Seguici e condividi:

Eroica Fenice

laLa nuova stagione teatrale del Bellini

La nuova stagione teatrale del Bellini

Mercoledì 5 giugno, presso il Teatro Bellini, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della nuova stagione teatrale 2019/2020. Una stagione fuori dagli sche(r)mi, come fuori dagli schemi è stata la conferenza stampa: balli, canti, gag esilaranti e perfino un dj set hanno caratterizzato la serata, tra vivacità e allegria.

Il teatro è condivisione, apprendimento costante della vita attraverso un filtro magico. La serata di presentazione della prossima stagione teatrale ha voluto rispecchiare pienamente la perenne gioia di vivere il teatro, portando attori e spettatori a partecipare mescolandosi in un’unica festa. Musicisti, artisti, attori, cantanti, tutti uniti per incoraggiare gli spettatori a prendere parte all’afflato vitale che sospinge gli uomini su e giù dal palco.

In quest’occasione il Bellini è stato adornato a festa: vignette rappresentanti i singoli spettacoli sono state appese ai palchetti circostanti la scena. Questo grazie alla collaborazione tra il teatro e la scuola italiana di Comix, la quale per la nuova stagione ha realizzato appositamente le rappresentazioni, in un connubio che ricorda tanto il dialogo tra arti diverse che però rientrano sempre nella definizione di “visive”.

La stagione teatrale 2019/2020 del Bellini

Tra contemporanei e classici, passando per l’ attualità, la nuova stagione strizza l’occhio a molteplici tematiche, proponendo al pubblico una vasta scelta. Si parte da Le cinque Rose di Jennifer di Enzo Moscato, reinterpretato da Daniele Russo, per poi passare a grandi classici come Draculadi Bram Stoker con Sergio Rubini e l’Antigone di Sofocle. 

Altri grandi nomi come quelli di Isa Danieli e Enrico Ianniello, impegnati nell’interpretazione di un testo spagnolo, e Filippo Timi in Skianto; e ancora, Massimo Popolizio sulle scene con Il nemico del popolo, di Henrik Ibsen.  Infine una trasposizione teatrale della graphic novel di Zerocalcare, Kobane e il grande ritorno di Dignità autonome di prostituzione, uno spettacolo irriverente e decisamente sui generis.

Anche per il piccolo Bellini sarà una stagione interessantissima: Il sogno di Nietzsche, Battuage, Ferdinando, La resa dei conti, Stranieri. E poi ancora Massimo Recalcati e Mario Perrotta ne Il nome del padre.

Inoltre, il teatro Bellini si impegna da sempre nel sostegno dei giovani che vogliono intraprendere la carriera attoriale. A loro viene dedicato il progetto Bellini Teatro Factory dal nome Take Four, a cura di Gabriele Russo.

Tanti nomi importanti, ma anche tanti debutti interessanti per un cartellone all’insegna della novità coniugata perfettamente alla tradizione teatrale e della letteratura. Una fucina di creatività ed eleganza culturale che diffonde costantemente novità indimenticabili.

Per avere maggiori informazioni circa il cartellone e le date potete consultare il sito internet del Teatro: http://www.teatrobellini.it

 

Crediti immagine: www.teatrobellini.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *