praga e tutto ciò che c’è intorno, e ovviamente il ponte Carlo;

Secondo giorno: piazza San Venceslao, Museo Nazionale, piazza della Città vecchia, torre dell’orologio;

Terzo giorno: quartiere ebraico, piazza della Repubblica, Torre delle Polveri, Convento St. Agnes, Klementinum.

Invece chi ha altri giorni a disposizione, oppure è riuscito a visitare tutte le cose più importanti (considerate tuttavia che per visitare il complesso del castello ci vuole mezza giornata!) qualche altro suggerimento potrebbe essere:

L’Isola di Kampa, una passeggiata serale lungo la Moldava fino alla famosa Casa Danzante, la collina di Petrin, il muro di Lennon, la TV Tower, oltre ai musei più particolari, come il Museo delle torture medievali, il Museo del sesso, il Museo delle cere, il Museo del comunismo, il Museo di Mucha, il Museo di Franz Kafka e l’immancabile Hard Rock Café di quattro piani, non a caso il più grande d’Europa. E per quelli che la sera non sono ancora stanchi e provati dal freddo c’è il Karlovy Lazne, conosciuta come la discoteca più grande d’Europa, l’ Ice Pub e moltissimi locali caratteristici.

È consigliabile, qualora fosse possibile, tornare a visitare gli stessi luoghi anche quando cala il buio: cambieranno volto e diventeranno forse anche più belli, primo fra tutti Old Town Square, con la meravigliosa cattedrale di Tyn che con le sue torri ricorda tanto un castello piuttosto che un luogo di culto.

Ci sarebbero molte altre cose di cui parlare, come ad esempio le specialità culinarie e soprattutto l’incantevole atmosfera natalizia che si respira nelle piazze principali della città, ma in sintesi, chi si affaccia per la prima volta verso l’ Europa dell’ Est, chi ha un budget limitato e vuole spenderlo saggiamente, chi vuole rifarsi da una vacanza estiva deludente oppure chi vuole fare o farsi fare un regalo indimenticabile, la soluzione a tutto è decisamente Praga! Ora che sai cosa vedere a Praga in tre giorni, non ti resta che partire!

Print Friendly, PDF & Email