Seguici e condividi:

Eroica Fenice

Centro Teatro Spazio

Centro Teatro Spazio, presentazione della stagione teatrale 2019/2020

Riparte la nuova stagione teatrale del Centro Teatro Spazio, il rinomato teatro di San Giorgio a Cremano fra tradizione e innovazione

Giovedì, 3 ottobre ha avuto luogo al caffè letterario “Intra Moenia” la presentazione della nuova stagione teatrale del Centro Teatro Spazio 2019/2020.  Ha moderato la conferenza stampa lo scrittore e drammaturgo  Antonio Mocciola.  Nell’atmosfera alquanto rétro del caffè letterario il direttore artistico del teatro, Vincenzo Borrelli, prima di introdurre la presentazione degli spettacoli, ha voluto sottolineare il ‘nocciolo’ della ragione del suo infaticabile lavoro teatrale.  L’energia preziosa, atavica e che si conserva al  Teatro di via San Giorgio Vecchio, scaturisce da una sorgente infinita di passione, amore ancestrale, ambizione di fare teatro tout court e con professionalità, che nasce da quel lontano 1988, l’anno in cui Vincenzo decise di strappare al logorio incessabile del tempo e della incuria quel palco su cui aveva mosso i suoi primi passi della sua carriera il grande Massimo Troisi.

L’ infinito amore per il teatro ha retto sulle molteplici difficoltà, con i quali ogni piccolo teatro deve necessariamente fare i conti nei nostri tempi, e il tempo ha restituito a Vincenzo Borrelli in ogni caso le sue soddisfazioni. Il direttore artistico ci ha tenuto a informarci che l’Accademia teatrale UNO SPAZIO PER IL TEATRO, gestita dallo stesso Borrelli, è stato riconosciuta dalla Regione Campania come scuola di formazione professionale allo spettacolo e a breve anche centro di formazione per la Regione, una scuola che ogni anno forma con professionalità  molteplici giovani, guidandoli attivamente e con consapevolezza verso l’impervio percorso della carriera teatrale e aprendogli le porte dello straordinario e catartico mondo del teatro e dell’arte.

Borrelli ci ha tenuto, altresì, anche a spendere due parole sul ruolo culturale che incessantemente svolgono i piccoli teatri, molte delle volte attraverso mille difficoltà. Infatti, è innegabile la straordinaria qualità degli spettacoli che sembra essere inversamente proporzionale al seguito del pubblico. Dunque, Il direttore coglie l’occasione per spendere due parole sui piccoli teatri, sulla urgenza di fare squadra, di cooperare affinché si possa far luce nei meandri di quei palcoscenici, i quali più delle volte rimangono nell’ombra di una ingombrante superficialità, allargando anche il proprio pubblico. Non occorre, come spesso succede, farsi guerra addirittura tra piccoli teatri, ma cercare di lottare con tutte le forze per far luccicare quel vitale diamante prezioso che è il teatro e far rifulgere  in tutta la sua vividezza la vera arte.

Gli spettacoli della nuova stagione teatrale del Centro Teatro Spazio

Ad aprire le danze a questa nuova stagione teatrale sarà come sempre “O’ Curt” (11-12-13 ottobre), festival di corti teatrali che quest’anno farà parte dell’ambito premio Massimo Troisi.

Successivamente, la stagione proseguirà  con:

Questa sera si recita a soggetto”, dall’1 al 17 novembre, per Uno Spazio per il Teatro produzioni, tratto da Luigi Pirandello con Vincenzo Borrelli e Rosaria De Cicco. Adattamento e Regia Vincenzo Borrelli.

Un comico da marciapiede”, spettacolo in programma il 24 novembre, di e con Nando Varriale che impone la sua presenza comica d’autore, sia per l’ironia che per la paradossale e sventurata esistenza che caratterizza i suoi personaggi.

Gala…nteriadal 30 novembre al 1 dicembre di e con Stefano Ariota, che propone uno spettacolo per festeggiare i novant’anni della radio e i sessanta della televisione, traducendo in linguaggio teatrale il racconto di un mondo di intramontabile fascino. Regia di Stefano Ariota.

Big Ben ha detto stop!” Il 7 – 8 dicembre di Nicola Maiello, per la regia di Massimo De Matteo, con Giovanni Allocca e Leda Conti.

“‘E Zingare”, tratto da Raffaele Viviani, dal 13 al 29 dicembre, una favola visionaria, in cui la realtà e la fantasia si rincorrono continuamente. Adattamento e Regia di Vincenzo Borrelli.

Ti amo o mi amo… capiamoci bene”, il 18 – 19 gennaio 2020, scritto e diretto da Enzo D’Aniello.
E ancora, “Qui sosta in silenzio, ma quando ti allontani parladal 24 al 26 gennaio. con Cristina Ammendola e Marina Billwiller. Adattamento e regia Vincenzo Borrelli.
Siamo in un paese meraviglioso”,1 – 2 febbraio 2020 con Alfredo Pezzella per la regia di Alessandro Mancini.

Game Over“,il 22 e 23 febbraio 2020, uno spettacolo di e con Sergio Savastano e Federico Torre, che vuole porre l’attenzione su un fenomeno che passa spesso inosservato, cioè i tanti omicidi misteriosi fatti passare per suicidi.

Il Santo” in scena dal 13 al 22 marzo 2020, che vede l’adattamento e regia di Vincenzo Borrelli. Si parla di una Napoli di Atmosfere esoteriche, una Napoli che attraverso la figura di Santo scruta e si scruta…

E voi chi siete?dal 4 al 5 aprile 2020 con l’adattamento e la regia di Maria Paola Marino.
Una Notte Con Dora”, il 2 e 3 maggio 2020, con Marco Lanzuise e Feliciana Tufano.

L’eco” in programma il 10 maggio 2020, scritto e diretto da Mauro Palumbo, con Antonio Buonanno.

Che Bello Lavoraredal 15 al 24 maggio 2020 con adattamento e regia di Vincenzo Borrelli.

Infine, tre sono gli spettacoli in programma per lo spazio dedicato ai giovani. Si comincia, dal 7 all’ 8 marzo 2020 con “Io sono plurale” diretto da Maria Claudia Pesapane. Si prosegue il 28 e 29 marzo 2020 con “Tingel Tangel da Karl Valentine” diretto da Filippo Stasi. E ancora, il 18 e 19 aprile 2020 “Neapolitan Factotum” scritto da Davide Avolio e Renato Fontanarosa e diretto da Renato Fontanarosa.

Fonte immagine: Centro Teatro Spazio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *